Le 3 super offerte di febbraio di conto corrente zero spese!

Quale è il migliore conto corrente di febbraio a zero spese? Ne abbiamo scelti 3, tutti a canone azzerato e senza costi fissi. Sono 100% digitali e paperless.

Devi aprire un conto corrente a febbraio? Magari lo stai cercando online e a zero spese?

Allora questa pagina fa per te.

Qui troverai 3 conti corrente economici, giovani, altamente funzionali e perfettamente integrati con il tuo smartphone. Sono i migliori che abbiamo cercato per te per il mese di febbraio e offrono condizioni davvero da prendere al volo.

Prima di lasciarti alla descrizione dei prodotti, ti consigliamo di leggere l’intero articolo. Alla fine troverai un validissimo suggerimento per ottenere un ulteriore vantaggio economico dal tuo nuovo conto corrente.

Allora procediamo, e scopriamo la prima offerta di febbraio!

Il conto corrente a zero spese BBVA: il Cashback vola al 10%!

Si tratta di un nuovo ingresso nella nostra classifica mensile: la Banca Bilbao Vizcaya Argentaria.

È una banca spagnola con oltre 160 anni di esperienza, che con più di 74 milioni di clienti in tutto il mondo, è diventata leader in molti paesi europei e del Sud America.

In Italia approda con una presenza 100% digitale, sinonimo di minori costi di gestione e con ricadute economiche positive sul cliente finale.

Non possiede infatti filiali fisiche, ma assicura l’assistenza di un team italiano disponibile 24/7. L’intera gestione del nostro conto corrente avviene dunque online, tramite desktop e App.

Il conto corrente BBVA è un prodotto a canone gratuito, senza costi di apertura e con Iban italiano.

L’assenza di sportelli fisici non deve essere fonte di preoccupazione: il ritiro di contanti è gratuito presso gli sportelli ATM di tutte le banche della Zona Euro, a partire dall’importo minimo di 100 Euro, e con numero illimitato di operazioni.

La BBVA offre bonifici gratuiti ordinari SEPA in zona euro, e bonifici istantanei, sempre a zero spese, verso le principali banche. La carta di debito non presenta costi, né commissioni o spese nascoste. Non ha numeri stampati, per maggiore protezione nei vulnerabili momenti delle transazioni, e attraverso l’App è possibile attivarla o disattivarla quando lo desideriamo.

Il conto corrente BBVA a zero spese non include carta di credito, ma pagando una commissione, è possibile attivare Pay&Plan, il servizio di rateizzazione fino a 1.500 Euro per complessive 5 spese effettuate negli ultimi 90 giorni. Se invece hai in programma spese straordinarie, sempre a pagamento, puoi richiedere l’anticipo dello stipendio accreditato, fino a un massimo di 1.500 Euro.

BBVA offre un bonus di benvenuto? Certamente sì: un Gran Cashback, per il primo mese, del 10% sulle spese effettuate fino a un massimo di 500 Euro, che si traduce in un bonus di 50 Euro.

Dopo il secondo mese, e per i restanti 11 mesi, il Cashback sugli acquisti si riduce all’1%, a condizione di spendere almeno 250 Euro mensili.

Uno dei temi portanti del canale YouTube di Usura Online è la Banca, e tutto il mondo che gravita intorno agli istituti di credito. In questo video interessantissimo, Cristina ci spiega in 4 minuti quanto denaro lasciare in giacenza sul nostro conto corrente per non avere problemi con Fisco e debitori.

Conto corrente Widiba a zero spese: l’offerta scade a marzo!

Passiamo al secondo conto corrente che abbiamo scelto per te. Si tratta del conto corrente Start di BancaWidiba, del gruppo Montepaschi, dalla gestione interamente digitale tramite App o Desktop.

Si apre in 5 minuti con riconoscimento via webcam o tramite SPID. Attivato entro il 30 marzo, per il primo anno è a canone azzerato, senza spese a sorpresa.

Dopo il primo anno, l’addebito trimestrale di 3 Euro può venire ridotto personalizzando il profilo del proprio conto corrente. Ad es. i clienti con meno di 30 anni di età hanno una riduzione di 3 Euro, per l’accredito di stipendio o pensione oppure un patrimonio complessivo di almeno 25 mila Euro, 1 Euro in meno, e 2 Euro in meno se decidiamo di investire nel risparmio gestito (es. fondi, sicav, polizze), e 1 Euro nel risparmio amministrato (es. Obbligazioni, azioni).

Ma cosa offre il conto corrente di ultima generazione, a costo zero, di BancaWidiba?

