La siderurgia americana festeggia la decisione dell’Amministrazione Trump di aumentare i dazi sulle importazioni di alluminio e acciaio. Gli analisti di Morningstar hanno alzato la stima del fair value in seguito alle migliori previsioni su ordinativi, prezzi di vendita e margini di profitto. Ma, avvertono, le valutazioni di mercato scontano comunque aspettative ottimistiche sul futuro andamento delle quotazioni di lungo periodo.

Rapporto Prezzo/Fair value medio industria acciaio

Rapporto Prezzo/Fair value industria alluminio

Ak Steel sarà uno dei maggiori beneficiari delle tariffe sull’import di acciaio e gli analisti hanno alzato il fair value del titolo da 3,75 a 4,5 dollari (report aggiornato all’8 marzo 2018). Il gruppo siderurgico ricava l’85% del suo giro d’affari nel mercato domestico e oltre il 60% delle sue vendite da contratti con i produttori americani di auto. L’azienda non è proprietaria di siti estrattivi di materie prime e questo, data le basse attese sul futuro andamento dei prezzi di mercato della materia prima, le permetterà di approvvigionarsi da fornitori terzi riducendo i costi di produzione.

A favore di AK Steel ha giocato negli ultimi anni il buon momento del comparto auto, anche se il picco nelle vendite di auto negli Usa è già alle spalle. Mentre la produzione di manufatti a più alto valore aggiunto ha da sempre sostenuto la maggior profittabilità rispetto ai competitor.