Incentivi auto 2022: finalmente al via la possibilità di ottenere uno sconto sull’acquisto di veicoli elettrici ed ibridi. E si parla di cifre elevatissime, fino a 5.000 euro totali!

Finalmente è ufficiale, i tanto attesi ecoincentivi 2022 sono davvero in partenza.

Dopo la pubblicazione del Decreto 6 aprile, da parte del Consiglio dei Ministri, infatti, si attendeva ancora la firma della Corte dei Conti.

Firma che è finalmente arrivata, e che ha dato quindi il via alla possibilità di ottenere gli sconti previsti.

Ci sarà anche un click day, ossia un giorno in cui verrà finalmente attivata la piattaforma ufficiale relativa agli incentivi auto. Attraverso tale piattaforma, sarà finalmente possibile prenotare gli sconti previsti.

In questo articolo ci occuperemo nel dettaglio dei nuovi incentivi per veicoli elettrici (e non) previsti per l’anno corrente.

Scopriremo a quanto ammontano con esattezza per i differenti modelli, anche se sappiamo già benissimo quale sarà la cifra massima. Il Governo Draghi concederà fino a ben 5.000 euro totali!

Incentivi auto: possibile click day, ecco la data!

Prima di iniziare, vogliamo segnalare agli interessati un video YouTube, a cura di DriveK, che si è occupato del nostro argomento di interesse, gli incentivi auto 2022.

Tornando a noi, la prima notizia che ha destato interesse negli ultimi giorni è quella relativa ad un possibile click day per dare il via alle prenotazioni.

Insomma, ci sarà una data specifica in cui la piattaforma di prenotazione per gli incentivi auto verrà resa disponibile dal MITE. E sarà proprio in tale data che prenderanno avvio le prenotazioni deli ecoincentivi.

Tuttavia, la nuova normativa relativa agli ecoincentivi non è stata ancora pubblicata in Gazzetta Ufficiale. In mancanza di tale pubblicazione, non potremo ancora fruire degli sconti sui veicoli sostenibili.

Per tale ragione, purtroppo, la data esatta dell’inizio delle prenotazioni non è stata ancora ufficializzata. Alcune notizie sul web riportano come probabile click day il prossimo 16 maggio.

Dunque, nonostante qualche intoppo, mancano ufficialmente solo pochissimi giorni: a breve potremo fruire degli incentivi auto e veicoli elettrici.

Incentivi auto e veicoli elettrici: tutto nelle mani dei rivenditori!

Il click day per prenotare gli incentivi auto 2022 non riguarderà comunque chi vorrà acquistare un’auto elettrica o ibrida o altro veicolo green.

Dobbiamo infatti specificare che, in questa fase iniziale, tutta la procedura di richiesta degli sconti è totalmente nelle mani delle concessionarie.

Saranno infatti i rivenditori ad avere accesso alla piattaforma ufficiale degli incentivi auto (e non solo), e spetta a loro il compito di prenotare gli sconti.

Non si tratta comunque di una novità: già nel 2021 il funzionamento degli incentivi auto era analogo.

In altre parole, il giorno del click day ufficiale i rivenditori di auto e veicoli dovranno prenotare il proprio set di sconti da poter poi erogare ai clienti.

Dunque, dopo il click day, si dovrà attendere qualche giorno per poter acquistare i veicoli in sconto.

In ogni caso, i rivenditori hanno un termine per poter erogare gli ecoincentivi. Dalla data di prenotazione degli sconti, infatti, non dovranno passare più di 180 giorni per l’erogazione degli incentivi.

Importi esatti dei nuovi incentivi auto: veicoli green

Anche se il funzionamento degli incentivi auto e veicoli elettrici attivati quest’anno è molto simile a quello del 2021, ci sono comunque alcune differenze.

Rispetto all’anno precedente, infatti, cambiano i prezzi concessi relativi alle quattro ruote: analizziamoli insieme nel dettaglio.

Innanzitutto, i veicoli oggetto di ecoincentivi sono stati suddivisi in differenti categorie, che variano a seconda delle emissioni di anidride carbonica per chilometro.

