Il nostro viaggio nell'affascinante mondo delle monete rare oggi arriva al pezzo più piccolo mai coniato delle vecchie lire. Stiamo parlando della moneta da 1 centesimo di Lira che è stata un simbolo per tantissimi italiani. Facciamo, con la consueta preziosa consulenza del sito moneterare.net un viaggio all'interno delle monete da 1 centesimo di lira coniate per valutare oggi quale può essere il valore di ognuna.

Pronti a leggere e poi ad andare a cercare in qualche borsellino o portafoglio nascosto se possedete uno di questi pezzi pregiati?

1 centesimo Napoleone Imperatore e Re

La prima moneta da un centesimo di Lira mai coniata è quella che celebra Napoleone. Siamo ovviamente nel periodo in cui Napoleone occupa l'Italia. Stiamo parlando degli anni che vanno dal 1807 al 1813.

Questa moneta veniva utilizzata nel Regno d'Italia. Sul diritto della moneta c'è la testa dell'Imperatore e Re Napoleone. Sul verso invece c'è il simbolo del Sacro Romano Impero con la scritta Regno d'Italia. La moneta è stata coniata in tre zecche: Bologna, Venezia e Milano. 

1 Centesimo Carlo Felice Lira Sarda

La moneta da 1 centesimo di Lire Carlo Felice è la seconda che esaminiamo ed è la prima per la quale il sito moneterare.net effettua una valutazione odierna.

Questa moneta presenta sul lato dritto l'indicazione del valore da 1 centesimo mentre sul verso c'è uno scudo che ritrae l'aquila sabauda con contorno di rami di quercia e sopra una corona reale. Il valore di questa moneta da un centesimo di Lira oggi dipende dallo stato di conservazione: si oscilla dagli 8 euro fino ad arrivare ad un valore di 90 euro.

In un'asta tenuta nel 2016 questa moneta da un centesimo di Lira nel suo stato Fior di Conio ha raggiunto anche l'importante valore di 197 euro.

1 Centesimo di Lira Re Eletto

Un'altra moneta da un centesimo è quella che si definisce “1 centesimo di Lira Re Eletto”. La moneta risale al periodo del Governo Popolare della Toscana. Questa moneta ha delle caratteristiche molto peculiari: sul lato dritto dentro a un cerchio di perline c'è lo Stemma Savoia con una corona reale e la scritta Vittorio Emanuele Re Eletto. 

Sul verso c'è l'indicazione del valore di 1 centesimo e della data 1859. Tutto intorno c'è la scritta Governo della Toscana. Questa moneta nonostate porti la scritta 1859 è stata coniata nel 1860. 

Esiste anche una moneta coniata recuperando i conii di Carlo Felice. Non ha il segno di zecca e riporta come millesimo 1826, pur essendo stata coniata tra il 1859 e il 1860.  Si tratta della moneta del Governo Provvisorio di Bologna.

Le monete che hanno delle peculiarità uniche sono sempre particolarmente interessanti per i collezionisti. Le monete con più hanno rarità con più vedono incrementare il loro valore.

La moneta rara da un centesimo di Lira Re Eletto della zecca di Bologna ha la seguente quotazione di 130 euro nel migliore stato di quotazione possibile. La moneta da 1 centesimo Re Eletto Governo Popolare della Toscana in stato Fior di Conio può anche arrivare a essere quotata 150 euro. 

1 Centesimo di Lira Pio IX

Proseguiamo nella nostra carrellata con la moneta da 1 centesimo Pio IX. Parlando di questa moneta arriviamo nel 1866, siamo già nel periodo dell'Unità d'Italia e anche lo Stato Pontificio decide di utilizzare questo sistema di monetazione.

Per questo quindi la Santa Sede conia delle monete del tutto similari a quelle che sono in vigore nel Regno d'Italia in questo periodo. 

La moneta da 1 centesimo di Lira Pio IX presenta sul lato dritto l'immagine di Pio IX. La sua immagine viene ritratta dentro a un cerchio di perline.

Sul verso dentro sempre ad un cerchio di perline appare l'indicazione del valore della moneta da 1 centesimo. Che valore ha oggi per gli appassionati di numismatica questa moneta da 1 centesimo di Lira dedicata a Pio IX

Sempre con l'ausilio del sito moneterare.net ci sono esemplari che possono valere 15 euro e come sempre dipende molto dallo stato di conservazione della moneta. Ci sono però invece altri esemplari in situazioni decisamente migliori che sono arrivati ad avere un valore di 900 euro.

Entrando ne dettaglio di qualche moneta ad esempio ci sono state versioni di questa moneta vendute all'asta  a 805 e anche a 955 euro. Questa moneta quindi ha un grande valore e un'occhiatina se ne avete una nel portafoglio sarebbe un'ottima idea. 

1 Centesimo di Lira Vittorio Emanuele II

Passiamo ora ad esaminare la moneta da un centesimo “Vittorio  Emanuele II”. Questa moneta coniata nel 1861 può essere ritenuta a tutti gli effetti la prima moneta ufficiale appartenente al Regno d'Italia. Queste sono le prime monete che hanno una firma Casa Savoia, con caratteristiche decisamente diverse rispetto a quanto avveniva in precedenza. 

Questa moneta da un centesimo, spiega il sito moneterare.net presenta sul lato dritto la testa del Re rivolta a sinistra, attorno c'è la scritta Vittorio Emanuele II Re d'Italia. 

