Eccoci tornati a parlare di una delle misure che, nonostante tutto, è stata mantenuta in piedi dal Governo Draghi

Stiamo parlando del Reddito di Cittadinanza che, sebbene sia stata molto criticata da numerosi esponenti politici (di centro destra e di Italia Viva) è rimasta in vigore. 

Ebbene, oggi non parliamo solo di Reddito di Cittadinanza, ma anche dell’Assegno Unico Temporaneo. 

Come mai? Te lo spiego subito. 

Innanzitutto è importante sottolineare fin da subito che al momento sono attive le domande per ottenere l’Assegno Unico Universale. Tuttavia, tale erogazione non sarà disponibile fino al mese di marzo 2022. 

E quindi cosa succede? Le famiglie restano private dell’assegno a loro dedicato? Ovviamente la risposta è no.

Infatti, il Governo Draghi ha deciso di erogare ancora una volta l’Assegno Unico Temporaneo, com’è accaduto anche a gennaio 2022. 

Ed ecco, tutto ciò porta ad un doppio pagamento del Reddito di Cittadinanza, visto che per coloro che beneficiano del sussidio l’accesso all’Assegno Unico è completamente automatico. 

Cosa succederà quindi? Beh, molto semplicemente assisteremo ad un doppio versamento sulla card del Reddito di Cittadinanza, che comprenderà sia il pagamento del RdC, sia quello dell’Assegno Unico.

Ma andiamo a scoprire nel dettaglio in cosa consisterà questo doppio pagamento, quando arriverà il Reddito di Cittadinanza (ossia le date del pagamento) e tanto altro in questo articolo.

Reddito di Cittadinanza e Green pass: quali sono le ultime novità?

Iniziamo il nostro articolo ricordando che, a partire dal mese di febbraio, il premier Mario Draghi ha imposto di essere in possesso del Green pass per poter ottenere il Reddito di Cittadinanza. 

Anzi, per spiegarla ancora meglio, non esiste nessuna legge che imponga ai beneficiari del sussidio di essere in possesso della certificazione verde digitale. Tuttavia, il Green pass è necessario per accedere ai centri per l’impiego

Ebbene, dato che il Reddito di Cittadinanza ha raccolto negli anni numerosissime critiche, il Governo Draghi ha deciso di riformarlo a partire dal 2022 con delle importanti modifiche. 

Tra queste troviamo sia l’impossibilità di rifiutare più di due offerte di lavoro, pena l’annullamento del Reddito di Cittadinanza, ma anche l’obbligo di frequentare periodicamente i centri per l’impiego. 

Infatti, coloro che non si recheranno presso questi centri senza una valida motivazione verranno segnati come assenti ingiustificati e, dopo alcune assenze, perderanno l’accesso al sussidio di cittadinanza. 

Eccoci tornati alla questione Green pass, dunque. Infatti, come abbiamo sottolineato, per accedere ai centri per l’impiego è necessario presentare la certificazione verde. 

Ma questo impone una sorta di obbligo vaccinale a coloro che sono in possesso del Reddito di Cittadinanza? No, in realtà no.

Infatti, per poter accedere ai centri per l’impiego è sufficiente essere in possesso del Green pass base, quindi quello che si ottiene con la vaccinazione, la guarigione, ma anche con un tampone (molecolare o antigenico) negativo. 

Pagamento Reddito di Cittadinanza: quando arriva? Le date di febbraio!

Ebbene, quando arriva a febbraio il pagamento relativo al Reddito di Cittadinanza? 

Ormai sappiamo benissimo che ci sono ben due date designate per questo pagamento. Tuttavia, è importante evidenziare che a febbraio ci saranno delle novità.

Ma partiamo dal principio: l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale ha più volte annunciato che le date designate mensilmente per le erogazioni del Reddito di Cittadinanza saranno il 15 ed il 27.

Infatti, la prima delle due date, in questo caso il 15 di febbraio, sarà dedicata al pagamento del Reddito di Cittadinanza per coloro che lo ricevono per la prima volta. 

Non solo i “nuovi percettori" della misura riceveranno tale erogazione sulla loro card il giorno 15 febbraio, ma anche tutti quei vecchi beneficiari che, dopo la scadenza, hanno rifatto la domanda per ottenere il Reddito di Cittadinanza.

Bene, oltre al giorno 15 di ogni mese, abbiamo anche il 27, giornata dedicata a coloro che già percepiscono il sussidio di cittadinanza. 

Ed ecco che arriviamo a quella che sarà la novità per il mese di febbraio. Infatti, il pagamento del Reddito di Cittadinanza non arriverà il giorno 27 febbraio come dovrebbe essere prestabilito, ma arriverà il 25. 

Per quale motivo? Niente paura, nessun cambiamento drastico in corsa da parte dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale. 

Semplicemente, il giorno 27 febbraio è una domenica e per questo motivo il pagamento della misura è stato anticipato.

Oltre il Reddito di Cittadinanza: quando viene pagato l’Assegno Unico a febbraio?

Come abbiamo sottolineato, il mese di febbraio vedrà un doppio accredito sulle card di tutti coloro che beneficiano del Reddito di Cittadinanza. 

Infatti, tutti coloro che rientrano anche nei requisiti per ottenere l’Assegno Unico, riceveranno anche quel pagamento. 

Ma l’Assegno Unico Temporaneo o quello Universale? Ebbene, come tutti noi sappiamo, al momento sono aperte le domande per avere accesso alla misura dell’Assegno Unico Universale. 

Tuttavia, com’è stato più volte sottolineato, le erogazioni relative a tale sussidio dovrebbero partire nel corso del mese di marzo del 2022. 

Ebbene, il Governo non vuole certo privare le famiglie di tale aiuto economico nell’attesa dell’attivazione ufficiale dell’Assegno Unico e, proprio per questo motivo, è stato deciso di estendere anche per il mese di febbraio il pagamento dell’Assegno Unico Temporaneo. 

Dunque, ora che abbiamo capito per quale motivo tale erogazione arriverà anche nel corso del mese di febbraio, andiamo a comprendere quale data dobbiamo segnarci sul calendario per il pagamento. 

Infatti, oltre al pagamento del Reddito di Cittadinanza, intorno al 25 febbraio si riceverà anche il pagamento del sussidio legato alle famiglie con figli a carico. 

Ricorda: per ottenere l’accesso all’Assegno Unico Universale puoi già inviare la tua richiesta. Inoltre, se tale domanda giunge entro il mese di giugno, si potrà beneficiare anche degli arretrati.

Quando arriveranno i primi pagamenti dell’Assegno Unico Universale? Beh, le date designate sono comprese tra il 15 ed il 28 marzo, più avanti potremo dare informazioni più specifiche. 

Ultimo elemento da ricordare è che tutti i beneficiari del Reddito di Cittadinanza non dovranno presentare alcuna domanda relativa all’Assegno Unico in quanto la sua erogazione sarà automatica.  

Reddito di Cittadinanza come cambia con l’ISEE 2022?

Gennaio è stato l’ultimo mese in cui il pagamento del Reddito di Cittadinanza ha fatto riferimento all’ISEE 2021. 

Infatti, a partire dal mese di febbraio ci si baserà sull’ISEE del nuovo anno! Questo significa che alcune persone, qualora dovessero uscire dai requisiti previsti per ottenere il RdC non potranno più percepirlo.

Oppure, alcuni potrebbero vedere il loro pagamento di febbraio del Reddito di Cittadinanza maggiore, altri minore. 

Ciò che è importante sottolineare è che tutti coloro che hanno deciso di non presentare il nuovo ISEE perderanno l’accesso ai pagamenti del Reddito di Cittadinanza.

In poche parole, l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale “congelerà” la possibilità di ricevere i pagamenti fino a quando non sarà in possesso dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente relativo all’anno 2022. 

Per continuare a ricevere i pagamenti del Reddito di Cittadinanza ed, in particolare, quello di febbraio 2022 era necessario presentare il nuovo ISEE entro e non oltre la data del 31 gennaio. Infatti, solo in questo modo c’è la possibilità di confermare che si è ancora in possesso dei requisiti necessari per ottenere il Reddito di Cittadinanza.