Che fine hanno fatto gli incentivi auto 2022 promessi dal Governo Draghi nel mese di febbraio 2022? Dopo l’approvazione del DPCM – lo scorso 6 aprile 2022 – che introduce bonus e sconti fino a 5.000 euro con o senza rottamazione per tutti e senza ISEE, nessuno ha più parlato della data di partenza delle prenotazioni.

Sul piatto di sono 650 milioni di euro per i prossimi anni che saranno erogati a tutti i cittadini sottoforma di bonus per l’acquisto di auto elettriche, ibride, alimentate a benzina, diesel o GPL ma con basse emissioni. La rottamazione non è un requisito essenziale per ottenere gli incentivi auto 2022.

Finalmente qualcosa sembra sbloccarsi: c’è una data per l’avvio delle prenotazioni degli incentivi auto 2022 sulla piattaforma Ecobonus del Ministero per lo Sviluppo Economico. A quando?

Tutte le ultime notizie sugli incentivi auto 2022 con o senza rottamazione: quando arrivano, da quando si potranno prenotare, come accedere alla piattaforma Ecobonus e superare il click day.

Incentivi auto 2022: bonus fino a 5.000 euro. Quando arrivano?

Li abbiamo attesi nella Legge di Bilancio 2022, ma purtroppo il Governo non li aveva previsti. Il crollo delle vendite e delle immatricolazioni, però, ha spinto Draghi a confermare i nuovi incentivi auto 2022 anche per i prossimi anni, ma con una veste del tutto diversa.

Finalmente ci siamo (o quasi): dopo l’approvazione del DPCM che regola i nuovi incentivi auto 2022 con o senza rottamazione, con bonus fino a 5.000 euro senza ISEE per tutti, si attende ancora l’attivazione della piattaforma ministeriale per prenotare gli sconti. 

Si rischia un accumulo di richieste e un click day che potrebbe esaurire le risorse in brevissimo tempo… Per quale motivo?

Purtroppo, il ritardo nell’avvio dei nuovi incentivi auto potrebbe protrarsi ancora per qualche settimana: non se ne parlerà prima della metà di maggio, considerando che mancano ancora alcuni step. Anzitutto, il 10 aprile scorso il DPCM sugli incentivi auto è stato inviato alla Corte dei Conti, che dovrà dare un parere entro (si spera) il 5 maggio 2022.

A quel punto il decreto attuativo dei nuovi incentivi auto potrebbe essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale e dunque entrare ufficialmente in vigore. Solo dopo questa pubblicazione, si potrà procedere con l’aggiornamento della piattaforma Ecobonus del MISE. 

Incentivi auto 2022 fino a 5.000 euro per tutti. Ecco la data!

Qual è, dunque, la data di partenza dei nuovi incentivi auto 2022? Da quando si potranno prenotare gli sconti fino a 5.000 euro senza ISEE per tutti?

Sicuramente occorre attendere almeno la metà del mese di maggio: se la Corte dei Conti rispettasse i tempi e il decreto riuscire ad essere pubblicato in Gazzetta entro il 10 maggio, si potrebbero ipotizzare un paio di settimane per l’adeguamento della piattaforma prima dell’apertura delle prenotazioni.

La piattaforma Ecobonus, infatti, dovrà essere rimodernata inserendo non solo i nuovi incentivi auto 2022, ma anche gli Ecobonus moto elettriche fino a 4 mila euro, e gli incentivi per i veicoli commerciali fino a 14 mila euro. Un lavoro certosino che richiederà un po’ di tempo…

Non appena sarà pronta, la piattaforma verrà attivata e le concessionarie potranno cominciare ad effettuare le prime prenotazioni.

Incentivi auto 2022: rischio click day alla partenza. Come prenotare gli sconti?

All’apertura della piattaforma di prenotazione dei nuovi incentivi auto 2022 potrebbe verificarsi una sorta di click day: il rischio è molto elevato. 

Considerando l’esperienza passata, possiamo ipotizzare una valanga di richieste soprattutto per la fascia di emissioni comprese tra 61 e 135 grammi al chilometro. Per quale motivo?

In queste settimane di stallo, le concessionarie hanno cominciato a raccogliere le richieste dei clienti e ad accantonare i modelli incentivabili per prenotare i bonus non appena disponibili sulla piattaforma. Ma considerando che una piccola fetta sarà destinata agli incentivi per le auto a benzina, diesel o GPL, i fondi potrebbero esaurirsi molto rapidamente.

