Quanti di noi, aprendo un vecchio cassetto, trovano delle 100 lire. Monete rare che oggi come oggi sono completamente fuori circolazione. Ma non solo: non hanno valore legale e non sono spendibili per andare a fare la spesa. Ma possono valere molto di più rispetto a quanto uno possa credere. Monete rare dimenticate all'interno di un cassetto, che possono diventare una fortuna inaspettata, ma che possono costituire anche un buon investimento.

Chi si ricorda ancora cosa si potesse comprare con 100 lire. Sì, certo: la risposta cambia in base all'età di ogni singola persona. Ma quelle 100 lire, oggi, valgono molto di più di quanto valessero nel momento in cui circolavano. Andiamo a vedere cosa sta accadendo.

Monete rare: quando 100 lire valgono una fortuna!

Molte persone, sicuramente, si ritroveranno in casa alcune monete rare. Non è necessario essere dei collezionisti: possiamo ritrovarci in casa delle 100 lire frutto di un regalo dei nonni, o perché le abbiamo semplicemnte dimenticate in fondo a un baule e non ci ricordavamo più che c'erano. O semplicemente perché quando vi fu il passaggio dalla lira all'euro, ci sembrava inutile andare a scambiare anche gli spiccioli. Ma quanto possono valere le 100 lire in nostro possesso? Sì, perché sicuramente non è tutto oro quello che luccica. 

Cerchiamo un po' di scoprire se in casa abbiamo delle monete rare che abbiano un reale valore, o se costituiscono unicamente un caldo ricordo della nostra gioventù. Se avrete la cortesia di proseguire nella lettura di questo articolo, vi basterà controllare che le 100 lire in vostro possesso combacino con quello che vi stiamo descrivendo. Se oltre a questo, le monete rare in vostro possesso, sono anche ben conservate, allora il gioco è fatto. Nel mondo della numismatica, quando si parla di ottimo stato di conservazione, si parla di una moneta che sia ben coservata. Se addirittura la moneta sembra essere stata appena coniata si dice Fior di Conio. Ma andiamo a vedere il valore di queste monete rare.

100 lire: quanto valgono!

Tra le monete rare le vecchie 100 lire potrebbero valere davvero una fortuna. Nessuno ci avrebbe mai pensato, ma questa è la pura e semplice verità. Ma proviamo ad andare a verificare quanto costano una per una, in base all'anno in cui sono state coniate.

1955: le monete coniate in questo periodo - soprattutto se sono dei Fior di conio - possono raggiungere una quotazione che può oscillare dai 700 ai 1.000 euro. Senza dubbio un'ottima valutazione, ma attenzione, nel caso in cui lo stato di conservazione sia classificabile in Splendido, la sua quotazione scenderebbe a 75 euro.

1958: nel caso in cui le nostre 100 lire siano state coniate proprio nel 1958, la quotazione può arrivare a 700 euro. Ne furono coniate 25.640.000. Qui per riuscire ad ottenere 700 euro è necessario essere in possesso di una Fior di Conio, perché in caso contrario si potrebbero raccimolare solo pochi euro.

In estrema sintesi stiamo parlando della stessa moneta, ma che è stata coniata in due anni differenti. In entrambi i casi, comunque, è necessario sottolineare che il valore è determinato dallo stato di conservazione. In molti casi, se ritrovate una di queste monete rare in un cassetto è sufficiente darle una bella ripulita, evitando di utlizzare dei prodotti che la potrebbero rovinare. Se invece dovesse aver circolato - così come fanno tutte le monete - e dovesse presentare delle macchie indelebili o particolari segni, il loro valore scenderebbe immediatamente.

Un tesoro da 4.000 euro!

Rimanendo sempre fermi alle monete rare, ai pezzi da 100 lire, c'è una vera chicca, che potrebbe farci diventare ricchi. C'è un pezzo molto particolare, richiesto dai collezionisti di mezzo mondo, che se qualcuno avesse la fortuna di ritrovarselo in casa, potrebbe venderlo immediatamente e togliersi una bella soddisfazione. Stiamo parlando delle 100 lire d'oro emesse dalla Citta del Vaticano nel 1937. Sopra vi è raffigurato papa Pio IX.

A tutti gli effetti questa è considerata una moneta davvero rara. Giusto per avere un'idea di quanto vale, è sufficiente andare sul sito di Numismatica Varesina, specializzato proprio nelle monete rare. Questo 100 lire d'oro vengono cedute a 3.890 euro, ovviamente devono essere tenute in perfette condizioni. Anche in questo caso, se il pezzo dovesse essere rovinato, il prezzo scenderebbe di molto. Comunque vada si cadrebbe sempre in piedi, perché potrebbe arrivare a valere almeno 1.000 euro.

Come fare a riconoscere le monete rare? Spesse e volentieri sono dei pezzi speciali, che proprio per questo hanno un valore difficilmente quantificabile. Il suggerimento, nel momento in cui ci dovessimo trovare tra le mani questi pezzi, è quello di rivolgersi ad un professionista di fiducia, che sappia riconoscere effettivamente il valore di queste monete rare. Il rischio è quello di buttare nella spazzatura un vero e proprio tesoro. O quello di farsi truffare dal furfante di turno.