Invalidità civile 2022: INPS cambia procedura! Come averla?

L’Istituto Nazionale Previdenza Sociale ha finalmente comunicato la nuova procedura attraverso il quale i cittadini potranno provvedere alla richiesta per accedere all’assegno di invalidità civile INPS. Vediamo, quindi, come funziona il nuovo sistema di richiesta e quali sono i requisiti e le condizioni che dovranno essere rispettate per poter usufruire dell’assegno dell’invalidità civile.

Image

In riferimento al nuovo messaggio numero 926 recentemente pubblicato da parte dell'Istituto Nazionale Previdenza Sociale all’interno del portale istituzionale ufficiale in data 25 febbraio di questo nuovo anno, sono arrivate finalmente delle rilevanti novità e modifiche in riferimento alle modalità di richiesta per poter accedere all'assegno di invalidità civile

Si tratta, a questo proposito, di modifiche relative in particolar modo alle effettive modalità e procedure di carattere operativo, attraverso cui i cittadini italiani di qualsiasi età che risultano essere intenzionati ad ottenere il riconoscimento della cosiddetta invalidità civile nonché usufruire dei suoi benefici, potranno presentare non soltanto la domanda di accesso ma anche la documentazione volta a verificare e attestare la sussistenza di tutti i requisiti e le condizioni previste.

In questo contesto, dunque, occorre quindi comprendere al meglio quali saranno le nuove modalità di tipo non soltanto organizzativo ma anche procedurale, che i cittadini italiani residenti nel territorio nazionale, dovranno necessariamente prendere in considerazione affinché possano ottenere il beneficio dell’invalidità civile nel corso dell’anno 2022.

Dunque, in questo senso, all’interno del seguente articolo, saranno effettivamente approfonditi tutti i dettagli in merito alle caratteristiche e alle peculiarità che attualmente contraddistinguono un assegno legato all’invalidità civile, in maniera tale da comprendere chi potrà ottenere l’erogazione e il riconoscimento del sostegno economico.

Per questo motivo, nei prossimi paragrafi, in effetti saranno anche resi noti gli approfondimenti in merito alle nuove procedure e al nuovo sistema di richieste per poter ottenere l’invalidità civile INPS nel corso dell’anno 2022.

Ultim’ora INPS sull’invalidità civile: quali sono tutte le novità del 2022

Come anticipato già durante l’introduzione al seguente articolo, l’Istituto Nazionale Previdenza Sociale ha deciso di rendere nota attraverso la pubblicazione del nuovo messaggio numero 926 in data del 25 febbraio 2022, la notizia dell’ultima ora INPS in riferimento all’assegno dell’invalidità civile riguarda proprio le nuove modalità sia di carattere organizzativo che procedurale, che potrebbe andare a coinvolgere la procedura di richiesta per poter ottenere il riconoscimento dell’invalidità civile.

Dunque, l’assegno dell’invalidità civile, il quale rappresenta ancora oggi un importante aiuto riconosciuto nei confronti di una determinata platea di cittadini italiani, a seguito di un accurato accertamento delle condizioni e dei requisiti previsti, anche nel 2022 è stato interessato da novità di fondamentale importanza.

Si tratta, in questo caso, non soltanto di modifiche e di cambiamenti che sono stati apportati in riferimento agli importi che saranno erogati nei confronti dei cittadini risultati idonei effettivamente a poter accedere all'assegno di invalidità civile, ma anche di decisioni rilevanti ai fini di provvedere alla presentazione della richiesta per ottenere il beneficio così come anche l’accertamento delle effettive condizioni necessarie per poterne beneficiare.

Cosa cambia per l’assegno di invalidità civile INPS nel 2022

Il messaggio numero 926 pubblicato da parte dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale, dunque, rappresenta un importante novità e cambiamento che coinvolgerà da un lato tutti quei cittadini che hanno già avuto il riconoscimento dell’assegno di invalidità civile INPS ma che sono comunque tenuti a dimostrare periodicamente la sussistenza delle condizioni obbligatorie per l’accesso.

Allo stesso tempo, dall’altro lato, i cambiamenti che sono stati apportati all’assegno di invalidità civile INPS riguarderà in particolare modo anche tutti quei cittadini che sono intenzionati a procedere per la prima volta all’elaborazione della richiesta da inviare all’Istituto Nazionale Previdenza Sociale al fine di accedere al riconoscimento dell’assegno di invalidità civile nel 2022.

A questo proposito l’Istituto ha orientato le procedure necessarie per poter accertare l’esistenza nonché la permanenza nel tempo delle minorazioni civili, in ottemperanza a tutte le modalità che sono state effettivamente specificate già da parte del Governo italiano all’interno dell’articolo 2 in riferimento alla legge numero 118 pubblicata in data 30 marzo del 1971, ma anche l’articolo 37, comma 1, in riferimento alla legge numero 448 del 23 dicembre 1998.

Inoltre, le nuove disposizioni dell’Istituto INPS nei confronti della procedura volta ad ottenere il riconoscimento dell’assegno di invalidità civile nel 2022, terranno anche conto delle indicazioni che sono state inserite all’interno dell’articolo 20, al comma 2, in riferimento al decreto-legge numero 78 del primo luglio dell’anno 2009; così come anche il Regolamento contenuto nel decreto del Presidente della Repubblica firmato in data 21 settembre dell'anno 1994.