Sull'altro lato c'è la scritta 1 centesimo e l'anno di conio con intorno rami di alloro. Oggi il valore di questa moneta può oscillare dai 35 euro fino ai 500 euro se si parla di una moneta in Fior di Conio realizzata alla zecca di Torino. 

1 Centesimo di Lira Umberto I

Andiamo avanti nella nostra rassegna delle monete da un centesimo di lira analizzando il Centesimo di Lira Umberto I. Qui temporalmente facciamo un ulteriore salto in avanti visto che la moneta è stata coniata tra il 1895 e il 1900.

Questa moneta sostanzialmente non presenta moltissimi elementi di differenziazione rispetto a quella di Vittorio Emanuele II. La moneta ha sostanzialmente le stesse caratteristiche e differisce solo, ovviamente verrebbe da dire, per l'immagine ritratta (Umberto I e non più Vittorio Emanuele II) e l'anno di coniazione.

Questa moneta ha un valore variabile come sempre legato a diversi fattori legati alla rarità del pezzo e allo stato di conservazione.

Il valore raggiunto può essere interessante visto che esemplari in stato Splendida sono valutati 150 euro. Esemplari in stato quasi Fior di Conio sono valutati 180 euro invece se lo stato della moneta è Fior di Conio il valore è di 260 euro

1 Centesimo di Lira moneta Vittorio Emanuele III

Sulla tradizione dele monete precedenti c'è anche il centesimo di Lira dedicato a Vittorio Emanuele III. La moneta da un centesimo Vittorio Emanuele III ha le stesse caratteristiche e non differisce troppo dalle monete di cui abbiamo parlato poco fa.

Naturalmente cambia l'anno di pubblicazione e cambia l'immagine del personaggio ritratto. 

Vittorio Emanuele III ha fatto coniare due diversi esemplari di moneta da un centesimo: il tutto avviene tra il 1902 e il 1918. Stiamo parlando della moneta da un centesimo di Lira Valore e della moneta da un centesimo di lira Prora.

La moneta così definita valore è stata coniata negli anni che vanno dal 1902 al 1908. Sul dritto c'è l'immagine di Vittorio Emanuele III. Sul verso c'è un bordo perlato e una corona di alloro e rovere.

Dal 1908 fino al 1918 sempre con Vittorio Emanuele III viene coniata una nuova moneta che è stata definita Prora. Questa moneta presenta sul lato dritto il semibusto del Re in uniforme con la scritta Vittorio Emanuele III Re d'Italia. Sul verso c'è invece una figura che simboleggia l'Italia su una nave che tiene nella propria mano destra un ramoscello di ulivo sulla prua di una nave.

Questa moneta che è uscita di corso dal 1924 come tutte le altre monete da un centesimo ha una grande particolarità: negli anni della Prima guerra mondiale su questa moneta sono stati incisi su alcuni esemplari i numeri  romani I, II, III e IV per indicare l'anno di guerra nel quale ci si trovava.

Il valore di queste monete da un centesimo di Lira Vittorio Emanuele III oggi oscilla sempre in base allo stato di rarità e allo stato di conservazione tra i 6 euro e i 65 euro. 

Moneta da un 1 centesimo di Lira: ecco quella di valore massimo

Ma c'è un ma. E un aspetto al quale dare tantissima attenzione. Una moneta da un centesimo di questo tipo del 1902 è stata battuta all'asta nel 2009 ad un prezzo di 6.900 euro.

Ovviamente si tratta di un esemplare in Fior di Conio. Quindi questa moneta Valore può avere veramente un grande valore. Naturalmente occorre fare come sempre attenzione ai falsi che purtroppo circolano in maniera diffusa.

Invece la  moneta da un centesimo di Lira Prora ha un valore massimo di 500 euro nel caso si tratti di una moneta rarissima, in stato di Fior di Conio e con una caratteristica rara.

Ovvero con la figura allegorica con tre braccia. Il valore massimo mai raggiunto da una di queste monete prora in stato fior di conio è stato di 2.530 euro. Il fatto è avvenuto nel 2011 ad un'asta. 

Monete rare: come fare fruttare al meglio la propria moneta rara?

Se siete arrivati fino a questo punto della lettura dell'articolo ora avrete una curiosità. E se possiedo una di queste monete rare quale è la maniera migliore per muovermi? Come posso fare per ottimizzare al meglio questa risorsa di cui sono in possesso?

La strada che viene consigliata è quella di fare riferimento a specialisti. A persone del settore in grado di valutare al meglio la situazione e consigliarvi.

Ci sono diversi siti di aste on line: a ognuno sta trovare quello che ispira magiiore fiducia. Ci sono siti che si occupano di tutti gli aspetti: dalla valutazione con materiale fotografico dei materiali inviati all'analisi delle monete stesse. E se poi lo gradirete ovviamente si possono occupare della messa all'asta delle monete.

Oggi quella delle aste online è la strada più frequentata perchè consente di venire in contatto con tanti potenziali interessati e appasssionati di collezionismo e magari alla vostra moneta senza spostarvi dalla propria abitazione. 

Se vorrete intraprendere questa strada in passi da fare sono principalmente i seguenti:

  • preparare con cura le monete scattando foto e descrizioni 
  • inviare il materiale preparato al sito 
  • attendere notizie prima che il materiale venga messo all'asta

Al momento in cui verrete contattati e ci sarà il via libera il materiale sarà messo all'asta.