In arrivo a luglio la ricarica di un bonus da 80 euro, destinato ad alcune famiglie italiane. Scopri in questo articolo come averlo subito.

In un periodo delicatissimo come quello in cui ci troviamo a vivere, arrivare a fine mese non è sempre facile. Molti nuclei familiari, soprattutto quelli a basso reddito, hanno serie difficoltà a sostenere i costi dei beni di prima necessità.

È vero che esistono varie agevolazioni statali, come l’Assegno Unico alle famiglie con figli a carico, o il bonus asilo nido ancora attivo.

Ma quelle appena citate non bastano: il problema principale degli italiani è rappresentato dagli acquisti quotidiani dei beni necessari. Beni i cui prezzi sono da mesi in aumento.

Per fortuna, esiste un bonus da 80 euro, cui possono accedere determinate categorie, attualmente attivo e che può essere richiesto anche subito.

Scopriamo di cosa si tratta: la prossima ricarica da 80 euro è prevista proprio per il mese di luglio 2022.

In cosa consiste questo beneficio

Il bonus da 80 euro in questione è un beneficio che servirà al saldo dei beni di prima necessità. Prende le sembianze di una carta elettronica, e per questo motivo è noto anche come Carta Acquisti.

La misura viene gestita dall’INPS, con l’aiuto di Poste Italiane (cui far pervenire la propria domanda).

Il suo funzionamento è abbastanza semplice: il richiedente avrà diritto ad una carta elettronica, con la quale potrà saldare determinate spese.

Innanzitutto, quelle legate ai beni alimentari e non che rientrino tra le merci definibili di prima necessità ed ai farmaci.

Ma non è tutto: grazie a questo beneficio, si potranno anche saldare le utenze domestiche. La carta elettronica è infatti abilitata al saldo delle bollette.

Sfortunatamente, lo chiariamo subito, non sarà possibile utilizzare la carta elettronica in questione ovunque.

I titolari potranno cioè effettuare i propri acquisti solamente presso negozi e attività in convenzione. Per reperire l’elenco aggiornato basta collegarsi al sito ufficiale del Ministero dell’Economia, che ha messo a disposizione l’elenco degli esercizi in convenzione.

C’è poi una seconda limitazione che dovrà essere rispettata dai titolari. Non si potranno cioè effettuare dei prelievi di contanti presso gli sportelli ATM.

È possibile spendere il bonus da 80 euro solamente saldando le proprie spese con pagamento elettronico.

Infine, gli interessati dovranno anche fare i conti con il limite di spesa mensile. È vero che la ricarica della Carta è di 80 euro, ma si tratta di una ricarica bimestrale.

La somma ricevuta vale infatti per i due mesi successivi: il tetto massimo mensile della spesa è pari a 40 euro totali.

Ecco quali famiglie avranno diritto ai pagamenti del bonus da 80 euro che arriva a luglio

Purtroppo, come accennavamo, il bonus da 80 euro concesso tramite la Carta Acquisti non è per tutti. 

Infatti, sono ammesse alla percezione del beneficio solamente determinate famiglie, che contino al proprio interno, in alternativa:

  • un over 65;
  • un minore under 3.

In quest’ultimo caso, ovviamente, la richiesta andrà inviata dal genitore che ha a carico il piccolo.

C’è poi una seconda barriera da superare se si intende richiedere l’agevolazione. Sono infatti ammesse al beneficio solamente le famiglie a basso reddito.

Per il corrente anno 2022, in particolare, andrà presentato un ISEE entro e non oltre i 7.120,39 euro. È inoltre previsto che il patrimonio mobiliare della famiglia non superi i 15.000 euro.

Qualora il richiedente abbia più di 70 anni, il requisito ISEE è lievemente innalzato a 9.493,86 euro.

Nel rispetto dei requisiti sopra citati, è possibile recarsi presso un qualsiasi sportello Poste Italiane insieme ai propri documenti di identità e ad un modello ISEE aggiornato.

Tali documenti andranno consegnati per poter effettuare la propria richiesta, che sarà fatta pervenire all’INPS.

L’Istituto, accertato il rispetto dei requisiti previsti, attiverà la carta elettronica, inviandola allo sportello Poste.

A questo punto i titolari potranno ritirarla ed iniziare ad utilizzarla per le spese consentite.

Le date dei pagamenti di luglio

Il bonus da 80 euro sulla carta elettronica viene erogato con cadenza bimestrale. Questo significa che, anche se il tetto massimo di spesa mensile equivale a 40 euro, ogni due mesi ne verrà accreditato un importo pari a 80.

L’ultima ricarica per i titolari è stata erogata nel mese di maggio 2022.

Dunque, la prossima ricarica è attesa proprio durante il corrente mese di luglio.

In linea generale, l'erogazione avviene entro i primi quindici giorni del mese in cui è previsto l’accredito. Quindi, chi è titolare della Carta riceverà il proprio bonus da 80 euro entro la prima metà di questo mese.

Sfortunatamente, però, non esiste un calendario valido per tutti, e dunque non possiamo conoscere l’esatta data dell’accredito.

In ogni caso, ciascun titolare può ottenere informazioni approfondite circa la data dell’accredito attraverso due metodi.

Il primo prevede la consultazione tramite il sito Poste Italiane, previa registrazione.

In alternativa, ci si può rivolgere al Contact Center INPS chiamando i numeri 803 164 e 06 164 164, rispettivamente da fisso e da cellulare.