Una partenza a macchia di leopardo per la lotteria degli scontrini: la nuova agevolazione riservata ai cittadini italiani prenderà il via dal 1° febbraio 2021. Dopo un primo slittamento grazie al Decreto Milleproroghe – doveva infatti avere inizio il 1° gennaio 2021, in concomitanza con il cashback di Stato – l’Agenzia delle Dogane e dei monopoli è alla definizione delle ultime regole e degli ultimi dettagli prima di dare avvio a una misura strutturale che ci accompagnerà per tutto il 2021.

La lotteria degli scontrini è un’altra misura con la quale il Governo intende spingere gli italiani ad abbandonare l’utilizzo del denaro contante a favore delle carte di credito e dei bancomat. Al tempo stesso, inoltre, intende spingere gli esercenti delle attività commerciali ad accettare qualsiasi tipo di pagamento, fisico o digitale che sia. Tuttavia, per partecipare alla lotteria degli scontrini si possono utilizzare anche i pagamenti in contanti, ma con questi ultimi si potrà partecipare soltanto alle estrazioni ordinarie.

Non mancheranno poi – come avvenuto per il cashback di Natale o per il cashback di Stato – le problematiche connesse anzitutto all’adeguamento dei registratori di cassa alla lotteria degli scontrini. Occorrerà anche tenere presente che la diversa colorazione delle Regioni italiane permetterà ad alcune attività la riapertura e costringerà altre ad adattarsi alle consegne a domicilio o a limitarsi agli asporti (questo dicasi per ristoranti, pizzerie, bar, gelaterie, pasticcerie inserite nelle Regioni in fascia arancione o rossa).

Una partenza un po’ sofferta, ma con tante novità: come si può partecipare alla lotteria degli scontrini? Quali sono i premi e come si può vincere? Quando verranno eseguite le estrazioni? Facciamo chiarezza in questa guida.

Lotteria degli scontrini al via dal 1° febbraio

La lotteria degli scontrini ha una nuova data di inizio: anziché dal 1° gennaio – come era previsto dal Governo – il Decreto Milleproroghe ha fissato al 1° febbraio 2021 la partenza di questa nuova misura per combattere l’utilizzo del contante e favorire i pagamenti digitali e tracciabili. Si tratta di una misura totalmente nuova e inedita, diversa dal cashback di Stato ma che rema nella stessa direzione.

La lotteria degli scontrini è una sorta di gioco a premi che rende vincitori tutti i cittadini che utilizzano le carte di credito o debito e i bancomat per effettuare i loro acquisti. Ma per poter partecipare si possono utilizzare anche i pagamenti in contanti. Tuttavia, il Governo ha voluto scoraggiare questa modalità di pagamento prevedendo dei premi più bassi per coloro che utilizzeranno il contante per effettuare i loro pagamenti, oltre a consentire l’accesso a tutte le estrazioni per coloro che utilizzeranno metodi di pagamento tracciabili.

Insomma, tutto spinge verso le transazioni digitali, che sono presentate come una modalità di pagamento del futuro, indispensabile e necessaria oltre che conveniente e veloce. Come funziona e come si può partecipare alla lotteria degli scontrini?

Lotteria degli scontrini: come funziona?

La lotteria degli scontrini è una misura che premia i consumatori che spendono sia sfruttando i metodi di pagamento digitale (carta di credito o debito, bancomat, altre applicazioni di pagamento) sia coloro che sfruttano i contanti. Infatti, per poter partecipare è necessario realizzare acquisti con la carta di credito o di debito ed eventualmente con il bancomat o i contanti per guadagnare dei biglietti che possano dare accesso alle varie estrazioni a cadenza settimanale, mensile o annuale.

Ogni euro di spesa dà diritto a un biglietto (fino a un massimo di 1.00 biglietti per ciascun consumatore partecipante). Per poterlo ricevere in modalità telematica, però, occorre esibire all’atto dell’acquisto il proprio Codice Lotteria all’esercente che dovrà scannerizzare il codice sul suo registratore di cassa. In questo modo si otterranno tanti biglietti quanto è il valore spese per effettuare l’acquisto. Non è necessario conservare il biglietto, in quanto una copia andrà inviata direttamente all’Agenzia delle Entrate e in caso di vittoria verrà inviato un sms o un’e-mail al diretto interessato, che potrà riscuotere la vincita entro 90 giorni dalla notifica.

A questo punto occorrerà attendere le prime estrazioni per poter verificare se uno dei propri biglietti è quello vincente. Ma quando verranno eseguite le estrazioni? Quali date occorre cerchiare in rosso sul calendario?

Lotteria degli scontrini: le tappe

La prima data utile da ricordare è appunto il 1° febbraio 2021, giorno dal quale partirà questa nuova sperimentazione della lotteria degli scontrini. Chiaramente potranno essere riscontrati alcuni problemi a livello di acquisto e presso quei punti vendita che non sono ancora abilitati alla ricezione dei codici lotteria. 

Infatti, è fissata al 1° aprile la scadenza dei termini entro i quali adottare delle modalità di ricezione dei codici o modificare il proprio registratore di cassa per permettere ai clienti di effettuare i pagamenti sfruttando la lotteria degli scontrini.

