Il noleggio a lungo termine e il leasing di auto si stanno diffondendo sempre più non solo presso professionisti e aziende ma tra utenti privati.

A fare gola sono soprattutto le agevolazioni e gli sgravi fiscali. Brutte soprese, però, se non rispetti i vincoli del contratto.

Noleggio a lungo termine e leasing a confronto

Il noleggio a lungo termine è indicato per chi vuole avere a disposizione un’auto senza doverla acquistare. La proprietà dell’auto rimane infatti alla società di noleggio: generalmente infatti il cliente non può riscattare la proprietà del mezzo al termine del contratto. 

In quest'ultimo caso diventa più appropriato il contratto di leasing che permette al cliente di diventare proprietario di un’auto dilazionandone nel tempo il costo d’acquisto.

Noleggio lungo termine: come funziona

Il contratto di noleggio è disciplinato dall’articolo 1571 del Codice Civile, che definisce gli obblighi per il proprietario del veicolo e per l'utilizzatore dello stesso.

La caratteristica principale del noleggio a lungo termine è quella di includere nella rata mensile, oltre all'utilizzo dell'auto, anche l’assicurazione RC auto, il soccorso stradale e la manutenzione ordinaria e straordinaria della vettura. Viene dunque definito un costo mensile fisso e forfettario senza il rischio di dover sostenere spese impreviste.

Con il noleggio a lungo termine, il cliente è sgravato di tutte le spese relative alla proprietà dell'auto.

Quando conviene il noleggio a lungo termine?

A scegliere il noleggio a lungo termine sono prevalentemente i liberi professionisti e i titolari di partita iva.

  • Nel caso di veicoli aziendali non assegnati con uso esclusivo, la detrazione è pari al 20% della spesa sostenuta e fino a un massimo di 3615,20 euro annui.
  • La percentuale sale a 70% nel caso di veicoli aziendali con utilizzo promiscuo.
  • Nessuna agevolazione invece per chi non utilizza l'auto in ambito "lavorativo".

Prima di credere che, in assenza di agevolazioni fiscali, il noleggio lungo termine non sia conveniente, occorre fare alcune valutazioni.

Nel caso di utilizzo frequente dell'auto per viaggi e spostamenti, il noleggio a lungo termine, con la sua formula "chiavi in mano", permette comunque di risparmiare e di evitare tutti quei costi imprevisti di assistenza e manutenzione straordinaria che possono occorrere percorrendo tanti km al mese.  

A questo vantaggio si aggiunge il fatto che non è necessario disporre di molta liquidità per poter disporre del veicolo.

Esistono infatti diversi piani di renting sa seconda delle esigenze dei clienti e in alcuni casi è possibile sostituire l’anticipo o la maxi rata iniziale con rate mensili lievemente più alte per un periodo generalmente minimo di 12-18 mesi e massimo di 60: la soluzione ideale per chi ha necessità di cambiare l'auto senza dover spendere un capitale.

Servizi extra contratto: il conto può essere salato

Il contratto di noleggio a lungo termine può essere molto flessibile e può prevedere di personalizzare l’auto in base alle proprie esigenze, può definire la durata del contratto e stabilire il valore delle rate in base ai chilometri che si stima di percorrere.

Se il cliente ha superato il chilometraggio annuale stabilito nel contratto potrebbe essere costetto a pagare penali molto salate, generalmente pari a 15/20 centesimi al chilometro.

Inoltre, alla riconsegna del veicolo al termine del contratto, al cliente potrebbe essere applicata una franchigia piuttosto alta se sono presenti graffi e ammaccature sulla carrozzeria particolarmente evidenti e non riconducibili ai danni da normale usura.

Clicca qui per altri articoli sul tema. 

(Claudia Cervi)