Un nuovo bonus da 1.500€ al via: ecco come richiederlo subito per pagare l’affitto mensile

Confermato un nuovo bonus da 1.500 euro, che servirà per affrontare una particolare spesa mensile: quella dell’affitto di casa. Ecco quali famiglie potranno richiederlo e come.

Image

Confermato un nuovo bonus da 1.500 euro, che servirà per affrontare una particolare spesa mensile: quella dell’affitto di casa. Ecco quali famiglie potranno richiederlo e come.

Tra i contributi attualmente attivi destinati ad aiutare gli italiani ad affrontare determinate spese, quelli legati all’affitto sono tra i più apprezzati.

Al momento, i residenti possono contare su vari bonus statali e non per sostenere questa ingente spesa mensile, che grava sui bilanci familiari.

Oltre all’agevolazione concessa dal Governo, le Regioni si impegnano, ogni anno, ad approvare anche dei contributi per l’affitto locali.

E proprio di recente è stato approvato un contributo per l’affitto che verrà erogato in forma di bonus da 1.500 euro.

In cosa consiste l’agevolazione

Molto semplicemente, il contributo verrà concesso per sostenere nuclei familiari e cittadini che attualmente versano in condizioni di difficoltà.

Verranno privilegiate, nell’assegnazione di questo nuovo bonus da 1.500 euro, tutte le persone che sono rimaste disoccupate, i lavoratori stagionali e/o precari, chi è in casa integrazione. E, ovviamente, l’aiuto spetterà anche a chi presenterà un documento ISEE basso.

In realtà, un’agevolazione con le medesime caratteristiche è stata inaugurata lo scorso anno. Mancava però, per l’anno 2022, un apposito bando che la confermasse.

Di recente, tale bando è arrivato: è stata la Giunta della Regione Emilia-Romagna ad approvare la misura. Questo significa che, almeno per il momento, il bonus da 1.500 euro riguarderà solo i residenti entro i confini di questa specifica Regione.

Sono stati stanziati ben 40 milioni di euro per saldare il contributo a più richiedenti possibili.

La Regione Emilia-Romagna ha inoltre il progetto anche dei contributi in denaro per i proprietari di immobili in affitto. Proprio come nel 2021, a breve verranno attivati dei fondi anche per chi ha rinegoziato i contratti, per agevolare gli affittuari in difficoltà economica a causa della pandemia di Covid-19.

Un nuovo bonus da 1.500€ al via: ecco come richiederlo subito per pagare l’affitto mensile

Cerchiamo adesso di capire come sarà possibile richiedere il bonus da 1.500 euro per l’affitto. 

La Regione stilerà due graduatorie, in base all’ISEE familiare presentato. La prima graduatoria riguarderà famiglie e cittadini con ISEE non superiore ai 17.154 euro.

La seconda graduatoria, invece, sarà accessibile anche a redditi medio-alti. Sono infatti ammessi anche coloro che presenteranno un ISEE pari a 35.000 euro massimi. Tuttavia, in questo caso, c’è un requisito fondamentale da rispettare: la diminuzione del reddito rispetto agli anni precedenti.

Il bonus da 1.500 euro è infatti pensato per aiutare le famiglie in sofferenza, che hanno registrato perdite economiche a causa dell’emergenza sanitaria.

Per poter accedere al bonus affitto Emilia-Romagna, gli altri requisiti sono i seguenti:

  • per i cittadini stranieri, sono richiesti permesso di soggiorno (se extra-UE) o cittadinanza italiana o europea;
  • per tutti, bisognerà presentare regolare residenza o domicilio in Emilia-Romagna.

Necessario, inoltre, possedere un regolare contratto di affitto.

Le domande verranno gestite dai singoli Comuni della Regione Emilia-Romagna. La procedura per inviare la propria richiesta per l’ottenimento del bonus da 1.500 euro sarà interamente telematica.

La Regione sta infatti mettendo appunto un’apposita piattaforma, attraverso la quale presentare e istanze.

Al momento, il contributo è stato confermato, ma non possiamo richiederlo subito: le domande verranno aperte dal prossimo 15 settembre.

E abbiamo anche una data di conclusione della raccolta delle istanze. L’intera procedura, salvo proroghe, si concluderà il 21 ottobre 2021.

La Regione raccoglierà tutte le domande prima dell’assegnazione del bonus da 1.500 euro. In questo modo, assegnerà maggiori risorse alle famiglie ed ai cittadini particolarmente svantaggiate. O anche a chi ha avuto un calo del reddito più drastico rispetto agli altri richiedenti.

Leggi anche: Ecco come richiedere immediatamente il nuovo bonus da 2.000€ per chi ha figli piccoli.

Altri contributi regionali e il bonus affitto statale

Ricordiamo ai lettori interessati che il bonus da 1.500 euro non è l’unico contributo per pagare l’affitto di casa esistente. Le Regioni italiane, infatti, concedono ai propri residenti tutta una serie di agevolazioni legate agli affitti.

Ogni Regione, però, ha facoltà di scegliere le proprie regole, gli importi e le date di presentazione delle domande. Dunque, si consiglia agli interessati di verificare se, nella propria Regione di residenza, il bando per il bonus legato al canone di affitto è ancora attivo.

Infine, segnaliamo che è attualmente attivo il contributo statale per gli affitti, che viene però concesso solo ai più giovani. È infatti concesso solo a chi rientra in una determinata fascia d’età.

Per maggiori informazioni sul tale contributo statale, si rimandano gli interessati alla lettura del seguente approfondimento:

Ecco chi avrà diritto ad ottenere questo bonus da 2.000€ per pagare l’affitto di casa.