Mercato Tutelato, attivo anche dopo gennaio 2024 per i vulnerabili: ecco chi sono

Salvo proroghe dell’ultimo minuto, il mercato tutelato chiuderà in maniera definitiva a gennaio 2024: attenzione, ma non per tutti. Ecco chi sono i clienti vulnerabili.

mercato-tutelato-chi-sono-vulnerabili

Scatta tra poco meno di un mese la definitiva chiusura definitiva del mercato tutelato. A gennaio 2024 ,salvo proroghe dell’ultimo minuto partirà il mercato libero.

Si tratta di un operazione già rinviata quattro volte inserita in un contesto molto ampio che prevede la liberalizzazione dei mercati e una maggiore concorrenza nel segmento luce e gas che darà la possibilità di accedere ad offerte sempre più convenienti per il consumatore finale.

Lo abbiamo detto, non è la prima volta che si discute di passaggio: la prima indicazione in tal senso è arrivata nel 2018 per poi essere rinviata altre tre volte.

Al momento però sembra che l’addio sia definitivo anche se molti partiti politici da sinistra a destra stanno chiedendo al governo Meloni di intermediare con l’Unione Europea anche se un rinvio sembra essere molto improbabile.

Dunque da gennaio 2024, i gestori della maggior tutela chiuderanno, a cominciare dal Servizio Elettrico Nazionale.

Il servizio di Maggior Tutela terminerà, pertanto il 10 gennaio 2024 per il gas e il 1° aprile 2024 per l’energia elettrica

Ma attenzione. Tale chiusura definitiva non sarà per tutti.

Alcuni continueranno a poter usufruire del mercato tutelato: si tratta dei cosiddetti vulnerabili.

Ecco chi sono nel dettaglio

Mercato Tutelato, attivo anche dopo gennaio 2024 per i vulnerabili: ecco chi sono

Manca poco meno di un mese al 2024 e a gennaio  partirà il nuovo mercato libero.

Al momento non è prevista alcuna proroga e pertanto il mercato tutelato cesserà di esistere il 10 gennaio 2024 per i clienti domestici non vulnerabili di gas naturale mentre per i clienti non vulnerabili di energia elettrica il passaggio scatterà dal 1° aprile 2024.

Con l’arrivo del mercato libero, tanti saranno i benefici per il cliente finale soprattutto per i prezzi che non sarà più legato all’andamento dei prezzi del mercato e soggette a revisione trimestrale.

Attenzione però perché non tutti devono necessariamente passare al mercato libero.

A passare solo le persone definiti non vulnerabili. E per le vulnerabili cosa succede e soprattutto chi sono?

I clienti vulnerabili, sono coloro che continueranno ad essere serviti ancora secondo le regole del mercato tutelato, ossia alle condizioni predisposte da ARERA.

Al fine di rientrare nella casistica di clienti vulnerabili è necessario rispettare alcuni requisiti.

Mercato tutelato, ecco i requisiti dei vulnerabili

Per poter essere considerati vulnerabili è necessario rientrare in alcune casistiche espressamente individuate.

Nel dettaglio sono considerati i vulnerabili coloro che:

  • si trovano in condizioni economicamente svantaggiate e pertanto usufruiscono del Bonus Luce e/o il Bonus Gas per disagio economico;

  • coloro che sono disabili ai sensi dell'articolo 3 legge 104/92;

  • hanno un'età anagrafica superiore ai 75 anni;

  • si trovano in condizioni di salute abbastanza gravi per i quali si necessita l’utilizzo di tali da apparecchiature medico-terapeutiche alimentate dall'energia elettrica oppure presso i quali sono presenti persone in tali condizioni (solo per la luce);

  • hanno un'utenza attiva in una struttura abitativa di emergenza a seguito di eventi calamitosi;

  • hanno un'utenza in un'isola minore non interconnessa (solo per la luce).

     

Come si riconosce tale requisito di vulnerabilità

Il Mercato Tutelato finisce il 10 gennaio 2024 per il gas, mentre  quello dell’energia si interrompe il 1° aprile 2024.

In questo date è opportuno verificare in quale mercato si è e se si rientra tra i vulnerabili.

A questo punto è necessario verificare se il proprio fornitore di energia ha già individuato il requisito, applicando automaticamente la tariffa ARERA in bolletta. Tutte le compagnie dell’energia hanno inviato a settembre questa indicazione ai proprio clienti.

Ma nel caso in cui questo non avvenga allora è necessario inviare un modulo di autocertificazione debitamente compilato, indicando i motivi della vulnerabilità.

Al fine di poter continuare a usufruire delle tariffe del Mercato tutelato la disabilità deve essere riconosciuta e il soggetto deve essere titolare, tramite verbale di accertamento, dell’articolo 3 legge 104/92.

Per poter ottenere tale diritto è necessario seguire un apposito iter composto da diverse fasi e che si conclude con il verbale di invalidità.

Dopo l’ottenimento della documentazione, qualora come abbiamo detto non venga riconosciuto in maniera automatica è necessario inviare un apposito modulo debitamente compilato dove si indica il possesso dei requisiti di vulnerabilità.