Tanti sono i modi per investire i propri soldi sfruttando l'offerta finanziaria di Poste italiane. 

Come orientarsi tra polizze assicurative, pensione integrativa e buoni fruttiferi? La risposta non è univoca, ci sono molti fattori da considerare, ad esempio l'età, il capitale da investire e la durata dell'investimento. Una cosa è certa: più è lunga quest'ultima più alto sarà il rendimento, qualunque sia il prodotto scelto. 

Cerchiamo di fare una panoramica dei prodotti di investimento di poste italiane scoprendone peculiarità, caratteristiche e beneficiari. Alcuni prevedono un rendimento fisso e costante nel tempo, il cui rischio è praticamente nullo, per altri invece il rendimento non è fissato alla sottoscrizione del contratto ma varia di anno in anno a seconda dell'andamento di alcuni parametri. Normalmente questi ultimi sono legati a delle scadenze prima delle quali non si può riscuotere il capitale. 

Storicamente, uno dei prodotti più richiesti sono i buoni fruttiferi postali. Da Cassa depositi e prestiti:

investire nei buoni fruttiferi postali CDP è il modo più semplice e sicuro per risparmiare: tassazione agevolata, nessun costo di sottoscrizione, gestione e rimborso (salvo oneri fiscali) e possibilità di rimborso in qualsiasi momento

Ecco quindi i vantaggi di questa forma di investimento. Differente è il caso delle assicurazioni sulla vita che hanno un costo di apertura e un rendimento variabile.

Contratto di assicurazione sulla vita in forma mista, a premio unico o ricorrente con valutazione annuale, positiva o negativa, del capitale investito in base al rendimento della gestione separata e con posssibilità di liquidazione annuale del rendimento positivo eventualmente realizzato dalla gestione separata. 

Quali scegliere dunque? 

Investire con poste italiane

Poste italiane offre soluzioni di investimento di varia natura e tipologia:

  • le assicurazioni sulla vita: alcuni esempi sono Progetto Dinamico New, Poste soluzione valore new, Poste domani per te Plus, Poste Premium soluzione assicurativa e Postafuturo da grande;
  • poste previdenza valore;
  • i buoni fruttiferi nelle forme 3x4, 4x4, ordinario, 4 anni risparmio semplice, dedicato ai minori e obiettivo 65

Attraverso queste forme è possibile investire una determinata somma per sè stessi o per gli altri, per esempio Postafuturo da grande e il buono dedicato ai minori sono due tipi diversi di investimento che possono essere fatti a favore di un minorenne, in modo da garantirgli una bella somma di soldi in futuro. 

Gli investimenti quindi si possono fare sia per giovani che per anziani. Funzionamento e rendimento sono diversi a seconda della soluzione scelta ma si tratta in ogni caso di investimenti semplici da fare per chiunque.

Mentre le soluzioni di investimento assicurativo hanno un piccolo costo da sostenere, i buoni fruttiferi non hanno costi di gestione e sottoscrizione e meritano una piccola guida. 

Tipologie e caratteristiche dei buoni fruttiferi di poste italiane 

I buoni sono dei titoli di credito che possono essere sottoscritti tramite le poste e che consentono di investire una determinata somma per ritirarla un giorno maggiorata degli interessi maturati nel tempo, dalla sottoscrizione alla scadenza del buono. 

I buoni possono essere sia cartacei che dematerializzati ossia digitali.

Per il buono cartaceo, basta recarsi alla poste per sottoscriverlo. Si può anche ricercare l'ufficio postale più vicino a noi tramite l'app PT o l'apposita sezione del sito.  Per fare invece un buono digitale bisogna avere necessariamente un conto corrente in posta (bancoposta) o essere titolari di un libretto di risparmio postale di tipo smart. Alcuni tipi di buoni sono disponibili in entrambe le forme, altri solo nella dematerializzata. 

I buoni possono essere emessi in tagli da 50 Euro e multipli, come detto non c'è un costo per la sottoscrizione del buono e sono una forma di investimento sicura perché garantiti dallo Stato italiano.  

Il capitale infatti viene sempre rimborsato (al netto degli oneri di natura fiscale) anche nel caso in cui il buono venga ritirato prima della scadenza. Naturalmente in questo modo non si avranno gli interessi.

Ciò che differenzia le due forme è che, in caso di riscossione del buono prima della scadenza, il cartaceo non è rimborsabile parzialmente mentre quello digitale consente di ricevere il rimborso per l'intero valore o parzialmente, senza costi aggiuntivi. Inoltre hanno il vantaggio di essere rimborsati in automatico sul proprio conto corrente alla loro scadenza, cosa che non avviene per il cartaceo che finisce in prescrizione dopo un certo periodo di tempo. 

Poste italiane, i buoni cointestati e i buoni dedicati a minori 

I buoni si possono cointestare a più persone, massimo quattro, con facoltà di rimborso disgiunto per ciascun intestatario. Non sono ammesse però cointestazioni tra soggetti maggiorenni e minorenni, né tra soggetti minorenni. 

I buoni dedicati ai minori possono essere intestati fino a 16 anni e mezzo da un genitore, previa abilitazione del libretto minori ed hanno un rendimento fisso nel tempo con interessi che maturano fino al diciottesimo anno di età. 

Sono esenti da imposta di bollo se il valore del portafoglio buoni è inferiore o uguale a 5.000 Euro. 

Se superiore, l'aliquota è dello 0,20% annuo sul capitale investito. Questo buono è disponibile sia in forma cartacea che digitale. 

