Quali sono i termosifoni che scaldano di più e garantiscono un ottimo risparmio energetico

Il riscaldamento è una voce molto importante nella bolletta di casa. Per questo avere il giusto radiatore in casa ti permette di risparmiare energia e soldi. Ma quali sono i termosifoni che scaldano di più e garantiscono un ottimo risparmio energetico? Vediamolo insieme

Image

La bolletta non farà altro che aumentare, e questo a certificarlo è l'ente nazionale ARERA, con l'imminente rincaro della tariffa dei consumi.

Si prospetta per tutti noi un inverno molti rigido, in cui risparmiare energia e gas diventerà un must, anche perché nella bolletta la voce più pesante rimane sempre quella: il riscaldamento.

E in molti vogliono già cominciare a risparmiare sul riscaldamento, a cominciare proprio dal termosifone.

Ma molti credono che basti solo saper come usare un termosifone per risparmiare energia. Cosa che è vera, ma se si vuole avere il massimo dell'ottimizzazione energetica, bisogna anche saper vedere quale tipo di termosifone serve per casa tua.

Non esiste un unico tipo per tutti, anzi con l'attuale tecnologia sono disponibili nuovi modelli, ancora più efficienti e più sicuri per garantirti una bella casa calda e una bolletta molto leggera.

Quali sono i termosifoni che scaldano di più e garantiscono un ottimo risparmio energetico

Sono tre i principali termosifoni attualmente in commercio che ti fanno avere la casa calda:

  • in ghisa,
  • in acciaio,
  • in alluminio.

Ognuno ha i suoi pro e contro, i suoi vantaggi e svantaggi in termini di prezzo, inerzia termica, capacità e velocità di riscaldamento e raffreddamento, e anche nella sua resistenza a urti, interperie e corrosioni.

Vediamo insieme le qualità e i difetti di ognuno di questi termosifoni, così potrai decidere al meglio quale tipologia acquistare per avere un ottimo risparmio energetico.

Risparmio energetico, pro e contro del termosifone in ghisa

Da decenni i termosifoni in ghisa sono stati la scelta d'elezione per tutte le case degli italiani, con tutti i vantaggi e gli svantaggi.

Un termosifone in ghisa garantisce costi di manutenzione molto contenuti, oltre al fatto di avere un'eccellente inerzia termica e un'ottima compatibilità con altri elementi e con gli spazi che si ha a disposizione.

Il prezzo di un radiatore in ghisa è in assoluto molto competitivo, tra i 20-30 euro per quelli a colonne fino ad un massimo di 250 euro per quelli orizzontali. 

Ma ad oggi non è assolutamente il massimo per il risparmio energetico, dato che i tempi di riscaldamento dell'acqua sono molto lunghi, e controproducenti se la casa rimane disabitata per diverse ore. E questo può diventare un problema, perché se tieni la temperatura troppo alta rischi una multa salatissima.

Se vuoi ottenere il meglio ti consigliamo le altre due tipologie: quelli in acciaio, e quelli in alluminio.

Ovviamente entrambi hanno pro e contro, in particolar modo per quanto riguarda il prezzo.

Risparmio energetico, pro e contro del termosifone in alluminio

Se vuoi scegliere un radiatore che costi poco e ti permetta di avere un ottimo risparmio energetico, la scelta più giusta è quella del termosifone in alluminio, che garantiscono:

  • un ottimo rapporto qualità-prezzo,
  • un’estetica accattivante,
  • un prezzo conveniente.

Il prezzo è davvero notevole: va dai 10 a 40 euro. Anche se si ha 10 radiatori da rinnovare, puoi rifarti tutto il sistema con massimo 400 euro in questo caso. 

Rispetto ai termosifoni in acciaio, quelli in alluminio possiedono un'emissione di calore 5 volte superiore, e possono funzionare a "basse temperature", intorno ai 50 gradi (uno in ghisa arriva ad una temperatura media di 75 gradi).

Inoltre sono eco-friendly, e facili da installare, oltre ad essere molto resistenti nel tempo.

Ma nonostante l'ottimo risparmio energetico che possono generare, hanno il difetto di raffreddarsi velocemente, oltre a deformarsi facilmente in caso di urti violenti. A questo si aggiunge anche la necessità di dover acquistare il giusto inibitore di corrosione, altrimenti bisogna rinnovare tutti i radiatori di casa, per evitare il rischio di corrosione del sistema.

Se questo tipo di radiatore non ti dovesse convincere, puoi optare per quello in acciaio.

Risparmio energetico, pro e contro del termosifone in acciaio

Come alternativa a quello in alluminio, il termosifone in acciaio ha il vantaggio di avere un design ancora più accattivante, elegante e moderno.

Come capacità di riscaldamento è molto più veloce rispetto a quello in alluminio, con una temperatura media operativa intorno ai 65 gradi.

Oltre a ciò, il radiatore in acciaio ha una maggiore tenuta in caso di urti violenti e corrosione dovuta alle interperie. E a differenza di quello in alluminio, il termosifone in acciaio si raffredda più lentamente, così da garantirti il massimo del risparmio energetico e della stabilità della caldaia.

Purtroppo un grosso svantaggio dei radiatori in acciaio è nel prezzo, che può andare dai 250 ai 400 euro. Inoltre non è la soluzione migliore per chi ha una casa di grandi dimensioni, per questo è la scelta perfetta per chi ha una casa piccola o di medie dimensioni.

Nel complesso, per il tuo risparmio energetico bisogna considerare sempre tutte queste condizioni:

Sono tutte condizioni che possono essere problematiche nella scelta finale. Per questo ti consigliamo di prendere l'acquisto come una sorta di "investimento", se ti ritrovi costretto a optare per la soluzione più costosa. Tutto quello che spenderai ora non lo spenderai nelle bollette, e nel lungo periodo avrai un ritorno economico notevole.