Mario Draghi ha confermato alcuni bonus da richiedere senza la presentazione dell’ISEE 2021: si tratta di bonus famiglia destinati a tutti i nuclei familiari a prescindere dal reddito. Questi importanti sostegni economici vengono erogati a fronte della presenza di figli molto piccoli all’interno della famiglia, oppure a fronte di una famiglia allargata. 

Mentre per richiedere il bonus vacanze 2021, oppure per ottenere le agevolazioni sul mutuo prima casa per giovani under 36 è stato fissato un tetto massimo di ISEE superato il quale non si può avere accesso ai benefici, esistono numerosi bonus famiglia che sono stati pensati per tutti, a prescindere dai livelli patrimoniali o reddituali.

Ecco quali sono i 6 bonus famiglia senza ISEE confermati dal premier Draghi e da richiedere subito: il bonus mamma domani, il bonus asilo nido, il bonus bebè e l’assegno unico per i figli a carico. Come si effettua la domanda, quali sono i requisiti e gli importi: qui trovi tutte le informazioni utili.

Bonus famiglia senza ISEE: bonus mamma domani 2021

Il bonus mamma domani è stato confermato per tutto il 2021: le neo mamme che hanno messo al mondo un bambino nell’ultimo anno, lo hanno preso in affidamento o lo hanno adottato possono richiedere questo beneficio da 800 euro una tantum. Il bonus mamma domani rientra tra i bonus da richiedere senza ISEE nel 2021, in quanto viene erogato e assegnato a prescindere dai livelli patrimoniali o reddituali.

Come spiega il sito ufficiale dell’Inps in merito al bonus mamma domani:

Il premio alla nascita di 800 euro (bonus mamma domani) viene corrisposto dall’INPS per la nascita o l’adozione di un minore, a partire dal 1° gennaio 2017.

Per ottenere il beneficio, però, è necessario presentare che la domanda venga effettuata dalla futura madre al compimento del settimo mese di gravidanza (inizio dell’ottavo) o alla nascita, adozione o affidamento preadottivo.

A chi spetta e come funziona

Il bonus mamma domani, o premio alla nascita, ha un importo fisso di 800 euro una tantum. Il beneficio, da richiedere senza la presentazione dell’ISEE, spetta alle future mamme o neo mamme nei seguenti casi:

  • dal settimo mese di gravidanza (inizio ottavo mese);
  • dopo il parto, anche se avvenuto prima dell'inizio dell’ottavo mese;
  • in caso di adozione nazionale o internazionale di un minore, ai sensi della legge numero 184 del 1983;
  • in caso di affidamento preadottivo nazionale ai sensi dell’articolo 22, comma 6 della suddetta legge o in caso di affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’articolo 34,della medesima legge di cui sopra.

La domanda per ottenere il bonus mamma domani va effettuata – direttamente sul sito dell’Inps – entro un anno dall’ingresso del bambino in famiglia: il bonus 800 euro viene erogato in un’unica soluzione. Per maggiori informazioni ti consiglio di legge l’articolo dedicato al bonus mamma domani 2021, con tutta la documentazione necessaria per richiedere il beneficio.

Bonus famiglia senza ISEE: bonus asilo nido 2021

Il bonus asilo nido è stato istituito nell’ambito della normativa a sostegno del reddito delle famiglie, articolo 1, comma 355, legge 11 dicembre 2016, n. 232:

ai figli nati dal 1° gennaio 2016 spetta un contributo di massimo 1.000 euro, per il pagamento di rette per la frequenza di asili nido pubblici e privati autorizzati e di forme di assistenza domiciliare in favore di bambini con meno di tre anni affetti da gravi patologie croniche.

In seguito l’importo è stato innalzato fino a 3.000 euro per ciascun figlio, ma il bonus asilo nido deve essere utilizzato per pagare la retta di iscrizione a scuola del bambino che beneficia dell’agevolazione.

L’importo base del bonus asilo nido è di 1.500 euro, e viene erogato dalla nascita del bambino (o dal suo ingresso in famiglia) fino al compimento dei tra anni. Il genitore (o colui che richiede il beneficio) deve indicare il numero di mesi di frequenza scolastica del figlio per i quali sta richiedendo il beneficio.

Nonostante si tratti di un bonus da richiedere senza ISEE, il bonus asilo nido ha un importo variabile al variare del reddito familiare: quando quest’ultimo cresce il beneficio diminuisce, e viceversa.

Gli importi del bonus asilo nido 2021

Qualora venga richiesto il bonus asilo nido senza la presentazione dell’ISEE, l’Inps provvede a erogare un importo pari a 1.500 euro all’anno (ovvero 136,37 euro al mese). Se, invece, la famiglia decide di presentare – all’atto della domanda – anche l’ISEE minorenni, allora l’importo viene maggiorato come segue. Conferma il sito dell’Inps:

In assenza dell’indicatore valido o qualora il bonus sia richiesto dal genitore che non fa parte del nucleo familiare del minorenne, verrà conteggiata la rata spettante in misura non superiore a 1.500 euro annui (136,37 euro mensili).

Gli importi variano al variare del reddito della famiglia:

  • con un ISEE fino a 25 mila euro spetta un bonus asilo nido di massimo 3 mila euro;
  • con un ISEE compreso tra 25.001 euro fino a 40 mila euro spetta un bonus asilo nido di massimo 2.500 euro;
  • con un ISEE di oltre 40 mila euro spetta un bonus asilo nido di massimo 1.500 euro.