Rendimento e calcolo dei buoni fruttiferi delle poste

Il rendimento aumenta progressivamente ogni anno ed è diverso a seconda della tipologia di buono e del momento in cui viene ritirato. 

Per quelli ordinari, in particolare, il rendimento annuo lordo a scadenza è pari allo 0,40%; quello dei buoni 3x4 è pari allo 0,50%, mentre quello dei buoni 4x4 è pari allo 0,75%.

Il buono 4 anni risparmio semplice alla scadenza rende lo 0,25%, mentre il buono dedicato ai minori ha un rendimento annuo lordo fino al 2,50%.

Infine, il buono obiettivo 65 è un investimento che permette di ottenere una rata certa che viene erogata a partire dal compimento del 65esimo anno di età fino agli 80 anni.

Per valutare quanto potrebbe rendere un certo tipo di buono, si può comunque fare una simulazione tramite il sito di poste italiane o quello della Cassa Depositi e Prestiti. Entrambi consentono di fare un rapido calcolo.

Quando scadono i bfp poste italiane e quali scegliere

Buono 3x4, durata massima 12 anni
Rendimento lordo alla fine del terzo anno 0,10%
Rendimento lordo alla fine del sesto anno 0,20%
Rendimento lordo alla fine del nono anno 0,30%
Rendimento lordo alla fine del dodicesimo anno 0,50%

Rimborso interessi dopo 3, 6, 9, 12 anni - Rimborso capitale investito sempre
Modalità di sottoscrizione cartaceo,dematerializzato
Importo minimo investito 50 euro

Buono 4x4, durata massima 16 anni
Rendimento lordo alla fine del quarto anno 0,20%
Rendimento lordo alla fine dell’ottavo anno 0,30%
Rendimento lordo alla fine del dodicesimo anno 0,40%
Rendimento lordo alla fine del sedicesimo anno 0,75%

Rimborso interessi dopo 4, 6, 9, 12 anni - Rimborso capitale investito sempre
Modalità di sottoscrizione cartaceo,dematerializzato
Importo minimo investito 50 euro

Buono Ordinario, durata massima 20 anni
Rendimento lordo alla fine del primo anno e fino al quarto anno compreso 0,05%
Rendimento lordo alla fine del sesto anno e fino al decimo compreso 0,30%
Rendimento lordo alla fine dell'undicesimo e fino al ventesimo 0,40%

Rimborso capitale investito sempre
Modalità di sottoscrizione cartaceo,dematerializzato
Importo minimo investito 50 euro

Buono 4 anni risparmio semplice
Rendimento lordo alla fine del primo anno e fino al terzo 0,00%
Rendimento lordo alla fine del quarto anno 0,25%

Buono obiettivo 65: investimento che permette di ottenere una rata certa che viene erogata a partire dal compimento del 65esimo anno di età fino agli 80 anni.

Ritirare il buono alla scadenza: in quali poste andare?

Il buono giunto a scadenza può essere riscosso in qualunque ufficio postale. 

Se il buono è cartaceo il rimborso può avvenire immediatamente nell’ufficio postale di emissione, presentando il buono vero e proprio. In un ufficio postale diverso da quello di emissione invece, servono quattro giorni lavorativi per permettere di fare i dovuti accertamenti. Il capitale investito è rimborsabile in contanti o con vaglia circolare, accredito sul libretto di risparmio postale, o sul conto corrente BancoPosta.

I residenti all'estero, titolari di bfp,  devono invece andare al consolato italiano, compilare un modulo per la riscossione e inviarlo alle poste Italiane, che provvedono a inviare l'importo corrispondente mediante assegno vidimato non trasferibile intestato al beneficiario o mediante bonifico estero con accredito sul conto corrente bancario, a seconda delle proprie preferenze. 

Buoni fruttiferi postali scaduti

Quando un buono giunge alla sua scadenza smette di fruttare e va ritirato. Come detto, nel caso di buono dematerializzato questo viene accreditato automaticamente sul conto corrente quindi non ci saranno problemi. Bisogna però prestare attenzione al cartaceo, in quanto i buoni dopo la scadenza vanno in prescrizione e se caduti in prescrizione non sarà più possibile ottenere alcun rimborso. 

Poste italiane e le polizze assicurative 

Come accennato in precedenza, oltre ai buoni fruttiferi, ci sono altre forme di investimento a medio-lungo termine.

Tra queste, le assicurazioni sulla vita sono dei prodotti che possono avere dei loro vantaggi. 

Poste vita S.p.A. è il ramo di poste italiane che propone alcune polizze assicurative (Progetto Dinamico New, Poste soluzione valore new, Poste domani per te Plus, Poste Premium soluzione assicurativa, Postafuturo da grande).

In generale la polizza prevede il pagamento di un premio che può essere unico o periodico a fronte della maturazione di una rendita vitalizia con montante rivalutato di una certa percentuale.

A differenza dei buoni fruttiferi, c'è un costo iniziale per l'apertura della polizza (generalmente una % del capitale versato) e il rendimentonon è fisso ma legato al rendimento della gestione separata (una gestione finanziaria nella quale sono investiti i capitali dei Clienti). A titolo d'esempio, negli ultimi anni il prodotto Postafuturo ha avuto un rendimento annuo lordo del 3%.

E' possibile anche sottoscrivere una polizza per un minore (è il caso di Postafuturo da grande): il premio/i premi versati vengono riscattati con gli interessi dal minore stesso al compimento del 20esimo anno di età.

Concludendo, la scelta sarà diversa a seconda delle proprie esigenze, del capitale da investire, dell'età e della durata dell'investimento.