Come funziona il nuovo bonus da 100€: sconto subito in bolletta, si richiede entro 23/09

Confermato il nuovo bonus da 100 euro contro il caro vita. Si può avere uno sconto direttamente in bolletta, ma si può richiedere solo fino al 23 settembre: ecco come.

Image

Confermato il nuovo bonus da 100 euro contro il caro vita. Si può avere uno sconto direttamente in bolletta, ma si può richiedere solo fino al 23 settembre: ecco come.

Tra le spese che ogni famiglia deve sostenere obbligatoriamente ogni mese (o, in alcuni casi, ogni bimestre), ci sono quelle legate alle utenze.

E, quando sentiamo la parola “utenze”, di solito pensiamo a quelle legate all’energia elettrica o al gas. Eppure, c’è anche un'altra utenza che grava sulle spalle (e sui budget mensili) degli italiani: quella legata ai consumi di acqua.

Ecco perché, sull’intero territorio nazionale, si stanno moltiplicando le iniziative locali legate a questo tipo di spesa mensile.

Tra le varie misure di sostegno legate al consumo idrico, c’è attualmente attivo un bonus da 100 euro, che potrà garantire uno sconto in bolletta.

Un bonus idrico che permetterà alle famiglie di spendere meno e che li sosterrà nel pagamento delle spese legate all’acqua.

Come funziona il nuovo bonus da 100€: sconto subito in bolletta, si richiede entro 23/09

Il nuovo bonus da 100 euro che conferirà uno sconto sull’acqua è stato di recente confermato da uno specifico Comune: quello di Urbino.

Si tratta dunque di un’iniziativa locale. Tuttavia, ricordiamo ai lettori residenti in altri Comuni italiani che, attualmente, sono tantissime le iniziative analoghe attivate in altre Regioni e città italiane.

Solo per fare un esempio, si può attualmente richiedere un bonus acqua in Puglia. Dunque, anche i non residenti nella città di Urbino potranno sicuramente contare su altre agevolazioni, attive a livello locale o statale (come nel caso del bonus sociale idrico).

Fatta questa doverosa premessa, torniamo al nostro bonus idrico da 100 euro.

Il sostegno verrà garantito da uno specifico ente, Marche Multiservizi, e consentirà di ottenere il contributo da 100 euro direttamente in forma di sconto. Sconto che verrà applicato sulle bollette dell’acqua.

E c’è di più: qualora i fondi destinati alla misura dovessero essere in esubero, questi verranno ugualmente distribuiti ai cittadini del Comune.

Infatti, se dovessero avanzare fondi che sono stati destinati al bonus da 100 euro, le quote avanzate verranno sfruttate per il rimborso della tassa sui rifiuti, la TARI 2021.

E, se anche dopo questo rimborso altri fondi dovessero avanzare, questi verranno distribuiti tra i beneficiari individuati tramite le domande pervenute.

A proposito delle domande, c’è poco tempo per inviare la propria, perché la procedura di raccolta delle istanze si concluderà a breve. I cittadini di Urbino hanno infatti tempo solo fino al 23 settembre 2022 per completare l’intera procedura.

Beneficiari: chi può richiedere il bonus da 100€

Prima di analizzare le modalità di invio delle domande, comunque, è bene concentrarci sulla platea dei beneficiari del bonus idrico di Urbino.

Infatti, il bando ufficiale pubblicato sul sito del Comune ha chiarito e fissato tutta una serie di requisiti per individuare i futuri fruitori del bonus da 100 euro per le bollette dell’acqua.

In primo luogo, ovviamente, è necessario attestare regolare residenza entro i confini comunali. Ma questo non basta. 

Possono infatti richiedere lo sconto in bolletta solamente le famiglie a basso reddito, su presentazione di un ISEE non superiore agli 11.500,00 euro.

Potranno inoltre accedere al contributo solamente le persone fisiche. Per avere diritto al bonus da 100 euro, infine, occorre aver sottoscritto un contratto legato alle utenze idriche con la società Marche Multiservizi.

Solo nel rispetto di questi requisiti si potrà inviare la propria domanda, nel limite di una sola richiesta per famiglia.

Come si richiede il bonus idrico da 100 euro: procedura di domanda

Per quanto riguarda la procedura di richiesta del bonus da 100 euro, gli interessati dovranno innanzitutto scaricare l’apposito modulo, sul sito ufficiale comune.urbino.pu.it. 

Le domande possono essere inviate secondo due modalità:

  • a mano, in presenza ed in formato cartaceo, presso l’Ufficio Politiche Sociali del Comune;
  • tramite PEC all’indirizzo ufficiale comune.urbino@emarche.it.

In quest’ultimo caso, anche il richiedente dovrà utilizzare un indirizzo di posta certificata perché l’invio sia valido. 

Oltre al modulo predisposto, il potenziale beneficiario dovrà presentare anche una copia del proprio ISEE, le fatture relative alle utenze idriche per l’anno 2021 ed un documento di identità valido. Per i cittadini stranieri regolarmente residenti, è necessario allegare anche la copia del proprio permesso di soggiorno.

Una volta completata la raccolta delle istanze che, come detto, si concluderà il prossimo 23 settembre, il Comune provvederà a redigere una graduatoria degli ammessi alla percezione del bonus da 100 euro.

Nella sua compilazione si terrà conto innanzitutto dell’ISEE presentato dal richiedente. In caso di parità, il bonus idrico verrà assegnato dando precedenza alle famiglie con minori (tenendo conto anche della loro età anagrafica) e ai nuclei familiari più numerosi.

Leggi anche: Come ottenere il bonus energia, fino a 300€ per le tue bollette: è attivo in questi Comuni.