Con la Legge 104 puoi acquistare una nuova auto.

Secondo quanto previsto dalla norma, si possono richiedere una serie di agevolazioni fiscali o di sconti nel caso si voglia procedere all'acquisto di un auto nuova, purché coerente con quanto previsto dal testo normativo e da quanto disposto dall'INPS.

Per saperne di più ti suggerisco il video di Risarcimenti & Rimborsi, disponibile su Youtube e sul suo canale.

Oltre all'auto, ci sono altre agevolazioni possibili per chi è sia beneficiario della legge, sia garante dell'assistenza medica e sanitaria del soggetto, cioè il suo caregiver. Anche se, a causa delle ultime bagarre in sede parlamentare, non sempre sarà possibile per tutti.

In questo articolo faremo il punto della situazione, e vedremo in cosa consistono queste agevolazioni e quali sono i benefici per chi ha la 104.

Legge 104: ecco quali bonus ci sono! Ultime novità

La Legge 104/1992 è una legge che prevede una serie di agevolazioni, sconti e supporti economici per garantire il mantenimento della buona qualità della vita del soggetto diversamente abile.

Per avere diritto alle agevolazioni bisognerà avere il riconoscimento da parte di una Commissione Medio Sanitaria, interpellata per il rilascio della Certificazione Medica.

Per certi versi la 104 ricorda quanto previsto dall'invalidità civile, la norma prevista dalla legge 118 del 1971, ma quest'ultima è disposta solo per soggetti che hanno subito dei disturbi congeniti, per il quale è prevista anche la condizione di "inoccupabilità" (e non di "inoccupazione", come una sentenza della Corte di Cassazione aveva deciso a settembre 2021).

Nel caso della 104, spetta a chi ha sviluppato un disturbo invalidante nel corso della vita, anche lavorativa. In generale, i principali supporti che possono richiedere i beneficiari della 104 sono i seguenti:

  • assegni di invalidità se disabilità inferiore al 100% ma superiore al 88%;
  • pensione di invalidità se disabilità totale;
  • esenzioni varie (es. bollo auto);
  • detrazioni IRPEF;
  • IVA agevolata.

E per ultimo l'acquisto dell'auto. Sono tutti supporti economici per garantire una vita più che dignitosa al soggetto affetto da patologie disabilitanti. Inoltre sono previsti dei supporti anche per chi ha la responsabilità igienico sanitaria per il beneficiario, ovvero i caregiver.

Legge 104: ecco cosa prevede per l'acquisto dell'auto

La 104 prevede l'acquisto di un auto conforme però agli standard previsti dall'Agenzia delle Entrate, cioè al fatto che sia disposta per l'utilizzo di persone affette da alcune patologie disabilitanti, quali:

  • ipoacusia totale (sordità),
  • ipovisione totale (cecità),
  • handicap psichico o mentale titolari dell'indennità di accompagnamento,
  • grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni,
  • ridotte o impedite capacità motorie.

Oltre a ciò, come segnala idealista.it, è necessario che dai verbali di invalidità ci sia riferimento alle fattispecie previste. In poche parole devono decorre delle condizioni specifiche per l'accesso all'agevolazione, quali l'adattamento dei veicoli.

A sua volta sarà prevista anche l'appartenenza ad alcune fasce di reddito precise per poter avere diritto alle agevolazioni, ma sono molto restringenti.

Legge 104: per l'acquisto dell'auto serve l'ISEE

La Legge 104 richiedere l'ISEE per poter avere diritto alle agevolazioni per l'acquisto dell'auto.

Si richiede infatti, perché una persona sia fiscalmente a carico, un reddito annuo non superiore a 2.840,51 euro o a 4.000 euro, dal 1° gennaio 2019, per i figli di età non superiore a 24 anni. E tutto questo al lordo degli oneri deducibili e della deduzione per l’abitazione principale e pertinenze.

E' molto restringente, ma se dovessi riuscire a rientrare nelle agevolazioni, potrai avere la garanzia di accedere a questi supporti.

