Chi non ha dolci ricordi delle 500 lire? Quasi tutte le persone oltre una certa età ricordano di certo la moneta bimetallica che ha fatto la storia del nostro paese.

Non è però l'unica moneta da 500 lire che è mai esistita nel nostro paese. Ce ne sono anche tante altre versioniche andremo a scoprire e analizzare col consueto aiuto del principale portale del settore www.moneterare.net.

Le quotazioni aggiornate oggi e quale interesse possono avere queste monete per gli appassionati di numismatica.

Monete rare: la tiratura incide eccome sul valore al quale possono arrivare le monete

Le 500 Lire hanno visto la luce per la prima volta nel secondo dopoguerra in Italia. 

Il loro conio è iniziato nel secondo dopoguerra e sono state prodotte fino all'uscita di scena definitiva della moneta, ovvero quando la Lira ha lasciato spazio all'euro.

Vediamo in questo articolo quali sono le monete più ricercate dagli appassionati di collezionismo. Va subito detto che ci sono tante versioni che hanno valore mentre ci sono altri esemplari da 500 Lire che per la tiratura enorme che hanno avuto sono più comuni. E quindi essendo monete meno rare hanno valori inferiori. 

Monete rare: qualche parola chiave che occorre conoscere per capire il valore delle monete

Quando si parla di monete rare occorre tenere ben presente che cosa si intende per rarità. Per avere valore le monete devono avere determinate caratteristiche.

Innanzitutto conta lo stato di conservazione: con più una moneta è in migliori condizioni con più il suo valore è alto. Fior di Conio o stato Fior di Conio è una parola che deve diventare familiare, visto che è lo stato di conservazione migliore possibile che può avere una moneta. Seguono il quasi Fior di Conio e poi lo stato Splendida e lo stato Bellissima.

Incidono anche altri parametri come il periodo storico nel quale quel conio si inserisce. E non ultima la tiratura.

Ovviamente se una moneta ha tirature basse la si può definire rara e aumenta il suo valore. Quando una moneta ha tirature molto ampie il valore difficilmente è elevato anche se c'è un buon stato di conservazione perchè la moneta è molto diffusa.

Monete rare: la storia delle 500 Lire, gli inizi

Torniamo ora a parlare nello specifico delle 500 Lire.

Queste monete in certi suoi esemplari possono raggiungere un valore importantissimo. Abbiamo citato in precedenza le bimetalliche che sono quelle ricordate dalla maggior parte delle persone ma ce ne sono anche altre che risalgono a decenni precedenti e che hanno un valore ancora più elevato. Parliamo nello specifico delle 500 lire Argento.

O delle 500 Lire Caravelle. Oggi sono le 500 Lire Caravelle ad avere il valore più importante.

Queste monete possono raggiungere quotazioni veramente importanti. Se avete alcune delle monete che citeremo a breve nell'articolo potrete veramente esultare perchè avete per le mani pezzi davvero pregiati. 

Monete rare: le quotazioni aggiornate delle prime 500 Lire Argento

Nel nostro paese sono state coniate anche delle versioni cartaceee delle 500 Lire. In questo articolo non approfondiremo questo aspetto ma ci occupiamo solo di versioni delle 500 Lire in moneta. 

Monte da 500 Lire Argento rare non ce ne sono per via della grande tiratura. Però ci sono eccezioni, monete che presentano determinate caratteristiche il cui valore schizza alle stelle.

Ecco alcuni valori nella norma. Le monete da 500 Lire coniate nel secondo dopoguerra a partire dal 1959 e successivi non arrivano ad avere valori straordinari. Non superano mai gli 8 euro.

Le 500 Lire Argento del 1961 possono arrrivare a 25 euro. Come mai questo valore maggiore? Si ricorderà in precedenza quando si parlava di tiratura. Ecco in quell'anno vennero coniate meno monete e quindi hanno un valore, seppure di poco più importante. Ovviamente si tratta sempre di soldi ma non sono cifre che fanno sobbalzare dalla sedia.

Ci sono invece errori di conio che fanno sì che ci siano monete dal grandissimo valore. E su questi adesso ci soffermiamo.

Monete da 500 Lire: gli errori di conio che aumentano il valore delle monete

Sono come spesso avviene errori di conio in fase di stampa delle monete che creano situazioni che negli anni poi vedono nascere monete di grande valore. In questo caso va annoverato un caso di 500 Lire così definite Caravelle con le Vele al contrario.

La Zecca dello Stato di Roma ha coniato una moneta che è stata definita 500 Lire Caravelle nel periodo che va dal 1958 al 1967. Questa moneta non è assolutamente riconducibile come moneta rara visto che ha una tiratura importante ma ha una peculiarità legata ad una sua variante.

40 Euro è il valore che oggi viene dato alle monete da 500 Lire caravelle che sono state coniate nel periodo di riferimento tra il 1958 e il 1967. Dipende sempre poi dallo stato di conservazione: se la moneta si presenta in una situazione diversa dal Fior di Conio non si va oltre i 20 euro.