Per poter richiedere il bonus asilo nido è necessario soddisfare tutti i requisiti richiesti dall’Inps e presentare la richiesta entro la mezzanotte del 31 dicembre 2021.

Bonus famiglia senza ISEE: bonus bebè 2021

Un altro bonus famiglia da richiedere senza ISEE è il bonus bebè 2021, detto anche assegno alla nascita. La misura è stata introdotta dalla Legge di stabilità del 2015 per il triennio 2015-2017, e poi confermata anche dalle successive Leggi di Bilancio. Il bonus si può ottenere anche per tutto il 2021, ma soltanto in presenza di alcuni requisiti.

Il bonus bebè, infatti, spetta a quelle famiglie che hanno al loro interno uno o più bambini nati, adottati o presi in affido a decorrere dal 1° gennaio 2021 e fino al 31 dicembre 2021. In merito alla durata del beneficio, chiarisce Inps:

L’assegno è annuale e viene corrisposto ogni mese fino al compimento del primo anno di età o del primo anno di ingresso nel nucleo familiare a seguito di adozione o affidamento preadottivo.

Gli importi del bonus bebè 2021

Facendo domanda senza la presentazione dell’ISEE, avrai diritto a un bonus bebè pari a 960 euro all’anno (ovvero 80 euro al mese), mentre previa presentazione dell’ISEE potrai ottenere un bonus modulato in base al reddito familiare.

Il bonus bebè ha un importo variabile al variare dell’ISEE, come segue:

  • per le famiglie con ISEE minorenni non superiore a 7.000 euro all’anno è previsto un bonus pari a 1.920 euro o 2.304 euro annui (a seconda che si tratti del primo figlio o dei successivi al primo);
  • per le famiglie con ISEE minorenni compreso tra 7.001 euro all’anno e non superiore a 40.000 euro all’anno spetta un bonus di 1.440 euro o 1.728 euro annui la differenza riguarda il primo figlio e i successivi);
  • per le famiglie con un ISEE minorenni superiore a 40.000 euro all’anno è previsto un bonus pari a 960 euro o 1.152 euro annui (sempre distinguendo l'importo per il primo figlio e per i successivi).

Sono previste maggiorazioni del 20% in caso di figlio successivo al primo, nato tra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2021. Ricordiamo che per beneficiare del bonus bebè 2021 è necessario presentare la domanda entro la scadenza prevista dall’Inps:

La domanda deve essere presentata entro 90 giorni dalla nascita o dalla data di ingresso del minore affidato o adottato nel nucleo familiare.

Bonus famiglia senza ISEE: assegno unico per i figli a carico

Arriviamo a presentare l’ultimo bonus famiglia senza ISEE da richiedere nel 2021 e nel 2022: il nuovo assegno unico per i figli a carico dovrebbe entrare a pieno regime dal 1° gennaio 2022, ma è previsto un bonus “ponte” a partire dal 1° luglio 2021.

Approvato sia dalla Camera sia dal Senato, l’assegno unico universale è destinato alle famiglie dal settimo mese di gravidanza e fino al 21esimo anno di età del figlio a carico. 

Gli importi saranno variabili al variare dell’ISEE (qualora presentato), ma per conoscere in via definitiva occorre attendere il decreto attuativo: quello che ad oggi sappiamo è che richiedendo il bonus senza ISEE l’importo massimo è di 250 euro. Sono previste anche delle maggiorazioni per i figli successivi al primo e per i figli portatori di disabilità accertata. In caso di figlio maggiorenni, dai 18 ai 21 anni, l’assegno verrà erogato soltanto qualora questi ultimi siano iscritti a un corso universitario, un percorso di formazione scolastica o professionali o siano disoccupati.

L’assegno unico, inoltre, andrà a sostituire una serie di agevolazioni per le famiglie: verranno gradualmente inglobati nel nuovo assegno il bonus bebè e il premio alla nascita, mentre il bonus asilo nido e il Reddito di Cittadinanza saranno compatibili con l’assegno unico.

Per ulteriori informazioni ti consiglio di leggere il nostro articolo dedicato all’Assegno unico per i figli a carico 2021.

Bonus senza ISEE 2021: cashback e lotteria degli scontrini

Se ciò non bastasse, due ulteriori bonus da richiedere senza ISEE sono il cashback di Stato e la lotteria degli scontrini. Inseriti nel piano Italia Cashless, queste misure vogliono incentivare i pagamenti elettronici e combattere l’evasione fiscale.

Il cashback ti permette di ottenere il rimborso del 10% sugli acquisti effettuati, a fronte di un minimo di 50 transazioni a semestre. Inoltre, grazie al supercashback puoi vincere fino a 1.500 euro aggiuntivi: dovrai rientrare, però, tra i primi 100 mila cittadini che hanno effettuato il numero più alto di transazioni elettroniche. Qui trovi i consigli per scalare la classifica del supercashback in modo legale.

La lotteria degli scontrini, invece, è un gioco fiscale a premi che ti permette di partecipare alle estrazioni settimanali, mensili e a quella annuale grazie agli acquisti effettuati per vincere premi fino a 5 milioni di euro. Ogni euro di spesa permette di accumulare un biglietto e di partecipare alle singole estrazioni. Qui trovi tutte le informazioni utili per aderire alla lotteria degli scontrini.