Pellet ai massimi storici. Il costo della biomassa per eccellenza raggiungerà, secondo le stime, il prezzo di 22 euro al sacco da 15 kg. L’alternativa, che pochi conoscono, permette di dire addio a prezzi alti e risparmi più di 350 euro a bancale. Stiamo parlando del Pellet di girasole. Vediamo cos’è e come risparmiare.

L’estate è ormai terminata e gli italiani sono alla ricerca del metodo migliore per riscaldarsi nelle prossime giornate invernali. Il prezzo del gas è ormai alle stelle e complice la paura di eventuali tagli alle forniture e blocco delle esportazioni, causate dalla crisi tra Russia e Ucraina, gli italiani sono alla ricerca di soluzioni alternative che permettono di dire addio al caro carburante. 

C’è peraltro un ulteriore fattore da tenere in considerazione, ossia l’esaurimento delle scorte. Questo perché la richiesta di Pellet, a seguito dell’aumento dei prezzi del gas, è sensibilmente cresciuta negli ultimi tempi. Reperire materiale a fronte di una domanda sempre più elevata ha fatto lievitare i costi anche a monte tra le società di fornitura.

A ciò si aggiunge una carenza complessiva di circa 3 milioni di tonnellate di Pellet stimati, un esaurimento delle scorte dovuto ad un incremento della domanda cresciuta in maniera esponenziale nell’ultimo periodo. 

Non bisogna però allarmarsi: non tutti lo sanno ma esiste una valida alternativa anche al Pellet di legno, ossia il Pellet di girasole. Se non ne avete mai sentito parlare, ecco di cosa si tratta, quali sono i suoi vantaggi e dove reperirlo per risparmiare più di 350 euro a bancale.

Pellet, addio prezzo alto: con quello di girasole risparmi subito più di 350€ a bancale

Pellet mai così alto a causa dei numerosi fattori visti prima. Basti pensare che un sacchetto da 15 kg arriva a costare oggi circa 10 euro. Le stime non sono affatto incoraggianti, poiché nel 2023 si presume che il prezzo arriverà a sfiorare i 22 euro a sacco.

Non tutti sanno che a disposizione si hanno più tipologie di  Pellet. Ci sono quelli tradizionali, ricavati dalla legna, e quello che si ricava dai girasoli, per essere più precisi dai semi desoleati del fiore.

Gli stessi subiscono un processo di sminuzzatura che li porta ad essere di forma simile al comune Pellet di legno. Il Pellet di girasole si contraddistingue esteticamente rispetto al tradizionale dal colore diverso: è nero.

Tale incredibile alternativa ha un elevato potere calorifero ed è adatto alle stufe di ultima generazione, con sistema di pulizia dei bracieri, vista la sua alta produzione di cenere. Va aggiunto, inoltre che lo stesso è più secco, meno oleoso e non produce cattivi odori rispetto ad altre biomasse.

E non dimentichiamo, cosa più importante, che con il suo utilizzo si risparmi circa 350 euro a bancale potendo dire addio agli alti costi. Le sue quotazioni lo portano ad avere un prezzo che si attesta intorno ai 4,20 euro al sacco di 15 kg.

Leggi anche: 

Pellet troppo alto, quali sono i vantaggi del Pellet di girasole

Pellet tradizionale troppo caro e come valida alternativa sempre più famiglie stanno facendo ricorso al Pellet di girasole che permette risparmi di circa 350 euro a bancale portando a dire addio ai prezzi sempre più alti degli altri combustibili. Il costo medio del Pellet di girasole si stima intorno al 40-50% in meno rispetto ai prezzi attuali del Pellet di legno. 

Se per un sacco di Pellet di legno da 15 kg oggi si spendono circa 10 euro, per la stessa quantità di Pellet di girasole se ne spendono circa 4,20 euro.  A ciò si aggiunge che l’IVA su questa fantastica alternativa è al 10% rispetto a quella calcolata sul Pellet di legno che è del 22%.

Ma oltre che vantaggioso da un punto sul prezzo, il Pellet di girasole sembra produrre vantaggi anche sotto altri aspetti.

Innanzitutto, il Pellet ha un potere calorifico netto che si attesta intorno ai 4,5 Kw/kg con un’umidità media di circa l’8%. Da un punto di vista ambientale, invece, ha un bassissimo impatto, cioè ha una produzione di CO2 pari allo zero. Le prestazioni offerte sono molto elevate rispetto anche al nocciolino ed alla sansa, oltra ad avere maggiore facilità nella gestione e nello stoccaggio.

Leggi anche: Stufe e camini addio? In queste città rischi una multa salatissima se li accendi

Pellet di girasole, chi lo produce e dove trovarlo 

Dire addio ai prezzi troppo alti del Pellet di Legno, come già detto, è oggi possibile grazie al Pellet di girasole. Il risparmio garantito è all’incirca di  350 euro a bancale. 

Ma dove si può trovare questa meravigliosa alternativa?

Ad oggi i maggiori produttori di questo Pellet sono i Paesi dell’est Europa, Ungheria, Bulgaria, Russia e Romania, mentre l’Italia non figura nell’elenco.

 Le problematiche relative al suo reperimento potrebbero influire sul prezzo finale ma non in maniera così significativa, perché il costo del Pellet di girasole è abbastanza basso: circa 4,20 euro per sacchetto da 15kg.  Non bisogna preoccuparsi quindi, perché a breve i venditori dovranno virare su questo Pellet alternativo per una conseguenza naturale visto il costo più alto del Pellet tradizionale. 

Leggi anche:Pellet, costi sempre più alti: si risparmia acquistando da subito o nei prossimi mesi?