Pensioni: ricordiamo a tutti i pensionati che, nei prossimi giorni, l'INPS mette in pagamento la pensione. E' molto importanti presentarsi negli uffici postali nei giorni e negli orari corretti in modo da non fare assembramenti e poter riscuote quanto compete nei giorni corretti.

Pensioni: i pagamenti di marzo, aprile e maggio 2020

Iniziamo con il ricordare, che nonostante l'emergenza coronavirus, gli uffici postali si stanno attrezzando per effettuare i pagamenti, rispettando le norme e le regole di sicurezza per tutti quanti. Quindi non c'è da preoccuparsi: le pensioni saranno pagate.



Un’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri, emanata lo scorso 19 marzo allo scopo di consentire a tutti i titolari delle prestazioni di recarsi presso gli uffici postali in piena sicurezza, prevede che il calendario pagamenti sarà questo:

  • 26-31 marzo per la mensilità di aprile 2020;
  • 27-30 aprile per la mensilità di maggio 2020;
  • 26-30 maggio per la mensilità di giugno 2020.

Per la prima scadenza sono stati stabiliti i seguenti scaglioni, suddivisi in base alle iniziali del cognome del titolare della prestazione:

  • A-B giovedì 26 marzo;
  • C-D venerdì 27 marzo;
  • E-K sabato 28 marzo;
  • L-O lunedì 30 marzo;
  • P-R martedì 31 marzo;
  • S-Z mercoledì 1° aprile.

Anche per le successive mensilità Poste Italiane programmerà l’accesso agli sportelli dei titolari delle prestazioni in modo da scaglionare le presenze all’interno degli uffici postali. Il relativo calendario sarà comunicato in prossimità della scadenza.

Pensioni: i pagamenti per chi è all'estero

Per i titolari di pensione che risiedono all'estero, l'INPS haconcordato con Citybank di sospendere le attività connesse all’accertamento generalizzato dell’esistenza in vita riferito agli anni 2019-2020. Questa decisione è stata presa per salvaguardare la salute dei pensionati e di tutti i soggetti coinvolti nell’attività di verifica.

Fermo restando che qualunque decisione potrà essere rivista alla luce dell’evoluzione della situazione epidemiologica internazionale in atto, la seconda fase del processo di verifica avrà inizio con l’invio delle richieste di attestazione dell’esistenza in vita ai pensionati nel corso del mese di agosto 2020; tali attestazioni dovranno pervenire a Citibank entro il mese di dicembre 2020.

Nel caso in cui l’attestazione non sia prodotta entro il termine sopraindicato, il pagamento della rata di gennaio 2021, laddove possibile, avverrà in contanti presso le agenzie Western Union del Paese di residenza. In caso di mancata riscossione personale o produzione dell’attestazione di esistenza in vita entro la seconda metà del mese di gennaio 2021, il pagamento delle pensioni sarà sospeso a partire dalla rata di febbraio 2021.