Se hai un handicap grave o una malattia di entità grave oppure conosci qualcuno che presenta queste condizioni, potresti avere la possibilità di accedere al nuovo bonus da 3.000 euro predisposto da parte dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale, nei confronti di coloro che rispondono a determinati requisiti di accesso.

A questo proposito, in seguito alla pubblicazione del nuovo bando di concorso INPS sui contributi per handicap grave, contributi per grave malattia pubblicato lo scorso mercoledì 22 dicembre di quest’anno, l’Istituto ha fornito una serie di indicazioni e di informazioni operative che consentiranno di comprendere come poter accedere al bonus da 3.000 euro.

In tal senso, nel seguente articolo, parleremo in maniera dettagliata di tutte le caratteristiche e degli aspetti peculiari che contraddistinguono effettivamente il nuovo bonus da 3.000 euro gestito da parte dell’Istituto INPS in riferimento ai fondi appartenenti al Fondo IPOST. 

Si tratta, effettivamente, di una serie di contributi economici che vanno così ad aggiungersi alle varie misure che sono state già disposte e stabilite da parte della squadra dell’esecutivo con a capo il Presidente del Consiglio dei Ministri, Mario Draghi, per fronteggiare al meglio la crisi conseguente all’ulteriore aumento dei contagi legati al Coronavirus, che purtroppo si sta verificando anche in queste ultime settimane del mese di dicembre.

Proprio per questo motivo, all’interno del seguente articolo, saranno offerte ed approfondite tutte le peculiarità dei contributi previsti e indirizzati a coloro i quali presentano degli handicap o delle malattie gravi, così da comprendere anche quali sono i requisiti e le condizioni che dovranno essere obbligatoriamente rispettate al fine di ottenere l’erogazione completa di tali benefici.

Chi potrà accedere ai contributi INPS da 3.000€ per chi ha handicap?

Facendo riferimento al testo relativo al bando di concorso relativo ai contributi per handicap grave e contributi per grave malattia, all’articolo 1 è possibile evidenziare la distinzione di ben tre figure differenti che si riferiscono ai cosiddetti soggetti del concorso: il titolare del diritto, il beneficiario e anche il soggetto richiedente.

A questo proposito, per quanto riguarda la figura specifica del titolare del diritto, questo corrisponde ad un soggetto che rientra effettivamente in una delle seguenti condizioni o categorie: lavoratore dipendente che svolge un’attività presso il Gruppo Poste Italiane S.p.A.; lavoratore dipendente ex IPOST, la cui busta paga è sottoposta alla trattenuta mensile dello 0,40%; cittadino pensionato appartenente alla Gestione ex IPOST, che risulta essere titolare di una pensione diretta, indiretta oppure di reversibilità.

Per quanto concerne, invece, il soggetto che potrà effettivamente beneficiare dei contributi, questi sono il coniuge oppure il cittadino unito civilmente e anche gli eventuali figli, purché siano conviventi o domiciliati presso delle strutture di cura e di assistenza, il quale dovrà essere necessariamente in possesso di tutte le condizioni di accesso previste per ottenere la prestazione in esame.

Come cambiano gli importi dei contributi INPS per chi ha un handicap 

Seguendo le indicazioni fornite all’interno dell’articolo 3 e dell’articolo 4 è possibile osservare alcune specifiche in relazione anche agli importi che potranno assumere gli aiuti previsti da parte dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale in favore dei titolari del diritto.

A questo proposito, per quanto riguarda l’ammontare complessivo dell’importo cambierà sulla base del valore ISEE di riferimento del nucleo familiare.

Dunque, coloro i quali appartengono ad un nucleo familiare, il cui ISEE non supera il limite di 12 mila euro, potranno avere diritto all’assegno completo previsto per questa tipologia di contributo, ovvero tre mila euro.

Mentre, per quanto riguarda coloro che appartengono alla fascia ISEE compresa tra 12.000,01 euro e 24.000 euro e quella compresa tra € 24.000,01 e € 32.000 euro, questi potranno accedere ai contributi dal valore rispettivamente da 2.000 euro e da 1.000 euro.

Infine, per chi invece presenta la domanda ed ha un valore ISEE superiore a 32 mila euro oppure la Dichiarazione Sostitutiva Unica non risulta essere valida, il contributo INPS previsto sarà pari a 500 euro.

Le caratteristiche dei nuovi aiuti INPS di 3.000€ per chi è malato

Prima di procedere con il riepilogo dei requisiti per poter accedere al sostegno economico dal valore massimo di 3.000 euro predisposto da parte dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale nei casi in cui si tratti di soggetti che presentano handicap oppure una malattia grave, è necessario sottolineare alcune precisazioni.

A questo proposito, infatti, secondo quanto emerge chiaramente all’interno dell’articolo 2 sull’oggetto di concorso, è stato evidenziato che si tratta di contributi che potranno essere erogati fino all’esaurimento completo del budget messo a disposizione per questa categoria di soggetti, il quale corrisponde a ben 320 mila euro per i contributi per chi è affetto da grave malattia, e di 180 mila euro per chi invece richiede la prestazione handicap grave. 

Inoltre, è opportuno anche precisare che questi contributi economici dell’Istituto INPS non potranno essere considerati compatibili con il beneficio economico che invece è stato corrisposto in favore di coloro che hanno presentato la richiesta per accedere al bando di concorso cosiddetto “Long term care - Ricoveri in strutture residenziali”.

Chi può presentare richiesta per accedere ai bonus INPS 3.000€

In riferimento a quanto espresso all’interno dell’articolo 1 nonché all’articolo 6 del bando di concorso dell’Istituto INPS predisposto al fine di elaborare un’apposita graduatoria per il conferimento degli aiuti indirizzati a quei soggetti che sono stati colpiti da malattie o da handicap di grave entità, è possibile identificare sia la figura che potrà presentare l’apposita richiesta che anche le modalità che dovranno essere rispettate per la trasmissione delle domande.

A questo proposito, quando si parla di soggetto richiedente si intende effettivamente quella persona che potrà presentare e inviare la domanda di partecipazione al bando di concorso INPS.

Questa figura potrà essere inclusa tra le seguenti categorie di persone: il titolare del diritto; il cittadino che risulta essere coniugato o unito civilmente al titolare del diritto oppure l’altro genitore, anche se non coniugato (in alcuni casi particolari); il soggetto tutore del beneficiario del diritto; ma anche l’orfano maggiorenne del soggetto titolare del diritto. 

Come fare la domanda per avere il bonus 3.000€ per i malati

Per quanto riguarda la procedura che dovrà essere rispettata ai fini di poter effettuare la richiesta ed accedere effettivamente al bonus INPS da 3.000 euro, è necessario presentare l’apposita istanza digitando la dicitura “Domanda Gravi Malattie e Handicap grave” all’interno del motore di ricerca del portale istituzionale disponibile al link www.inps.it e cliccando successivamente relativa scheda servizio. 

In tal senso, una volta che il cittadino ha provveduto ad effettuare l’apposita l’autenticazione attraverso una tra le credenziali SPID, CIE e CNS, in suo possesso, potrà procedere con l’inserimento della domanda che dovrà essere compilata e confermata.

Un’ulteriore precisazione, invece, riguarda il periodo in cui potrà essere trasmessa effettivamente la richiesta per il bonus da 3.000 euro per i cittadini che presentano un handicap oppure una malattia grave. A questo proposito, l’istanza dovrà essere trasmessa da parte del soggetto richiedente la prestazione a partire dalla data del 17 gennaio del prossimo anno, dunque del 2022 alle ore 12, fino alle ore 23.59 del giorno 28 febbraio 2022.