Da pochi giorni è entrato il mese di febbraio, si ricomincia dunque a parlare dei pagamenti che l'INPS dovrà erogare in relazioni a sussidi, bonus e pensioni.

Andiamo dunque a conoscere nel dettaglio il calendario dei pagamenti di questo mese, tenetevi pronti a cerchiare in rosso le date di vostro interesse.

Tra i sussidi e bonus erogati come ogni mese ci saranno il Reddito di Cittadinanza, l'indennità di disoccupazione Naspi, oltre che all'Assegno unico ed il Bonus Irpef, conosciuto anche con il nome Bonus Renzi, infine le pensioni.

Ricordo inoltre che per conoscere i giorni esatti in cui le prestazioni verranno erogate si dovrà far riferimento al fascicolo previdenziale del cittadino direttamente sul sito dell'INPS.

Per poterlo fare ci si dovrà autenticare tramite SPID o Carta di identità elettronica, non più presente dallo scorso ottobre il vecchio sistema che prevedeva il login tramite il PIN INPS.

Per coloro che non si fossero ancora muniti dello SPID o della nuova Carta di Identità, potrà chiamare il contact center dell'istituto di previdenza e farsi rilasciare un codice di accesso temporaneo il quale permetterà l'accesso al portale INPS.  

Entriamo ora nel dettaglio del calendario dei pagamenti INPS oltre che ad alcune novità portate con l'inizio del nuovo anno a diverse prestazioni.

Per chi fosse interessato al tema di seguito un interessante video pubblicato dalla redazione di Speedy News italia.

INPS, pensioni di marzo pagate in anticipo, ma c'è la novità Green Pass!                                                         

Cominciamo dalle pensioni, prestazione di febbraio già erogata a partire dallo scorso 26 gennaio in linea con l'Ordinanza numero 849 del Capo della Protezione Civile che ormai da circa 2 anni chiede all'INPS il pagamento delle pensioni anticipato.

Anticipo confermato anche per le pensioni di marzo, calendarizzate a partire dal 23 di febbraio per concludersi massimo entro il 1 marzo.

Sistema quello dei pagamenti anticipati in vigore ormai da circa due anni e cioè da quando è cominciata l'emergenza pandemica da Covid-19.

Il motivo di tale misura, come spiega il testo dell'ordinanza è semplice.

I pagamenti anticipati di pensioni e assegni INPS sono stati disciplinati attraverso un calendario che prevede a seconda della lettera del proprio cognome la data di convocazione per il ritiro della pensione presso l'ufficio postale di competenza, appunto per controllare il flusso di persone, evitare gli agglomeramenti e quindi proteggere gli anziani pensionati, la fascia più debole della società dalla diffusione dei contagi da Covid-19.

 Ecco il motivo per il quale il ritiro della prestazione previdenziale avviene in anticipo e seguendo il modello a scaglioni, quasi certamente la misura varrà anche per il mese di aprile visto il protrarsi dello stato di emergenza fino al 31 marzo.

La novità del mese però non è tato rappresentato dal pagamento anticipato, misura in vigore ormai da quasi due anni, ma dall'obbligo del Green Pass base per accedere all'ufficio postale.

La misura, introdotta dall'ultimo Dpcm è entrata in vigore dal 1 di febbraio, quindi pensionati e non, chiunque avesse necessità di recarsi presso alle Poste per una qualsiasi tipologia di prestazione, che va dalla consulenza, al ritiro di denaro contante presso lo sportello o appunto al ritiro della pensione dovrà munirsi di Green Pass base, quello derivante dal tampone, ovviamente nessun problema invece per chi è munito del Super Green Pass rilasciato a chi si è sottoposto all'intero ciclo vaccinale.

INPS, pagamenti febbraio 2022: reddito di cittadinanza. Doppia ricarica in vista!

Novità per in arrivo per i percettori del Reddito e della Pensione di cittadinanza, per i quali le date alle quali fare riferimento per la ricarica della carta di credito dedicata sono sempre le stesse, ma per qualcuno potrebbe esserci una sorpresa e ricevere l'assegno con qualche giorno di anticipo.

