Come tutti ormai sanno, oggi svolgono un ruolo fondamentale sempre più importante e fondamentale i sostegni economici e benefici che si presentano sotto forma di bonus e di contributi che vengono periodicamente riconosciuti nei confronti di vari gruppi di persone e di contribuenti, i quali risultano essere necessariamente caratterizzati da specifiche condizioni. 

Dunque, si tratta di una serie di bonus e di benefici che sono stati elaborati e strutturati da parte della stessa squadra del Governo italiano con l’obiettivo essenziale di andare a supportare maggiormente alcune categorie di persone, in particolare coloro i quali si ritrovano a vivere delle condizioni e situazioni sfavorevoli o disagiate, soprattutto a seguito delle conseguenze provocate dagli effetti del Coronavirus, sia sotto il punto di vista sociale che lavorativo.

In questo senso, come accade già ogni mese, anche nel caso del mese di settembre sono stati disposti nel corso delle varie settimane i versamenti legati ai bonus e ai sostegni nei confronti dei cittadini e dei nuclei familiari, la cui gestione completa è affidata all’Istituto Nazionale Previdenza Sociale, il quale si occupa anche della realizzazione e della pubblicazione del calendario ufficiale dei pagamenti.

A questo proposito, è necessario specificare che gli accrediti e i pagamenti erogati da parte dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale si riferiscono da un lato ai bonus e agli indennizzi che la squadra dell’esecutivo ha approvato al fine di aiutare maggiormente quei cittadini e quei lavoratori più colpiti e interessati dalle misure restrittive governative, a seguito dell’esplosione del Coronavirus, quali ad esempio il bonus onnicomprensivo ma anche il reddito di emergenza, corrisposto nei confronti dell’intero nucleo.

Dall’altro lato, invece, si tratta dei versamenti legati a benefici relativi alle famiglie italiane con diversi figli, così come anche i lavoratori, purché vengano rispettate specifiche condizioni sia di tipo reddituale che in riferimento alla composizione del nucleo.

Dunque, in questo articolo saranno messi a disposizione maggiori approfondimenti in riferimento a tutti gli aspetti caratteristici e peculiari che sono legati ai bonus, benefici e ai contributi di tipo economico, i quali saranno corrisposti durante le varie settimane del mese di settembre, in ottemperanza quanto accordato dal calendario ufficiale dell’INPS.

Inoltre, saranno anche offerti maggiori informazioni in merito ai cittadini beneficiari che potranno effettivamente beneficiare dell’indennità di disoccupazione NASpI, oltre che del bonus bebè, della social card o anche del bonus IRPEF che da diritto ad ottenere un sostegno mensile dal valore di 100 euro; ma anche in riferimento alla pensione, al reddito di cittadinanza, alla cassa integrazione e al reddito di emergenza.

Tutti i pagamenti ufficiali INPS di settembre 2021

Per quanto concerne le date legate al calendario dei pagamenti in riferimento esclusivamente al mese di settembre di questo anno, occorre evidenziare che queste prevedono l'avvio dei versamenti già partire dal mese di agosto, in particolare durante la fine del mese, a partire dal 26 agosto, per quanto riguarda l’erogazione degli assegni pensionistici che vengono solitamente ritirati in contanti. 

Inoltre, i pagamenti da parte dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale sono proseguiti già a partire dalle prime settimane di settembre, attraverso il riconoscimento dei versamenti relativi all’indennità NASpI di disoccupazione.

Successivamente, intorno alla seconda metà di settembre, saranno poi corrisposti i soldi verso quei cittadini a cui spetta la cosiddetta Social Card, insieme al bonus bebè, erogato invece nei confronti dei nuclei familiari con un bambino di età inferiore di un anno, nato adottato o affidato nel corso dell’anno. 

In merito al beneficio relativo al reddito di cittadinanza e alla pensione di cittadinanza, i versamenti erogati da parte dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale continueranno seguendo un calendario di due date differenti: da un lato, coloro che non hanno ancora ricevuto neanche una mensilità del sostegno potranno recarsi allo sportello delle Poste del proprio Comune direttamente dall’inizio della terza settimana del mese; mentre, dovranno attendere la fine di settembre tutti quei cittadini che hanno già ricevuto la PdC o il RdC nei mesi precedenti.

Inoltre, è necessario anche evidenziare che alla fine di settembre, il giorno 30 settembre, è stata prevista la scadenza da rispettare da parte di quei cittadini che hanno i requisiti e le condizioni necessarie per ottenere il bonus INPS onnicomprensivo una tantum, il cui valore è pari a 1.600 euro, in riferimento al testo relativo al Decreto Sostegni bis.  

Pensioni di settembre: quando sono avvenuti i pagamenti 

In riferimento al testo legato all’ordinanza della Protezione Civile, numero 778 del giorno 18 maggio 2021, come avviene ormai da più di un anno, i pensionati italiani che devono recarsi direttamente presso lo sportello relativo a Poste Italiane SpA, per poter ritirare i soldi relativi alla propria pensione in contanti, sono state stabilite delle date differenziate sulla base di un calendario con giornate diverse in base al cognome di ogni cittadino. 

