Le iniziative e i bonus scuola regionali per l’acquisto di libri o altro materiale didattico sono sempre di più. Le Regioni si stanno, infatti, mobilitando per riconoscere i contributi alle famiglie residenti. 

D’altra parte, in piena estate le famiglie programmano sì, le vacanze, ma si impegnano anche a risparmiare per sostenere le spese che le attendono a settembre. Di certo, senza considerare i recenti rincari sulle bollette, dovranno fare i conti anche con l’inizio di un nuovo anno scolastico e con le spese che dovranno sostenere per i propri figli. 

Proprio per questo motivo, gli enti locali mettono a disposizione nuovi contributi e bonus per alleggerire i costi. Proprio per l’acquisto di libri e materiale didattico sono tantissime le iniziative messe in campo negli ultimi mesi. 

Tra queste, anche quella di un’altra Regione che ha da poco deliberato i criteri e le modalità per il riconoscimento del beneficio per le famiglie residenti sul territorio. Queste ultime potranno, anche per l’anno scolastico 2022/2023, beneficiare dei contributi per l’acquisto del materiale didattico. 

Bonus scuola 2022/2023 anche per studenti e famiglie in questa Regione

La maggior parte delle Regioni italiane sta mettendo in campo aiuti economici rivolti, in particolare, alle famiglie che si trovano in difficoltà economiche. 

Per questi nuclei familiari che hanno figli a carico che frequentano scuole medie e superiori, vengono messi a disposizione diversi bonus scuola. Contributi, questi, che possono alleggerire le spese da sostenere per l’acquisto dei libri di testo. 

Essendo contributi regionali, requisiti e condizioni per ottenere i bonus scuola non sono sempre gli stessi. Ecco perché è fondamentale attendere notizie dai Comuni o dalla Regione di residenza. 

Per esempio, la Regione Campania ha pubblicato un aggiornamento sul proprio sito nel quale è contenuta la delibera della Giunta Regionale in cui vengono fornite indicazioni sui criteri di riconoscimento del bonus per le famiglie residenti sul territorio campano. 

L’obiettivo è quello di offrire un sostegno economico alle famiglie che si trovano in maggiore difficoltà economica tramite l’erogazione di buoni per l’acquisto dei libri di testo. 

Vediamo, allora, chi può richiedere il contributo e quando verranno erogati i buoni.

Leggi anche: Bonus scuola, dalla Regione 300€ per i libri: quando arriva

Chi può richiedere il bonus scuola 2022/2023 della Regione Campania

Secondo quanto contenuto negli allegati all’avviso, la Regione Campania ha finanziato questa misura con 23 milioni di euro, riconosciuti alle famiglie che possiedono i requisiti. 

In sostanza, a poter beneficiare del bonus scuola per l’a.s. 2022/2023 sono: 

Gli studenti che frequentano le scuole secondarie di I e di II grado (medie e superiori) della Regione Campania;

I nuclei familiari che rispettino le soglie ISEE prestabilite. 

In merito a quest’ultimo punto, la Regione individua due diverse fasce ISEE. Una prima fascia che comprende i nuclei familiari con valore ISEE compreso tra 0 e 10.633 euro e una seconda fascia comprendente le famiglie con valore ISEE compreso tra 10.633,01 euro e 13.300 euro. 

Quali sono gli importi del bonus scuola 2022/2023 della Regione Campania

La suddivisione delle due fasce ISEE per i nuclei familiari offre un parametro in più per comprendere a quanto avranno diritto i beneficiari della misura. 

Gli importi del bonus scuola, infatti, non sono prestabiliti. Questo perché bisognerà attendere l’arrivo di tutte le istanze presentate e determinare gli importi per ogni nucleo familiare. Il bonus sarà riconosciuto ai nuclei familiari rientranti nella prima fascia e, qualora le risorse stanziate dovessero bastare, riceverebbero copertura anche le famiglie rientranti nella seconda fascia. 

In ogni caso, l’importo del bonus (da utilizzare per acquistare libri o contenuti didattici alternativi scelti dalla scuola) non potrà superare la spesa complessiva sostenuta. 

Leggi anche: Bonus libri scolastici 2022/2023

Come richiedere il bonus scuola 2022/2023

Le risorse messe a disposizione della Regione Campania vengono suddivise tra i diversi Comuni. Ciò significa che non esiste una piattaforma online univoca per richiedere il contributo, ma che la domanda dovrà essere presentata al proprio Comune di residenza. 

Ogni Comune potrà scegliere modalità diverse per la ricezione delle istanze. È, dunque, importante consultare il sito del Comune di riferimento, verificare la sussistenza dei requisiti, e seguire le indicazioni per l’invio della richiesta. 

Alcuni Comuni potranno optare per l’invio della domanda online (in questi casi, è molto probabile che per presentare l’istanza sia necessario essere in possesso, alternativamente, di SPID, CIE oppure CNR). Altri, invece, potranno mettere a disposizione dei residenti anche modalità offline, per esempio dando la possibilità di presentare la richiesta direttamente presso gli sportelli comunali. 

Bonus scuola 2022/2023 entro il 15 ottobre dai Comuni

Una volta ricevute tutte le istanze, i Comuni provvederanno a stilare una graduatoria dei beneficiari. In base a tale graduatoria, verranno poi erogati i buoni, stabilendo gli importi, come già detto, in base al numero di richieste pervenute. 

Le famiglie residenti in Regione Campania riceveranno i buoni per l’acquisto dei libri di testo entro il 15 ottobre 2022.