Dal 1° marzo, però, i consumatori potranno segnalare eventuali rifiuti ricevuti dagli esercenti che non si sono ancora adattati alla ricezione del codice lotteria.

Infine, all'11 marzo è fissata la data della prima estrazione dei biglietti vincenti che si aggiudicheranno i primi premi della lotteria degli scontrini. Le estrazioni avranno cadenza settimanale (il giovedì), mensile o annuale. Quali sono i premi?

Lotteria degli scontrini: i premi

Un’altra novità importante introdotta dagli ultimi decreti che regolano la lotteria degli scontrini riguarda i premi. Infatti, la si potranno distinguere estrazioni per coloro che hanno realizzato pagamenti digitali con carte di credito, debito o bancomat (le cosiddette “zero contanti”), ed estrazioni riservate a coloro che hanno effettuato pagamenti in contanti (i pagamenti tracciabili danno diritto alla partecipazione ad entrambe le estrazioni).

Ogni biglietto equivale a 1 euro di spesa effettuato al netto degli arrotondamenti e ogni cittadino può acquistare al massimo 1.000 biglietti. Ciò significa che oltre i 1.000 euro non è più possibile accumulare nuovi biglietti. Non è necessario conservare il biglietto, in quanto ognuno di questi viene trasmesso in via telematica all’Agenzia delle Entrate e viene da essa registrato in corrispondenza al Codice lotteria del cliente.

Per quanto riguarda, infine, le vincite, esistono diversi premi, sia per i clienti sia per gli esercenti delle attività commerciali.

Le estrazioni ordinarie, per coloro che hanno utilizzato i contati per effettuare i pagamenti (ma anche per coloro che hanno utilizzato la carta di credito o il bancomat) prevedono i seguenti premi per i consumatori:

  • sette premi di 5.000 euro ciascuno ogni settimana;
  • tre premi da 30.000 euro ciascuno ogni mese;
  • un premio di 1 milione di euro ogni anno.

Coloro che, invece, hanno realizzato pagamenti digitali e tracciabili sfruttando le carte di credito o debito, il bancomat o altre applicazioni di pagamento digitale, è possibile partecipare anche alle estrazioni “zero contanti” con i seguenti premi in palio (sia per consumatori sia per esercenti):

  • quindici premi da 25.000 euro ciascuno per il consumatore e quindici premi da 5.000 euro ciascuno per l’esercente, ogni settimana;
  • dieci premi di 100.000 euro ciascuno per il consumatore e dieci premi di 20.000 euro ciascuno per l’esercente, ogni mese;
  • un premio di 5.000.000 di euro per il consumatore e un premio di 1.000.000 di euro per l’esercente, ogni anno.

Come scoprire se hai vinto e come riscuotere il premio

I vincitori verranno contattati tramite sms o messaggio di posta elettronica nel momento in cui avranno in possesso un biglietto vincente. In qualsiasi caso verrà inoltrato anche un messaggio Pec. Inoltre, il premio vinto andrà riscosso entro 90 giorni dalla notifica della vincita, pena la perdita del beneficio.

Come partecipare: i requisiti

Per poter partecipare alla lotteria degli scontrini, come detto, è necessario aver richiesto sul sito ufficiale il Codice Lotteria. In questo modo, per ogni acquisto effettuato con pagamenti digitali sarà possibile richiedere all’esercente di scannerizzare il proprio codice per partecipare alle estrazioni.

Ma per poter prendere parte alla lotteria degli scontrini occorre anche soddisfare determinati requisiti:

  • Essere cittadini residenti in Italia,
  • Avere compiuto almeno 18 anni,
  • Essersi registrati sul sito lotteriadegliscontrini.gov.it e aver ottenuto il codice lotteria da esibire al commerciante nel momento dell’acquisto.

Sono esclusi dalla lotteria degli scontrini i pagamenti effettuati con i ticket restaurant oppure i pagamenti che danno diritto a deduzioni o detrazioni fiscali. Non sarà altresì possibile – almeno per un certo periodo – accumulare punti e biglietti con i pagamenti documentati con fatture elettroniche o con dati corrispettivi inviati alla Tessera sanitaria: ciò significa che saranno esclusi gli acquisti effettuati in farmacia, parafarmacia, ottici, laboratori di analisi e ambulatori veterinari.

Quali negozi aderiscono alla lotteria degli scontrini?

La lotteria degli scontrini, come detto, avrà una partenza a macchia di leopardo a causa delle numerose restrizioni poste in essere dall’emergenza coronavirus, Tuttavia, possiamo prevedere un inizio con alcune problematiche non legate soltanto alla colorazione delle Regioni italiane, ma anche legate al fatto che non tutti gli esercenti saranno in grado di accettare da subito i Codici lotteria e ciò perché la data di scadenza entro la quale adeguare i registratori è fissata al 1° aprile.

Dunque, come riconoscere i punti vendita abilitati alla ricezione del codice per la partecipazione alla lotteria degli scontrini?

Gli esercenti di queste attività potranno esporre fuori dai loro negozi un bollino blu che indicherà appunto l’abilitazione dei registratori di cassa alla ricezione dei codici lotteria dei consumatori. In questo modo i clienti potranno verificare in qualsiasi momento quali esercenti danno la possibilità di sfruttare il codice e quali, invece, devono ancora adeguarsi alla normativa.