Monete Rare: 1 cent da 3.000 euro? Ecco quali sono!

Monete Rare ancora una volta sotto i riflettori. Non sono solo gli spiccioli delle vecchie “Lire” italiane ad avere ora un alto valore economico. Ci sono dei centesimi di euro che possono valere una fortuna. Ecco quali sono

Image

Monete Rare ancora una volta sotto i riflettori. Non sono solo gli spiccioli delle vecchie “Lire” italiane ad avere ora un alto valore economico. Ci sono dei cent di euro, infatti, che possono valere una vera e propria fortuna.

Molto spesso quando si fa riferimento alle Monete Rare si pensa immediatamente a esemplari del passato che hanno, quindi, una certa rilevanza storica.

Non sempre questa tale constatazione è vera. Diversamente da come si potrebbe pensare, sono tante le monete ancora in circolazione, o di recente coniazione, che possono valere un bel gruzzoletto di euro.

Spesso e volentieri è lo status di conservazione di una moneta a farne incrementare sensibilmente il valore, ma non solo. Anche la tiratura, vale a dire il numero di pezzi in circolazione di un esemplare, contribuisce a determinarne la rilevanza.

Più è ridotto il numero dei pezzi coniati ed in circolazione, maggiore sarà la probabilità di essere di fronte una moneta rara. Viceversa, maggiore è la quantità di monete di un certo taglio in circolazione, minore sarà il loro valore economico.

Ma ritorniamo a noi. Vediamo subito quali sono i cent di euro classificati come “Monete rare”. In particolare, la nostra analisi prenderà in considerazione le monete da 1, 2, e 5 centesimi di euro.

Maggiori informazioni sui cent classificati come “Monete Rare” le potete trovare nel video YouTube di FLASH NEWS ITA.

Preparatevi al viaggio!

Monete Rare: centesimi di euro? Ecco quali sono quelli di maggior valore

Servendoci ancora una volta dell’ausilio del sito internet moneterare.net, vediamo subito quali sono i centesimi di euro che hanno un maggiore valore attuale.

Focalizzeremo la nostra attenzione sulle monete in circolazione dal 2022, anno dell’uscita in scena della Lira e dell’ingresso della moneta unica (EURO).

Come risaputo sono otto i piccoli spiccioli del conio attualmente in corso. Abbiamo la moneta da due euro, quella di un euro, i cinquanta centesimi e i minuti 5, 2 e 1 cent di euro.

Facilmente riconoscibili alla vista, presentano sul un lato la mappa dell’Europe, dall’altro una diversa raffigurazione per ogni Stato Europeo. 

Una caratteristica questa che fa aumentare sensibilmente la varietà delle monete in circolazione nel nostro continenti. 

Ma iniziamo subito il nostro viaggio nel mondo delle Monete Rare soffermandoci sulle caratteristiche e sul valore dei cent di euro più ambiti dai collezionisti e dagli appassionati di numismatica. 

Magari lo ignorate, ma tra le mani potreste avere un vero e proprio tesoro.

Monete rare: i pezzi da 1 e 2 cent di euro più rilevanti storicamente. Quali sono?

Partiamo dal più piccolo centesimo di euro. La moneta da 1 cent non ha oggi come oggi un gran valore economico. Non esistono, infatti, esemplari che raggiungono un valore importante. 

L’esemplare più minuto dell’attuale conio presenta su un lato la rappresentazione di Castel del Monte in Puglia. 

Essendo la tiratura del 1 cent di euro molto elevata, non si segnalano particolari Monete Rare appartenenti a tale taglio, quantomeno nella versione italiana.

C’è però una situazione particolare che riguarda tanto le moneta da 1 centesimo di euro, tanto gli spiccioli da 2 centesimi, sempre italiani. 

Stiamo parlando di una moneta rara particolarmente desiderata dagli collezionisti più incalliti e dagli esperti di numismatica.

Complice un errore di conico nella fase di produzione, la Zecca dello Stato ha dato i natali ad un centesimo rarissimo, la moneta da 1 cent raffigurante la Mole Antonelliana.

La versione del centesimo di euro classica, infatti, riporta su un lato Castel Del Monte non la Mole Antonelliana, riprodotta invece sulle monete da 2 cent di euro.