La procedura per richiedere l'assegno di invalidità civile INPS nel 2022

L’Istituto Nazionale Previdenza Sociale ha dunque provveduto ad indicare all’interno del messaggio recentemente pubblicato nella data del 25 febbraio di quest’anno delle nuove modalità di carattere operativo, volte quindi a chiarire l’intero processo che dovrà essere necessariamente seguito da parte dei cittadini per poter ottenere la revisione delle prestazioni di tipo assistenziale legate all’assegno di invalidità civile.

Dunque, per questo motivo, al fine di sfruttare al meglio anche le nuove strumentazioni di carattere tecnologico nonché informatico, l’Istituto INPS ha deciso quindi di provvedere all’elaborazione di un nuovo procedimento di natura amministrativa che i cittadini italiani sono tenuti a seguire al fine di assicurarsi la possibilità di accedere al beneficio dell’invalidità civile.

Per questo motivo, all’interno del nuovo messaggio numero 926 pubblicato il 25 febbraio, l’Istituto INPS ha deciso di riportare nel secondo paragrafo del comunicato delle nuove modalità che dovranno essere obbligatoriamente seguite dai cittadini interessati.

Come richiedere accertamento per l'assegno di invalidità civile INPS nel 2022

Dunque, come chiarito nel paragrafo precedente, l’Istituto Nazionale Previdenza Sociale ha deciso di individuare delle nuove modalità, così da razionalizzare e semplificare la procedura volta alla revisione dei requisiti e delle condizioni obbligatorie per poter ottenere la convocazione e la visita per avere l’assegno di invalidità civile nel 2022.

Dunque, una prima fase coinvolge il periodo legato ai quattro mesi che precedono la data in cui è effettivamente predisposta la visita di revisione delle condizioni. In questo senso, il cittadino riceverà un apposito messaggio attraverso la tipologia di posta prioritaria in cui viene invitato a provvedere alla consegna e alla trasmissione dei documenti necessari.

In questo senso, il cittadino in questione interessato ad ottenere l’accesso e l’accertamento delle condizioni affinché possa avere il riconoscimento dell'assegno di invalidità civile, dovrà consegnare tutti i documenti obbligatori, mediante il servizio online anche la documentazione Sanitaria Invalidità civile.

A questo proposito, successivamente all’invio della documentazione obbligatoria entro i quaranta giorni dalla data di invio della lettera, si procederà con la fissazione della visita necessaria per poter accedere alla revisione medica volta all’assegno di invalidità civile INPS.

Cosa sapere prima di richiedere la revisione per l’invalidità civile INPS 2022

È necessario anche fare alcune precisazioni in riferimento alle novità dell’ultima ora che hanno coinvolto l'assegno per l’invalidità civile INPS 2022, che si riferiscono i casi in cui non risulta essere possibile provvedere alla valutazione della documentazione, oppure nelle situazioni in cui il cittadino interessato non  ha fornito l’intera documentazione medica necessaria. 

In questo caso, il cittadino in questione sarà convocato per poter essere sottoposto ad una visita medica diretta presso l’Unità operativa semplice oppure in alcuni casi specifici l’Unità operativa complessa, attraverso un’apposita comunicazione che potrebbe avvenire attraverso raccomandata postale.

In questo senso, il calendario ufficiale in cui saranno fissate le visite mediche varia sulla base della disponibilità stessa della Commissione medica che assume il ruolo di accertamento dei requisiti e delle condizioni necessarie per ottenere la revisione per l’invalidità civile INPS. 

Dunque, occorre anche precisare che all’interno dell’apposito portale INPS saranno anche riportate le novità e gli aggiornamento in merito al calendario delle visite dirette.

L’Istituto Nazionale Previdenza Sociale, tuttavia, riconosce al cittadino che è tenuto a sottoporsi all’apposita visita medica ufficiale necessaria per poter accedere effettivamente all’assegno di invalidità civile INPS, anche la possibilità di richiedere il rinvio della convocazione, nei casi in cui questo risulta essere impedito alla presentazione presso la struttura competente.

Chi può avere nel 2022 l’assegno di invalidità civile 

Al fine di comprendere effettivamente quali saranno i cittadini che saranno maggiormente coinvolti dalle novità che interessano l’assegno di invalidità civile, è necessario anche riprendere quali sono alcuni punti e aspetti che rappresentano i principali requisiti necessari per poter ottenere l’invalidità civile.

In particolare, per quanto riguarda il limiti di reddito che dovranno essere necessariamente rispettati, la circolare INPS pubblicata in data 23 dicembre dello scorso anno, questi prevedono un aumento dello 0,4% per poter accedere all’assegno di invalidità civile.

In particolare per quanto riguarda gli invalidi totali, i ciechi civili nonché i sordomuti,  il limite di reddito annuo personale che è stato consentito nel 2022 è quello pari all’importo di 17.050,42 euro. Mentre, per quanto concerne i cittadini che rientrano nelle categorie di invalidi parziali e invalidi minori, il limite reddituale è stato fissato a 5.010,20 euro.