Partiamo da coloro che hanno presentato la domanda per la richiesta del sussidio nel mese di gennaio o per coloro che vengono dalla fine del 19esimo mese di stop previsto dal RdC, ma che hanno mantenuto il diritto a riceverlo, bene in questo caso, indicativamente, le date da segnare in calendario sono quelle del 14 e 15 di febbraio 2022.

Coloro che invece sono in attesa di una ricarica successiva alla prima, la data del pagamento INPS è come sempre quella del 27 del mese, che però visto che cadrà di domenica potrebbe essere anticipata o posticipata al 25 o al 28 febbraio, per il momento l'INPS non ha effettuato ancora alcun tipo di comunicazione a riguardo.

Da segnalare che per chi ne avrà diritto la ricarica anche questo mese potrebbe essere doppia, vista l'erogazione con le stesse modalità previste per il RdC , dell'Assegno unico.

INPS, continuano i pagamenti dell'assegno unico, si è ancora in tempo per ricevere gli arretrati

Febbraio sarà l'ultimo mese in cui verrà erogato l'Assegno unico nella sua forma provvisoria.

Importante sottolineare che per ricevere l'Assegno unico universale, per il quale è previsto il primo accredito nel mese di marzo, sarà necessario presentare l'ISEE aggiornato al 2022.

Le domande per la nuova misura destinata a famiglie con figli a carico fino all'età di 21 anni sono state aperte dal 1 gennaio, per tutti coloro che la effettueranno entro il 30 giugno, avranno diritto alle mensilità arretrate a partire da gennaio 2022.

Il pagamento per il mese di febbraio della misura ponte sarà erogato dall'INPS sul conto corrente di lavoratori dipendenti, autonomi e disoccupati questo nel momento in ci sia stata la comunicazione dell'IBAN nel momento della domanda.

Come già scritto nel paragrafo precedente invece, per i percettori del RdC, l'accredito arriverà direttamente sulla carta di credito dove normalmente si riceve il sussidio, in maniera automatica, ciò significa che non ci sarà bisogno di effettuare la domanda.

Le date previste per il pagamento dell'Assegno unico sono il 26 ed il 27 del mese.

Coloro che percepiscono il RdC avranno diritto all'importo massimo previsto dalla nuova misura in aiuto delle famiglie con figli a carico.

INPS, pagamenti febbraio 2022: disoccupazione Naspi e DIS-COLL

Eccoci all'indennità di disoccupazione Naspi e DIS-COLL, quando aspettarsi il pagamento da parte dell'INPS per il mese di febbraio 2022?

L'INPS nell'area riservata di alcuni cittadini ha già reso note le date che sono il 4 febbraio che fanno riferimento però alle competenze del mese di dicembre 2021.

La mensilità di gennaio invece dovrebbe essere erogata a partire dalle date comprese tra il 7 ed il 9.

I pagamenti mensili, in ogni caso, dovrebbero avvenire entro il 15 del mese successivo: tenete d’occhio, quindi, la settimana dal 9 al 16 febbraio 2022.

Pagamenti INPS 2022: date e novità del bonus IRPEF

Infine occupiamo del bonus IRPEF, ex Bonus Renzi da 100 euro.

L'INPS ha ricordato ancora una volta che il Bonus verrà erogato oltre che ai lavoratori dipendenti, anche a i percettori della Naspi e dell'Ape sociale che però abbiano una sogli di reddito annuo (il riferimento è alle due ultime categorie, disoccupati e pensionati) inferiore a 8.174 euro.

La comunicazione ha l'obiettivo di far chiarezza e prevenire i reclami da parte di quei cittadini ai quali verrà bloccata l'erogazione a causa del superamento delle soglie di reddito.

Per quanto riguarda i pagamenti INPS, invece, l’importo del Bonus IRPEF riferito alla mensilità di gennaio entrerà nelle tasche degli italiani da febbraio, entro la fine del mese, o al massimo nei primi giorni di marzo 2022.