Per poterli prenotare, le concessionarie dovranno inserire sulla piattaforma Ecobonus del Mise tutti i dati necessari: solo a quel punto potranno ottenere sconti e bonus fino a 5.000 euro senza ISEE.

Incentivi auto 2022 ancora bloccati: ostruzionismo di M5S?

Qualcuno ha ipotizzato una delle possibili causa che potrebbero aver bloccato l’entrata in vigore dei nuovi incentivi auto 2022. 

Pare che alcuni deputati del Movimento 5 stelle – Azzurra Cancelleri e Giuseppe Chiazzese – abbiano avanzato un’interrogazione parlamentare facendo emergere alcune criticità sugli incentivi approvati dal Governo lo scorso 6 aprile 2022:

Le modalità di accesso agli incentivi – scrivono i grillini in una nota – generano diversi dubbi interpretativi.

Di qui la richiesta direttamente al Mise “di chiarire l’effettiva portata dei vincoli per l’accesso ai bonus”. A suscitare diversi dubbi, in particolare, sono due punti:

  • l’obbligo di consegna de veicolo acquistato entro i 180 giorni dalla stipula del contratto di acquisto (da parte della concessionaria);
  • il vincolo di proprietà di 12 mesi.

E mentre nel Governo si continua a temporeggiare l’entrata in vigore dei nuovi incentivi, i dati sulle immatricolazioni di aprile 2022 sono di nuovo crollati e la crisi del settore automobilistico preoccupa gli esperti.

Incentivi auto 2022, bonus fino a 5.000 euro senza ISEE: come funziona?

Per tutti coloro che hanno dimenticato il funzionamento dei nuovi incentivi auto 2022, facciamo un breve riassunto per comprendere quali siano le classi di emissione e i bonus associati a ciascuna di esse.

Il Governo Draghi, come anticipato, ha voluto stanziare quasi 700 milioni di euro per gli incentivi auto 2022 e non solo per i veicoli elettrici o a basse emissioni (per i quali la rottamazione non è obbligatoria): si possono acquistare a prezzo scontato anche le auto a benzina, diesel, o GPL ma solo effettuando la rottamazione di un veicolo precedente.

Per ogni classe di emissione sono stati fissati dei prezzi massimi e delle regole per la rottamazione: effettuare quest’ultima permette di accedere a sconti più elevati, anche se non è sempre necessaria.

I bonus auto vanno da 2.000 euro fino a 5.000 euro, possono essere richiesti senza ISEE, e tutti li possono ottenere a prescindere da qualsiasi altro fattore (nazionalità, residenza, o altre discriminanti).

Incentivi auto 2022: bonus elettriche, benzina, diesel e GPL. I modelli!

Il DPCM che regola i nuovi incentivi auto 2022 prevede tre classi di emissione:

  • Veicoli completamente elettrici – da 0 a 20 g/km di emissioni di CO2;
  • Veicoli ibridi o a basse emissioni – da 21 a 60 g/km di emissioni di CO2;
  • Veicoli a benzina, diesel o GPL – da 61 a 135 g/km di emissioni di CO2.

Le risorse a disposizione non sono state ripartire in modo equo: la fetta maggiore, pari a 225 milioni di euro, spetta alla fascia intermedia; mentre l’ultima classe può godere “solo” di 170 milioni di euro.

Arriviamo quindi ai bonus e agli sconti: l’acquisto di auto elettriche con prezzo da listino non superiore a 35.000 euro (+ IVA) godono di incentivi fino a 5.000 euro con rottamazione, oppure fino a 3 mila euro senza rottamazione.

I veicoli ibridi o a basse emissioni che rientrano nella classe intermedia, invece, permettono di ottenere sconti fino a 4.000 euro con rottamazione, oppure 2.000 euro senza. Il costo complessivo non deve superare i 45.000 euro (+ IVA).

Infine, per la classe di emissione più elevata (da 61 a 135 grammi al chilometro) – una delle più richieste, stando alle esperienze passate – sono previsti sconti e bonus fino a 2 mila euro ma solo con la rottamazione di un veicolo precedente. Il prezzo da listino non deve superare i 35.000 euro (+ IVA).