Monete rare: questa moneta da 1 euro vale un sacco di soldi: 2.500 euro. Ecco qual è

Monete rare, fate attenzione a questa moneta da un euro, può valere fino a 2.500 euro. Ecco qual è e come riconoscerla.

Monete rare, non soltanto lire. Tra le più ambite la moneta da 1 euro con queste caratteristiche che può valere 2.500 euro. Ecco qual è e come riconoscerla.

Non soltanto lire e monete del vecchio conio possono valere un sacco di soldi ma anche alcuni euro possono valere tanti quattrini.

Nelle nostre mani durante tutto l’arco della nostra vita passano numerosissime monete. Lo sappiamo benissimo che questi pezzi non sono molto amati dalle persone visto il loro scarso valore e il loro potere d’acquisto.

Nel nostro attuale conio la moneta certamente più odiata di tutti è la moneta da un centesimo. Meglio va se saliamo sui pezzi più grandi come la moneta da un euro e quella da due euro.

Attenzione perché tra le monete del nuovo conio ce ne sono alcune che potrebbero valere una fortuna. Stiamo parlando della moneta di un euro.

Si sa che ogni paese appartenente all’Unione Europea conia con la propria zecca le monete che entreranno in circolazione in tutti gli stati membri e alcuni di questi pezzi finiscono per acquisire la qualifica di rare se presentano e rispettano alcuni parametri.

A stabilire quali sono queste determinanti che permettono di acquisire la qualifica di rare c’ha pensato il portale Moneterare.net.

Numerosi sono i collezionisti e gli appassionati di numismatica disposti a pagare un sacco di quattrini per acquistare i pezzi unici da collezione. Naturalmente ciò che li spinge è la passione.

Per acquisire nella propria collezione alcune monete rare, gli appassionati sono disposti a pagare anche cifre superiori ai 20.000 euro.

Tra le tante monete rare ci sono alcuni pezzi della moneta da un euro che può far guadagnare un sacco di soldi: circa 2.500 euro per essere precisi.

Stiamo parlando di un pezzo coniato in Portogallo. Vediamo gli elementi che differenziano tale moneta dagli altri pezzi facendogli acquisire la qualifica di rare.

Monete rare: questa moneta da 1 euro vale un sacco di soldi: 2.500 euro. Ecco qual è

In circolazione sia in Italia che in Europa si trovano un numero imprecisato di monete rare. Può darsi che senza saperlo anche noi in questo momento nel nostro portamonete abbiamo qualche moneta considerata rara.

Alcune di queste potrebbero valere una fortuna. Stiamo parlando di quelle con errori di conio o con alcune caratteristiche particolari che le rendono uniche.

Il Portogallo, come tutte le nazioni dell’Unione Europea ha sostituito il vecchio Escudo a partire dal 2002.

Tutte le monete emesse per il nuovo conio portano impressi i sigilli reali di specifici periodi storici portoghesi. Ad esempio per le monete da 1 e 2 euro è stato scelto e posto al centro il sigillo del 1144 del Re del Portogallo, Don Alfonso Henriques rappresentato da una croce con la scritta “PORTUGAL”.

 Nel bordo interno sono raffigurati 7 castelli, intervallati dalla scritta “PORTUGAL”, e in basso 5 stemmi araldici, intervallati dal millesimo di conio.

Sopra il primo stemma araldico, compaiono le iniziali VS riferite all’autore Victor Manuel Fernandes dos Santos. Sopra il quinto il segno di Zecca “INCM”.

 Sul bordo esterno sono presenti le 12 stelle a cinque punte rappresentanti gli stati dell’Unione Europea.

Sui portali di compravendita, nello specifico e nello specifico su e-bay esistono alcune monete che sono vendute a cifra folli. Tra queste troviamo la moneta da un euro coniata nel Portogallo nel 2008 e che presenta un errore di conio.

Moneta rara da un euro Portogallo, questi i dettagli che la fanno diventare rara

La moneta da un euro emessa in Portogallo , considerata rara è senza dubbio quella emessa nel 2008. Si tratta dei pezzi della prima serie dove gli stati sono ancora rappresentati in maniera divisa e quindi emessi con la vecchia faccia comune.

In condizioni normali questi pezzi arrivano a valere circa 25 euro ma ce ne sono alcuni con i sigilli non creati correttamente o assenti che possono arrivare a valere circa 2.500 euro.

Va detto che è sempre difficile verificare la tiratura effettiva dei pezzi con errori di conio e quindi l’effettivo valore che possono avere per i collezionisti.

Moneta rara, attenzione non soltanto agli errori di conio

A determinare la rarità delle monete in circolazione non c’è soltanto l’errore di conio. Oltre a tale determinante vanno verificate la tiratura e il numero dei pezzi in circolazione. Minore sara la tiratura maggiore sarà la probabilità che la moneta venga classificata come rara.

Attenzione però, per capire se ci troviamo difronte ad una moneta rara basterà sottoporla all’analisi di un professionista del settore.

Achiropita Cicala
Achiropita Cicala
Collaboratore giornalistico, classe 1985.Ho una laurea magistrale in Economia Applicata, conseguita presso l'Università degli Studi della Calabria. A percorso universitario ultimato, ho approfondito sul campo le competenze acquisite in Finanza e Statistica presso alcuni studi commerciali. Attualmente, collaboro con diverse testate giornalistiche online per le quali scrivo, con flessibilità, di argomenti che spaziano dall'economia alla politica, dal mondo della scuola a quello dell'amministrazione pubblica. Passioni? La scrittura in primis, la grafica in secundis!
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
765FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate