Arrivano finalmente delle buone notizie per chi percepisce il Reddito d’emergenza. L’INPS ha finalmente deciso di rilasciare i pagamenti, dopo i numerosi giorni di ritardo. Molti avevano già considerato di abbandonare il sussidio nato a seguito del Covid-19, ma ecco finalmente la notizia che aspettavamo!

L’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha deciso di rilasciare i pagamenti, ma quando verranno erogati? Sarà prevista una proroga della misura?

Il Reddito d’Emergenza è stato introdotto dal Decreto Sostegni bis, nel quale, oltre al Reddito d’emergenza, verranno inserite anche moltissime altre misure per aiutare i cittadini colpiti duramente dalla crisi pandemica a ritrovare finalmente un po’ di pace.

Però, attualmente i beneficiari aspettano con ansia i pagamenti della quarta rata del Reddito d’emergenza. I ritardi hanno causato davvero molti disagi alle famiglie colpite economicamente dalla pandemia. Ricordiamo, infatti, che il Reddito d’emergenza nasce a seguito della crisi causata dalla pandemia da Covid 19. Quindi, senza questo sostegno economico, molte famiglie si trovano attualmente in difficoltà.

Molti di loro, infatti, avevano perso le speranze, ma invece ecco che l’INPS fa una sorpresa delle sue. Proprio un mese prima di Natale, quasi come una manna dal cielo. Finalmente attraverso una comunicazione decide di rilasciare ai suoi beneficiari i pagamenti della quarta rata.

Dobbiamo anche tenere in considerazione che i ritardi ed i disservizi dell’INPS sono causati soprattutto dalla mole di lavoro che questi da qualche anno stanno sopportando. Tuttavia, tutti questi ritardi non sono più tollerati e, nonostante si cerchi di trovare delle giustificazioni, a soffrire di questi disservizi sono soprattutto le famiglie.

Adesso, non più. Sembrerebbe, infatti, che prossimamente l’INPS rilascerà i pagamenti, ma non solo. Da quello che emerge dalle indiscrezioni presenti sul web, sembrerebbe che l’Istituto non solo rilascerà la quarta rata, ma addirittura si sta parlando di una quinta rata che sarà erogata nel periodo natalizio, quindi, un vero e proprio regalo di Natale.

Ma vediamo insieme cosa ha deciso l’INPS riguardo i pagamenti del Reddito d’emergenza di ottobre e se dovremmo realmente aspettarci una proroga o meno.

Vi consiglio la visione del video della redazione The Wam con le novità in merito:

Reddito di Emergenza: obiettivo della misura

Ma come nasce il Reddito d’emergenza e quali sono stati inizialmente gli obiettivi della misura? 

Come abbiamo anticipato in apertura, il Reddito d’emergenza, così come tante altri sostegni al reddito per le famiglie, è stato introdotto con il Decreto rilancio dal Governo Conte in data 19 maggio del 2020. Se vi ricordate, in quel periodo eravamo in piena pandemia, ovvero in zona rossa. Un periodo che nessuno di noi potrà mai dimenticare: case chiuse, tutti a casa ad aspettare che qualcosa accadesse, a guardare i nostri vicini di casa uscire in barella e scambiare qualche parola solamente dai nostri balconi.

Molte famiglie in quel periodo non potevano nemmeno andare a lavoro. I pochi fortunati lavoravano in smart working, ma i risultati per molte aziende sono stati scarsi, tant’è che molte hanno dovuto dichiarare fallimento.

È innegabile che se non ci fossero stati sostegni come il Reddito d’emergenza o il Reddito di cittadinanza molte famiglie sarebbero morte letteralmente di fame e molte hanno rischiato di non superare il periodo di lockdown.

Ricordiamo tutti le immagini del’ex Presidente del Consiglio Conte quando con evidente commozione dovette comunicare la chiusura di tutto il paese. 

Al grido di “ce la faremo!” noi superstiti ce l’abbiamo fatta e stiamo ancora lottando per farcela, ogni giorno! 

Il reddito d’emergenza, nato in piena pandemia, aveva perciò l’obiettivo di venire in soccorso a tutte le famiglie in difficoltà economiche. Ma a chi era rivolto? Secondo l’articolo di Francesca Ciani,

“la misura aveva lo scopo di aiutare attraverso l’erogazione di un sussidio economico i cittadini che avevano subito gravi perdite economiche in seguito alla pandemia da Coronavirus.”

Ma a quali perdite economiche si sta facendo riferimento? Chiaramente si sta facendo riferimento alle perdite economiche, come perdita di lavoro, perdita di fatturato ed altre, come conseguenza della pandemia.

Attraverso questa misura sono state supportate diverse famiglie che si trovavano in queste condizioni e con dei discreti risultati. Risultati dovuti soprattutto ai numerosi ritardi nei pagamenti.

Con l’approvazione del Decreto Sostegni bis, erano state introdotte altre 4 rate, ovvero le rate di giugno fino a settembre. Ebbene, molti beneficiari aspettano ancora oggi la rata di settembre, quella che in teoria doveva essere erogata entro e non oltre ottobre 2021.

Reddito di Emergenza: perché l’INPS sta ritardando ad effettuare i pagamenti?

Abbiamo detto che molti beneficiari stanno ancora aspettando la mensilità di settembre, dopo aver ricevuto effettivamente le mensilità di giugno, luglio e agosto. Ma cosa è successo? Come mai l’INPS sta ritardando l’erogazione dei pagamenti?

Effettivamente, dal calendario dei pagamenti emerge che tutte le mensilità sono arrivate in ritardo: la rata di giugno è stata erogata ad agosto; la rata di luglio è stata erogata a settembre; mentre la rata di settembre è stata erogata ad ottobre. 

Purtroppo, la rata di ottobre non è stata ancora erogata

Ma come mai tutti questi ritardi? La mensilità di ottobre doveva ormai essere arrivata. Infatti, molti cominciano ad essere già stufi dell’aiuto a singhiozzi che stanno ricevendo dallo Stato. Ricordiamo, infatti, che la misura aveva uno scopo preciso: aiutare le famiglie in difficoltà. Ma siamo sicuri che così facendo li stiamo realmente aiutando?

Per offrire un aiuto concreto, le mensilità dovrebbero arrivare per lo meno in tempo, non con un ritardo così importante.

Reddito di Emergenza: erogazione quarta rata! L’INPS si è decisa!

Finalmente, infatti, che i beneficiari non dovranno aspettare ancora molto prima di ricevere la mensilità di ottobre. La notizia arriva direttamente da un comunicato dell’Istituto nazionale di previdenza sociale, con il quale veniva segnalata l’erogazione della rata di ottobre. Questa doveva essere erogata proprio entro ottobre 2021, ma non così non è stato.

“in base a quanto era accaduto con i pagamenti precedenti del Reddito di Emergenza, sappiamo che l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale avrebbe dovuto erogare i pagamenti della quarta rata entro 7 o 10 giorni al massimo dalla domanda.”

Ma c’è una novità in arrivo di una possibile proroga e dell’arrivo di una quinta rata proprio in prossimità delle feste di Natale.

Ma questo pagamento non sarà erogato per tutti. Infatti, da quello che emerge dalla comunicazione è che il pagamento della quarta mensilità avverrà solamente per tutti quelli che avranno presentato domanda del Reddito d’emergenza entro luglio 2021. 

Questi, molto probabilmente vedranno il pagamento della quarta rata del Reddito d’emergenza a partire solamente dal 23 novembre 2021. Mentre, tutti gli altri dovranno aspettare ancora un po’ prima di vedere arrivare questo denaro.

Ma come mai vi sono tutti questi ritardi? Possiamo anche immaginare perché sono presenti tutti questi disagi. Ricordiamo che non molto tempo fa, sempre sul sito dell’INPS, si comunicava la presenza di eventuali disservizi proprio a causa di uno sciopero generale dei lavoratori. 

Ma non è solo questa la motivazione principale. Un altro motivo che spiega i ritardi nell’erogazione dei pagamenti è senza dubbio la burocrazia. In particolare, a rendere lente le erogazioni sono essenzialmente tutte le diverse modalità di pagamento scelte dai cittadini.

Il calendario dei pagamenti aggiornato, inoltre, permette di prendere consapevolezza delle nuove date nelle quali dovrebbero effettuarsi le erogazioni. Vedremo in seguito cosa accadrà.



Reddito di Emergenza: la quinta rata come regalo di Natale?

Abbiamo appena anticipato che molto probabilmente assisteremo all’erogazione di una quinta rata come conseguenza della proroga del Reddito d’emergenza. L’erogazione della quinta rata, secondo le ultime indiscrezioni pervenutoci, dovrebbe avvenire proprio in concomitanza alle feste di Natale.

Invece, a partire da giorno 23 novembre 2021 dovrebbero cominciare a partire i pagamenti della quarta rata, ovvero la mensilità di ottobre 2021.

Ma ci sarà davvero una proroga del Reddito d’emergenza? O si tratta solamente di una voce di corridoio?

Con l’avvento del nuovo anno, infatti, sembra che il governo intenda prorogare lo stato d’emergenza. Con la proroga dello stato d’emergenza ovviamente verranno anche prorogate tutte quelle misure a sostegno delle famiglie in difficoltà. Inoltre, parrebbe che il governo intenda prolungare lo stato d’emergenza fino ad aprile 2022, quindi i beneficiari non avranno nulla da temere.

Ma affinché si parli di aiuto concreto è necessario anche che i pagamenti avvengano in tempo, altrimenti sarebbe anche anacronistico chiamare questa misura reddito di emergenza.

Tuttavia, questa è solamente un’ipotesi che potrebbe avverarsi, ma potrebbe anche svanire come fumo nel vento. Ricordiamo che nel Decreto Sostegni non esiste alcun cenno alla possibilità di proroga del sostegno. Potremmo averne una certezza solamente nel momento in cui sarà approvata la legge di bilancio del 2022.

Nel Documento programmatico di bilancio, tuttavia, sono state inserite diversi aiuti a sostegno delle famiglie, come anche il Reddito d’emergenza. Proprio per questo diciamo che molto probabilmente verrà prorogato nel 2022.

Non resta che aspettare la decisione del governo in merito, in attesa che venga approvata la legge di bilancio del 2022. I beneficiari dovranno solamente aspettare l’arrivo della quarta e della quinta rata.