Monete rare: le 500 lire dal valore più importante in assoluto

C'è una moneta da 500 Lire che è quella più ricercata dai collezionisti. Una moneta da 500 Lire che ha grande valore e che è stata data alla luce solamente nel 1957 con solamente mille esemplari. Caratteristiche che ne fanno una moneta se non unica ma certamente molto rara.

Chi ne ha una per le mani questa volta ha buon diritto di gioire veramente.

Che peculiarità ha questa moneta? 

Per dirla in maniera molto semplice la moneta presenta le vele delle caravelle al contrario. C'è molto dibattito tra gli appassionati di monete su questo tema ma il succo è che le bandierine in cima sono controvento, rivolte al contrario rispetto a dove dovrebbero essere girate.

Queste monete sono note come le "500 Lire Caravelle con le vele al contrario".

Se avete questa moneta da 500 Lire con le caravelle in questa maniera e la scritta prova avete fatto veramente bingo.

Attenzione perchè una moneta da 500 Lire di questo tipo può arrivare ad un valore di 12.000 euro. Naturalmente va specificato che per essere pagata questa cifra occorre che questa moneta abbia uno stato di conservazione ottimale in Fior di Conio.

Ma anche se non è nello stato di conservazione migliore possibile avete comunque tra le mani una moneta importante che può valere come minimo 3.000 euro. Ovviamente lo stato di conservazione incide sempre sul valore che si dà ad una moneta. 

Monete rare: le monete dedicate all'Unità d'Italia

E' stata creata anche una moneta da 500 lire speciale nel 1961. Questa è stata dedicata all'Unità d'Italia, avvenuta un secolo prima. Questa moneta ha visto la luce quindi dal 1961 al 1963.

Anche qui come riporta il sito moneterare.net c'è un aneddoto interessante da ricordare: le monete sono state coniate per un periodo di tre anni dal 1961 al 1963. Queste monete hanno di certo questa storia curiosa ma non hanno grande valore. La loro quotazione non è superiore mai ai 20 euro.

Monete rare: attenzione alle monete dedicate a Dante Alighieri

Avanzando negli anni c'è la moneta celebrativa della nascita di Dante Alighieri. E' stato celebrato con una moneta speciale da 500 Lire il suo settimo centenario dalla nascita. Questa moneta risale al 1965.

C'è una versione normale della moneta e una versione di  prova.

Se avete la versione normale non avete per le mani un pezzo pregiato visto che il valore non supera i 10 euro. Caso diverso invece se avete la versione di  prova.

Qui avete per le mani un esemplare di grande pregio. La moneta di prova da 500 Lire celebrativa di Dante oggi ha un valore di 4.000 euro. E' una moneta rara ma se per le mani avete una 500 Lire dedicata a Dante con ben impressa sulla moneta la scritta prova avete per le mani un pezzo pregiato.

Monete rare: e negli anni '80 poi arrivano le notissime bimetalliche

Queste monete da 500 Lire chi può dire nel nostro paese di non averle mai viste? Solo forse le persone giovanissime. Per onestà va detto subito che sono monete che però non raggiungono mai valori davvero importanti. Per onestà va detto subito. La tiratura massiccia non consente di avere grandi speranze di avere monete di valore.

La moneta è stata coniata per un periodo molto lungo dal 1982 fino al 2001. In quell'anno si ricorderà che termina l'esperienza della Lira per l'arrivo della moneta unica europea.

Va sottolineato che queste 500 Lire hanno un primato.

L'Italia è il primo paese ad avere coniato una moneta bimetallica. L'esempio dell'Italia poi è stato seguito anche da altri paesi. Era stata presa questa decisione perchè la situazione "bimetallica" rendeva più complicata una falsificazione della moneta

La più nota e diffusa moneta da 500 Lire che è stata in circolazione nel nostro paese è quella che comunemente viene definita 500 Lire bimetalliche Quirinale.

La Piazza del Quirinale a Roma è presente sul lato più celebre di queste monete. Oggi queste monete non hanno grande valore.

Sono monete di enorme diffusione solamente se sono in stato Fior di Conio senza nessun segno di usura di fronte all'interlocutore interessato possono raggiungere un valore massimo di 4 euro.

C'è da fare un'eccezione a questi valori citati. Questa eccezione vale per gli ultimi anni di vita della Lira. Nel 2000 e nel 2001 quando il passaggio all'euro era alle porte vennero coniati meno esemplari di queste monete. E per questa ragione il valore è leggermente superiore per chi oggi ne possiede una copia. Nulla di trascendentale sia chiaro ma si può arrivare a strappare una quotazione attorno ai 10 euro.

Monete da 500 Lire: e adesso che ne ho una che cosa devo fare per venderla e massimizzare il profitto

Per chi dovesse possedere una di queste monete da 500 Lire quale è la strada da seguire?

Sul web ci sono molte possibilità e non c'è che l'imbarazzo della scelta tra i siti che forniscono consulenze da questo punto di vista. Si inizia con la valutazione di fotografie.

Ci sono siti internet che si occupano di valutazione e anche di messa all'asta delle monete se arriva ovviamente il consenso del possessore della moneta. In questa maniera si ha la certezza che la propria moneta va in vetrina e la quota d'asta può alzarsi massimizzando il guadagno.