Se non hai provveduto a richiedere l'ISEE, ti consiglio di farlo prima di provvedere a fare domanda per le agevolazioni. Dovrai fare domanda presso il Centro di Assistenza Fiscale, o il patronato locale, presentando le seguenti documentazioni:

  • Modello Redditi (o Certificazione Unica in caso di dipendenti o pensionati);
  • saldo e giacenza media al 31 dicembre 2020 di tutti i tuoi conti correnti;
  • Dichiarazione Sostitutiva Unica.

Oltre a questi supporti, potrai beneficiare anche dell'IVA agevolata, purché limitata all'acquisto di alcune macchine con centimetri cubici e con motore specifico.

Legge 104: che sconto si ha con l'IVA agevolata?

La 104 prevede uno sconto sull'IVA, chiamata infatti "agevolata" perché, invece di riguardare il 22%, si avrà l'applicazione di un IVA all'4% sull'acquisto di auto nuove o usate, purché considerate idonee per l'Agenzia delle Entrate.

Sarà valida esclusivamente solo nel caso di auto che hanno le seguenti cilindrate:

  • se con motore a benzina o ibrido, il limite massimo è di 2.000 centimetri cubici;
  • se con motore diesel o ibrido, il limite massimo è di 2.800 centimetri cubici.

Inoltre, se si parla di motore elettrico, la potenza non dovrà essere superiore a 150 KW. Anche se si parla del secondo scaglione previsto nel pagamento del bollo auto, come vedrai in seguito, se sei beneficiario della 104, hai diritto all'esenzione dal bollo auto.

Si potrà applicare questa IVA ridotta anche nel caso di acquisti extra, purché inerente all'auto in uso per il soggetto diversamente abile, come optional o prestazioni di adattamenti per il veicolo, anche per veicoli tutt'ora in uso da parte del diversamente abile.

E' possibile avere l'IVA agevolata anche nel caso di acquisto con leasing, cioè tramite contratto in cui il beneficiario paga una mensilità al proprietario (concessionaria, persona fisica...) per tutta la durata del contratto.

In questo caso dovrà essere di tipo traslativo, cioè garante del trasferimento all'utilizzatore della proprietà del veicolo tramite riscatto, una volta però finita la locazione finanziaria.

Sarà di competenza della società di leasing richiedere l'applicazione dell'IVA agevolata su riscatto e locazione.

A questo si aggiunge anche l'esenzione del passaggio di proprietà.

Legge 104: ecco le agevolazioni per il passaggio di proprietà

La Legge 104 prevede anche uno sconto nel caso di passaggio di proprietà presso il Pubblico Registro Automobilistico, cioè il PRA.

O meglio, una vera e propria esenzione per quanto riguarda l'IPT, cioè l'imposta provinciale di trascrizione, quella che si deve pagare se vuoi passare la tua proprietà al diretto interessato.

In questo caso, come segnala l'ACI, sarà possibile l'esenzione solo per soggetti aventi:

  • ridotte o impedite capacità motorie permanenti, e con veicoli adattati;
  • psichici o mentali con riconoscimento dell'indennità di accompagnamento;
  • grave limitazione alla capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni.

Si potrà provvedere ad avere l'esenzione anche per un secondo veicolo, ma il primo dovrà essere venduto o cancellato dal PRA preventivamente. Inoltre l'esenzione è disposta è anche se il mezzo è condotto all'accompagnatore. Ma l'intestatario della macchina dovrà rimanere sempre il soggetto diversamente abile. Altrimenti non potrà avere l'esenzione del bollo auto.

Legge 104: prevista anche l'esenzione del bollo auto

La 104 prevede l'esenzione del bollo auto per il veicolo adibito al trasporto o alla guida di diversamente abili, sia nel caso di intestazione diretta al beneficiario, sia a quella relativa ad un familiare fiscalmente a carico suo.

Questa esenzione non è però garantita nel caso in cui il soggetto soffra di ipovisione o ipoacusia, ma solo nel caso di mezzi idonei, per esempio, alla guida anche di pluriamputati, o con accompagnatore.

Se vuoi avere ulteriori informazioni e rimanere aggiornato per le ultime novità, ti consiglio di leggere questo approfondimento.