In altre parole, lo sconto concesso dipenderà da tali emissioni: automobili total green non inquinanti, ovviamente, otterranno gli incentivi di importo maggiore.

La prima categoria di incentivi auto elettriche riguarda infatti quelle a zero emissioni, o con emissioni basse, fino a 20 grammi al km. In questo caso, si avrà diritto all’incentivo maggiore, pari ad uno sconto da 3.000 euro.

Tuttavia, tale cifra può essere maggiorata. Se insieme all’acquisto si rottamerà una vecchia auto inquinante, si potranno ottenere 2.000 euro di sconto in più.

Per ottenerli, la rottamazione deve rispettare un requisito: la vecchia automobile deve essere di classe Euro 5 inferiore.

Ultimo requisito da rispettare? Per ottenere lo sconto massimo è che l’auto a zero (o bassissime) emissioni nuova dovrà avere un costo di listino non superiore ai 35.000 euro. Il prezzo si intende comunque IVA esclusa.

Incentivi auto per veicoli con emissioni dai 21 gr/km

Ma abbiamo già detto che gli incentivi auto 2022 verranno suddivisi in tre differenti fasce di sconto. Questo significa che avranno diritto agli ecoincentivi anche coloro che decideranno di acquistare un veicolo ibrido o comunque ad emissioni non elevatissime.

La seconda fascia, ad esempio, è pensata per i veicoli le cui emissioni al km siano comprese tra i 21 grammi ed i 60.

In questo caso, però, lo sconto si riduce a 2.000 euro massimi. Se, poi, si deciderà di rottamare un veicolo di classe Euro 5 o altra classe inferiore, si potrà ottenere uno sconto aggiuntivo di 2.000 euro ulteriori.

Dunque, per le auto appartenenti alla seconda categoria di emissioni, lo sconto totale è pari a 4.000 euro.

Anche in questo caso, sono imposti dei limiti al prezzo di listino del nuovo acquisto, che non potrà superare i 45.000 euro IVA esclusa.

Abbiamo poi un’ultima fascia di sconto, che riguarda i veicoli endotermici ad emissioni non elevate. Si tratta in altre parole di tutte quelle auto che hanno emissioni di anidride carbonica comprese tra i 61 ed i 135 grammi al km.

Per le automobili endotermiche, gli incentivi auto si abbassano notevolmente. Infatti, è previsto uno sconto massimo di 2.000 euro, che non può essere innalzato in alcun modo.

Infatti, per l’acquisto di auto endotermica sarà possibile ottenere lo sconto sul nuovo acquisto solo provvedendo a rottamare la propria vecchia auto di classe Euro 5 o inferiore.

Il prezzo di acquisto del nuovo mezzo, in questo caso, non deve superare i 35.000 euro IVA esclusa.

Incentivi veicoli elettrici: non solo mezzi a quattro ruote!

Fino ad ora, ci siamo occupati solamente degli incentivi auto. In realtà, però, gli ecoincentivi confermati per l’anno corrente non riguarderanno soltanto i veicoli a quattro ruote.

Il Governo ha infatti stabilito l’erogazione di sconti anche per mezzi a due e tre ruote, oltre che di veicoli con motore di piccola cilindrata.

Gli incentivi in questione sono noti ai più col nome di “bonus moto” e concederanno degli sconti di importo inferiore rispetto agli incentivi auto elettriche e a basse emissioni.

Chi, infatti, ha intenzione di acquistare una moto, un mezzo a tre ruote o di bassa cilindrata, potrà contare su uno sconto massimo da 3.000 euro.

Sconto che va calcolato sul prezzo del nuovo mezzo a basse emissioni: sarà pari al 30% di tale prezzo.

Nel caso in cui si abbia a disposizione un mezzo da rottamare, comunque, gli incentivi per mezzi a due ruote salgono a 4.000 euro totali.

Sono ammessi a questa seconda tipologia di ecoincentivo i veicoli appartenenti alle seguenti categorie: L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e.

Segnaliamo ai lettori interessati a questi nuovi incentivi relativi alle moto che abbiamo dedicato ad essi un recente articolo: Nuovo bonus da 4.000€ al via: ecco come puoi averlo subito.

Ne consigliamo dunque la lettura per maggiori informazioni.