In questo senso, per quanto riguarda l’assegno pensionistico riferito al mese di settembre, questo è stato ritirato da parte dei pensionati già dal 26 agosto 2021, fino al primo settembre.

È chiaro quindi che anche per quanto concerne le modalità e il calendario per il ritiro delle pensioni di ottobre, l’Istituto ha chiarito che continuerà effettivamente a distribuire l’assegno pensionistico attraverso l’anticipazione dei pagamenti rispetto alle normali scadenze anche per i prossimi mesi, quindi anche per il mese di ottobre. 

Dunque, in ottemperanza anche all’ultima ordinanza numero 787 pubblicata il giorno 23 agosto di questo anno da parte della Presidenza del Consiglio dei Ministri, saranno fissate delle date anticipate per il mese di ottobre.

In attesa di una comunicazione ufficiale che dovrebbe avvenire nelle prossime settimane da parte dell’Istituto Nazionale Previdenza Sociale, le date ufficiali relative ai pagamenti di ottobre per il ritiro dell’assegno pensionistico, dovrebbero essere le seguenti:

  • Cognomi con iniziali da A a C: lunedì 27 settembre;
  • Cognomi con iniziali da D a G: martedì 28 settembre;
  • Cognomi con iniziali da H a M: mercoledì 29 settembre;
  • Cognomi con iniziali da N a R: giovedì 30 settembre;
  • Cognomi con iniziali da S a Z: venerdì 1 ottobre.

Tuttavia, occorre anche sottolineare che nei casi in cui si tratti dei pensionati residenti nel territorio nazionale e che hanno un’età superiore ai 75 anni, che non convivono con alcun familiare, questi potranno richiedere a Poste Italiane, in collaborazione con Arma dei Carabinieri, l’opportunità di ricevere i contanti relativi al proprio assegno pensionistico direttamente presso la propria abitazione. 

Reddito di cittadinanza: quando ci sono i pagamenti differenziati

Tra i differenti pagamenti che saranno effettuati dall’Istituto Nazionale Previdenza Sociale nel corso del mese di settembre, vi sono anche gli accrediti destinati a quei nuclei familiari che sono risultati idonei all’ottenimento del cosiddetto reddito di cittadinanza.

Si tratta, come molti sanno, di un beneficio che è stato elaborato con un obbiettivo fondamentale, ovvero quello di riuscire a garantire vantaggi dal punto di vista lavorativo ma anche dal punto di vista sociale.

In particolare, in merito ai pagamenti occorre evidenziare che il meccanismo alla base dell’erogazione dei soldi nei confronti dei nuclei titolari del RdC o della PdC, risulta essere assai diverso rispetto a quello che contraddistingue gli altri benefici.

In effetti, tutti i cittadini che risultano essere beneficiari del reddito di cittadinanza o della pensione di cittadinanza, potranno accedere ai pagamenti esclusivamente mediante il ritiro della carta reddito di cittadinanza, una carta elettronica appositamente elaborata per gli accrediti mensili. 

In questo senso, tutti i pagamenti che saranno di volta in volta corrisposti e gestiti da parte dell’istituto Nazionale Previdenza Sociale, saranno caratterizzati da una differenziazione dei pagamenti, sulla base del nucleo familiare a cui si riferiscono.

Dunque, nel caso dei cittadini italiani che hanno già beneficiato del reddito di cittadinanza o della pensione di cittadinanza nel corso dei precedenti mesi, e che quindi hanno già a disposizione la propria carta elettronica, questi potranno ricevere l’accredito soltanto a fine mese, con precisione a partire dal 28 settembre di questo anno.

Al contrario, invece, nei casi in cui si tratti dei nuclei familiari che hanno fatto richiesta per la prima volta del beneficio del reddito di cittadinanza, così come anche nei casi della pensione di cittadinanza, il calendario INPS dei pagamenti presuppone la possibilità di ricevere l’accredito sulla carta relativo alla prima mensilità in maniera completamente anticipata, a partire dal giorno quindici di ogni mese.

In questo senso, occorre specificare che saranno i cittadini italiani a cui spetta il beneficio del reddito di cittadinanza, che avranno ricevuto la notifica di conferma relativa all’accoglimento della domanda a doversi recare presso lo sportello postale per il ritiro.

NASpI, bonus IRPEF e Social Card: cosa sono e le date ufficiali

Inoltre alla seconda metà del mese di settembre, a partire dal giorno quindici dovrebbero verificarsi anche i pagamenti versati dall’Istituto Nazionale Previdenza Sociale nei confronti di quei cittadini che si trovano in uno stato di effettiva disoccupazione e, dunque, sono in attesa di ricevere sul proprio conto corrente il riconoscimento della NASpI.

Sono invece già partiti il 8 settembre, gli accrediti relativi alle ricariche bimestrali in riferimento alla famosa Carta Acquisti gestita sempre dall’Istituto INPS, che prende il nome di Social Card.

Invece, dalla terza settimana del mese, a partire dal 23 settembre, si avvieranno i pagamenti riferiti al bonus che è andato a sostituire l’ex bonus Renzi, il cosiddetto bonus IRPEF, dal valore di 100 euro al mese.