Gli ultimi due anni sono stati particolari per il settore immobiliare. Dopo gli alti e i bassi che il settore ha vissuto con l'arrivo della pandemia, si può dire che per certi versi ci sono stati miglioramenti per la compravendita degli immobili, anche a causa dell'abbassamento dei prezzi.

Il settore immobiliare inoltre è stato coinvolto negli ultimi mesi dall'arrivo di numerosi bonus e agevolazioni messi a disposizione direttamente dallo stato per la ristrutturazione degli immobili. Fare affari in questo settore per certi versi è diventato conveniente, grazie anche alla presenza di un mercato immobiliare molto vario.

Un esempio di agevolazione a cui il settore è andato incontro è il superbonus 110%. Su questo argomento offre validi approfondimenti il canale Youtube del Geometra Danilo Torresi, che tratta nel dettaglio alcune modalità di accesso alle agevolazioni fiscali. Un esempio è l'applicazione del superbonus nel caso di lavori specifici.

Si consiglia per esempio la visione di questo video nel caso in cui nell'immobile oggetto di ristrutturazione non sia presente un impianto di riscaldamento:

La ristrutturazione degli immobili agevolata dall'introduzione di bonus specifici e agevolazioni fiscali ha generato una spinta in più per l'intero settore edile e per l'immobiliare. In particolare il mondo degli immobili all'asta offre delle opportunità interessanti per fare affari, in diversi modi. Vediamo in questo articolo come funzionano le aste immobiliari, e quali opportunità nascondono.

Aste immobiliari: cosa sono e come funzionano

Le aste immobiliari possono essere validi strumenti sia per il compratore che per chi investe negli immobili. Le aste giudiziarie offrono possibilità che nella normale compravendita sono escluse. Prima tra tutte, la possibilità di acquistare un immobile ad un prezzo molto conveniente.

Per chi vuole comprare una casa, dare un'occhiata alle aste immobiliari può essere una soluzione alternativa a quella di rivolgersi ad un'agenzia o direttamente a privati che vendono il proprio immobile. Con le aste giudiziarie è possibile risparmiare in molti casi almeno del 20% rispetto al normale prezzo degli immobili, e questa possibilità può rivelarsi molto interessante per chi intende risparmiare sull'acquisto.

Bisogna tenere conto che gli immobili posti all'asta molto spesso derivano da imprese costruttrici che sono fallite, o a seguito di un indebitamento di soggetti che hanno così perso la proprietà immobiliare. Si tratta quindi di immobili non venduti tramite normale meccanismo di compravendita.

Le aste immobiliari possono avvenire per via telematica, grazie alla tecnologia proposta dal web, in modo piuttosto semplice. Come tutte le aste, si parte da un prezzo di inizio, e chi partecipa all'asta può vincere l'immobile proponendo un prezzo più alto per l'acquisto. Esiste quindi un prezzo di partenza, ma non è necessariamente lo stesso di quello con cui verrà effettivamente venduto l'immobile.

Come partecipare ad un'asta immobiliare

Partecipare ad un'asta immobiliare è piuttosto semplice: chiunque può prendere parte ad un'asta, rispettando i requisiti di accesso. Per partecipare bisogna seguire le linee guida di chi organizza l'asta, e anticipare un pagamento iniziale che consiste in una piccola quota.

Come spiega Alfiobardolla.com per partecipare alle aste è indispensabile versare una quota di partecipazione:

“Dovrai anticipare una percentuale compresa tra il 10% e il 20% della tua offerta, una vera e propria caparra che ti verrà restituita se non ti aggiudichi l’immobile o scontata dal totale che dovrai pagare se l’immobile alla fine sarà tuo.”

Possono anche essere aggiunte alcune spese accessorie, e successivamente all'acquisto dell'immobile può essere necessario procedere con il saldo di alcune imposte relative all'immobile stesso: le imposte di registro o catastali, ipotecarie e eventuali spese di condominio se l'immobile è situato in un complesso di appartamenti.

Vincere un'asta immobiliare è possibile, e possono partecipare sia soggetti singoli che società. Alcune aste si svolgono comodamente online, mentre altre aste sono svolte in città che possono anche essere lontane dal soggetto che vuole partecipare. Per questo motivo è bene informarsi preventivamente sul funzionamento e sul regolamento dell'asta immobiliare.

Come vincere un immobile ad un'asta immobiliare

Vincere un'asta immobiliare equivale ad accaparrarsi l'immobile messo in asta, e per molti aspetti risulta essere molto più conveniente di un normale acquisto tramite compravendita. All'asta immobiliare si possono individuare strutture e abitazioni anche molto economiche, secondo il prezzo di partenza.