Ebbene, questa “svista” di conio ha portato alla nascita di una nuova moneta a metà strada tra l’1 e i 2 centesimi di euro. 

La differenza rispetto alla consueta moneta da 1 cent di euro, però, non è da ricercare solo nell’immagine della Mole Antonelliana stampata su di un lato.

Oltre a riportare erroneamente la Mole, è il diametro di questa moneta a renderla ancora più diversa dal 1 cent di euro e molto più simile al taglio dei 2 centesimi.

Monete Rare: errori della Zecca dello Stato? Ecco quanti cent di euro si contano in circolazione

Come visto poco fa, l’errore di conio da parte della Zecco dello Stato ha dato vita ad una moneta da 1 cent di euro che ha tutte i tratti caratteristici di una moneta da 2 centesimi. 

E i pezzi in circolazione dell’esemplare “sbagliato” non sono neppure pochi. Ragionando in termini di tiratura, infatti, si contano circa 7.000 monete coniate male e messe in circolazione.

La Zecca dello Stato a provveduto immediatamente a ritirare dalla circolazione le monete da 1 cent di euro mal stampate, ma alcune sono sicuramente sfuggite alla caccia e sono rimaste ugualmente in giro.

Secondo le stime fornite dal sito moneterare.net sono circa 100 i pezzi in circolazione in Italia.

Centro riproduzioni di questo spicciolo considerato un vero e proprio mix tra la moneta di 1 centesimo di euro e quella dei 2.

Naturalmente l’errore di conio ha contribuito a renderli delle Monete rare molto ambite dai professionisti di numismatica o dai semplici appassionati di monete di valore. 

E questi esemplari fanno letteralmente gola anche ai collezionisti. Ma quanto possono valere queste monete rare da 1 e 2 cent di euro? Scopriamo subito la loro stima in euro.

Monete Rare: quanto vale l’errore di conio della moneta mix tra 1 e 2 centesimi? 3.000 euro di valore!

Quale valore possono raggiungere le Monete Rare sopra analizzate? Il mix tra un centesimo e i due cent quando permetterebbe di incassare?

Bene, se per caso in auto, in tasca, in qualche cassetto o semplicemente in qualche indumento trovate una moneta di questo tipo, potete iniziare a festeggiare!

Pur essendo una piccola monetina ha un valore economico da non sottovalutare. Ma non perdiamo altro tempo e vediamo subito la loro quotazione in euro.

Le Monete Rare da 1 centesimo di euro mal coniato possono raggiungere cifre stellari. Un solo esemplare può sfiorare i 2.500/3.000 euro!

Naturalmente, molto dipende dallo stato di conservazione dello spicciolo e della sua qualità, oltre dal prestigio dovuto alla svista fatta dalla Zecca nella coniazione.

Ma non solo. Se questo è il valore in media attribuito alle monete rare da 1 cent di euro, in passato gli stessi esemplari sono stati venduti all’asta ad un prezzo ancora più alto, generando una vera e propria guerra all’ultimo colpo per tutti i collezionisti desiderosi di accaparrarsi il pezzo unico.

Durante una delle tante aste Bolaffi, come riporta il sito moneterare.net, uno di questi esemplari è stato venduto per ben 6.000 euro.

In un’asta del 2013, queste monete rare sono state batture all’asta per 6.600 euro. Questa è la cifra più alta fatta registrare dal centesimo di euro con errore di coniazione, considerato il prezzo di partenza di 2.500 euro.

Monete Rare: quando valgono i 2 centesimi di euro?

Mettiamo da parte il valore della moneta “mix” tra un centesimo e due centesimi di euro e passiamo alla classica moneta da 2 cent. Per capirci, quella corretta raffigurante la Mole Antonelliana di Torino.

Diciamo subito che non stiamo parlando di Monete Rare. I due centesimi di euro hanno infatti un valore economico non rilevante, anche se ci rifacciamo a quelle con più anni alle spalle.

Almeno per quanto riguarda gli spiccioli italiani. 

C’è però una moneta da 2 centesimi di euro che ha un interessante valore economico: i due cent coniati nella Città del Vaticano.

A quanto si aggira il loro valore? Intorno i 110 euro, considerato il raro conio.