“Le banche centrali di Gran Bretagna, Giappone, Europa, Svezia e Svizzera si sono raggruppate per valutare i potenziali casi d'uso delle valute digitali. La discussione su tale argomento ha guadagnato slancio dopo che Facebook lo scorso anno ha annunciato l'intenzione di introdurre una criptovaluta chiamata Libra” - CNBC. Alla luce di tali sviluppi, è evidente che coloro che considerano le criptovalute un motore di libertà stanno perdendo il controllo della narrativa alla base.

La narrazione che alimenta una valuta digitale peer-to-peer

"La narrazione" è un concetto importante perché coloro che la controllano hanno maggiori probabilità di determinarne il risultato. Una volta strettamente associato al politically correct, il termine è diventato mainstream negli ultimi anni. La narrazione è la storia di qualcosa (un problema, un'idea), ma significa di più che correlare i fatti. Nella filosofia postmoderna, da cui il politically correct attinge fortemente, la narrazione crea la realtà; crea i fatti. La storia predominante diventa la cultura e la verità di una società. In altre parole, la narrazione definisce la realtà, non viceversa. Questo è uno dei motivi per cui la sinistra è così preoccupata dal controllo di parole ed idee; parole ed idee controllano la realtà stessa.

La maggior parte delle persone usa "la narrazione" in un modo più casuale per indicare una storia che ha un approccio o un tono specifici. Le narrazioni di sinistra e di destra si combattono a vicenda su determinate questioni, ad esempio. Tuttavia il termine conserva parte del suo significato originale. Dare contesto e interpretazione ad un problema definisce ciò che le persone considerano vero. A sua volta la percezione del pubblico in generale influenza gli eventi o i fatti che seguono, specialmente in assenza di una narrazione in competizione. Questo è il motivo per cui gli stati censurano: vogliono eliminare le "verità" concorrenti.