Come qualunque asta, chi offre di più si aggiudica l'immobile, ma ci sono alcuni accorgimenti importanti di cui tenere conto. Ad esempio risulta importante vedere di persona, se è possibile, l'immobile posto all'asta. Non è detto che un prezzo basso sia sempre vantaggioso: l'immobile potrebbe presentare diversi problemi che chi lo vince dovrà risolvere successivamente alla vincita dell'asta.

Un altro consiglio riguarda la modalità di partecipazione all'asta: è bene informarsi nel dettaglio leggendo l'intero regolamento dell'asta a cui si vuole partecipare, per capire in anticipo qual è la quota iniziale, quali sono le regole e come funziona lo svolgimento dell'asta.

Risulta altrettanto importante capire quali sono i costi aggiuntivi alla partecipazione: se sono più i costi che i benefici, è consigliato in certe situazioni rinunciare all'immobile e a partecipare all'asta giudiziaria. Inoltre risulta importante anche crearsi una base di conoscenza sul mercato immobiliare e sul valore degli immobili, per non sbagliare nella valutazione del prezzo che potrebbe acquisire un'abitazione.

Esistono dei metodi per valutare il valore di un immobile per la compravendita, anche se si tratta di un'asta. Informarsi il più possibile su questi concetti è importante per evitare di incorrere in errori e perdere più di quanto si guadagna.

Investimenti immobiliari: cosa sapere

Investire sugli immobili può essere vantaggioso, e si possono fare veri e propri affari se si conoscono alcuni trucchi del mestiere. Gli investimenti possono essere non solo relativi ad immobili ad uso abitativo, ma anche per altri tipi di strutture. Un articolo di Investire.biz spiega che è importante fare attenzione al valore di mercato dell'immobile, ma soprattutto a qual è la tipologia di immobile:

“La caratteristica fondamentale dell'investimento immobiliare è data dal fatto che l'oggetto dello stesso è un bene fisico che rimane tale nel tempo, indipendentemente dal suo valore di mercato. È anche possibile effettuare operazioni di natura squisitamente finanziaria con riferimento agli immobili senza per forza acquistare il bene.”

Vincere un immobile all'asta può essere conveniente nel momento in cui il risparmio è reale rispetto ad un normale acquisto, ma bisogna tenere conto che anche in questo caso sono presenti le imposte sulle vendite e sull'acquisto, ed è poi in alcuni casi doveroso svolgere alcuni lavori di ristrutturazione, che comportano un costo.

Su questo punto, i bonus messi a disposizione dallo stato possono dare un grande vantaggio economico nel risparmio sulle imposte: sono disponibili diversi bonus per la ristrutturazione degli ambienti, soprattutto nel caso in cui gli immobili vengono modernizzati per un maggiore risparmio di tipo energetico.

Chi investe sugli immobili necessariamente deve tenere conto del fatto che non può permettersi di spendere di più di quanto guadagna, perché andrebbe in questo modo a perderci sul lungo periodo, ma anche sul breve. Per questo è necessario informarsi e fare uno studio preventivo proprio sul settore e sull'immobile all'asta che si intende provare a vincere.

Valore degli immobili: quando aumenta?

Il valore degli immobili nel mercato immobiliare può aumentare o diminuire in base a diversi fattori. Riepiloghiamo qui alcuni di questi, a cui dare maggiore rilevanza:

  • La zona in cui si trova l'immobile: una struttura situata in città ha un valore necessariamente diverso da una posta in periferia, e il valore aumenta anche per la presenza di servizi come negozi e attività rivolti agli inquilini;

  • Ristrutturazione: un immobile ristrutturato vale molto di più, se sono applicati lavori di modernizzazione, rispetto ad uno non ristrutturato, che presenta problemi o impianti vecchi ad alto consumo energetico;

  • Il collegamento dell'immobile a mezzi di trasporto: la zona è un elemento importante anche per il collegamento a stazioni del treno, fermate dell'autobus, aeroporti;

  • Esposizione al sole: un immobile acquista più valore se si trova in una zona esposta al sole;
  • Condizioni generali dell'immobile: è importante valutare lo stato generale della struttura, la presenza eventuale di ascensori, balconi, spazi correlati come luoghi aperti, box auto e cantine;

  • Lo stato degli infissi: infissi vecchi provocano inevitabilmente un consumo maggiore per il riscaldamento dell'appartamento, mentre infissi nuovi possono favorire il risparmio. A questo proposito esiste un bonus infissi apposito per ottenere agevolazioni fiscali sul rinnovamento.

Queste sono solo alcune delle variabili che influiscono nella valutazione complessiva di un immobile, ma sono le più importanti di cui tenere conto nel momento in cui si decide se partecipare ad un'asta immobiliare per acquistare una struttura e iniziare a fare affari in questo modo.