I prelievi di contante da sportelli automatici ATM sono gratuiti su tutte le banche in Italia, se di importo superiore a 100 Euro. Per importi inferiori è prevista una commissione di 1 Euro. I bonifici ordinari SEPA in area Euro sono a zero commissioni.

La carta di debito viene emessa a canone zero e senza spese di gestione, mentre sempre a spese azzerate è possibile aprire linee di deposito libere e vincolate, mentre il Deposito titoli è incluso nell’offerta.

Quali sono le peculiarità del conto corrente Start Widiba?

È senza dubbio un conto molto semplice. Lo possiamo appurare già dalla presentazione sul sito web, che viene descritto Facile da usare e senza cose da imparare o istruzioni da seguire.

Anche il passaggio dal nostro vecchio conto corrente è in linea con questa filosofia, che adotta il servizio di portabilità WidiExpress con cui trasferire il conto e tutte le operazioni ad esso associate (stipendi, pensioni, utenze, disposizioni di pagamento, ecc.) semplicemente compilando un modulo online.

Oppure ancora il servizio Open Widiba, con cui dalla sola App su smartphone è possibile gestire tutti i conti correnti aperti anche presso altre banche.

Insomma, un conto corrente 100% digitale e 100% paperless, semplice e dinamico, con un occhio di riguardo ai giovani, e che, infine, per l’intera durata del contratto fornisce una Pec e una Firma digitale gratuite.

Sei indeciso se aprire un conto corrente perché devi versare contanti? Leggi Come versare denaro contante su un conto corrente online?

Conto corrente a zero spese Unicredit: un carico di servizi già nella versione base

Concludiamo la nostra classifica dei tre migliori conti corrente a zero spese del mese di febbraio 2022 con il prodotto di Unicredit: My genius.

Si tratta di un conto corrente estensibile sulla base delle proprie esigenze, grazie alla sua struttura a 3 moduli. Ciascun modulo transazionale dà accesso a servizi bancari progressivamente più evoluti e dai costi mensili proporzionalmente più alti.

Fino al 27 marzo 2022, però, è attiva una promozione su My Genius nella sua versione base (senza moduli attivi): per chi lo apre online il canone mensile di 4 Euro è azzerato.

Questa configurazione a canone zero assicura per l’intera durata del contratto, una carta di debito internazionale sul circuito Visa rilasciata all’apertura conto, il servizio di Banca Multicanale per accedere al conto via internet, da App e da telefono e la possibilità di accreditare stipendio, pensione e domiciliare bollette.

Sempre incluso nel canone a zero Euro, My Genius Unicredit offre bonifici SEPA e giroconti online in uscita gratuiti, e a 3,50 Euro se richiesti allo sportello. Prelievi di contante gratuiti da sportelli automatici del gruppo Unicredit, oppure a 2 Euro da ATM di altre banche, e un numero illimitato di operazioni annuali online.

Senza nessun obbligo è possibile attivare successivamente uno o più moduli transazionali, aumentando così le funzionalità del conto corrente, con la possibilità di tornare alla versione base senza moduli in qualunque momento.

Ciascun modulo comporta un canone mensile di importo progressivamente maggiore al crescere dei servizi offerti, che tuttavia può essere ridotto usufruendo dei bonus previsti (ad es. per i giovani di età inferiore ai 30 anni, oppure accreditando lo stipendio o la pensione, oppure ancora incrementando il patrimonio in giacenza).

Tutti i costi e i servizi offerti da My Genius li trovi sintetizzati a questa pagina.

La raccomandazione finale per ottenere il massimo dal nostro conto corrente a zero spese

Abbiamo visto le tre migliori offerte di conti corrente del mese di febbraio 2022: per una famiglia media offrono tutti i servizi essenziali a costo zero, e rappresentano ottimi prodotti bancari.

Tuttavia, possiamo ulteriormente contenere le spese di tenuta conto. Come?

L’imposta di bollo annuale di 34,20 Euro è un costo fisso che comunque, indipendentemente dalla gratuità del canone, ci sarà addebitato: è infatti un tributo richiesto dallo Stato, non dalla banca presso cui abbiamo aperto il conto.

La stessa legge che ne dispone l’addebito, prevede però anche la sua esenzione quando la giacenza media sul conto corrente risulti inferiore a 5.000 Euro.

Ci basterà pertanto mantenere il nostro saldo sempre sotto questo importo, magari attraverso periodici trasferimenti su un conto deposito, per evitare questo fastidioso costo fisso e ottenere davvero un conto corrente a zero spese.

Redazione Trend-online.com
Redazione Trend-online.com
Di seguito gli articoli pubblicati dalla Redazione di Trend-online. Per conoscere i singoli autori visita la pagina Redazione Trend-online.com
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
765FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate