Il pagamento del reddito di cittadinanza è sempre un rebus per i beneficiari: con l’introduzione dell’assegno unico, a partire dal mese di luglio, infatti, molte date sono cambiate. 

Alcuni beneficiari possono ottenere la ricarica del reddito di cittadinanza con una settimana di anticipo rispetto alle date canoniche: ma quando arriva e cosa cambia? Come avvenuto per il mese di ottobre, i percettori dell’assegno unico dovrebbero ottenere la ricarica RdC con una settimana di anticipo sul pagamento canonico; mentre il bonus per i figli viene erogato entro la fine del mese.

Ma quali sono le date di pagamento del reddito di cittadinanza di novembre 2021? Chi può ricevere la ricarica in anticipo e quando arriva l’assegno unico per i figli? Ecco le date del pagamento RdC da segnare sul calendario!

Reddito di cittadinanza: il pagamento arriva in anticipo!

Dopo il caos scoppiato a ottobre per il pagamento del reddito di cittadinanza, Poste Italiane ha messo in chiaro quali saranno le date di erogazione del sussidio per il mese di novembre.

Come accaduto per ottobre, anche a novembre il reddito di cittadinanza viene pagato in anticipo per alcune categorie di beneficiari. Ma quali sono le date da tenere in considerazione e chi riceverà il pagamento con anticipo?

C’è di mezzo lo zampino dell’assegno unico, ovvero quel bonus per i figli a carico destinato anche ai percettori del reddito di cittadinanza. Sono proprio le famiglie che percepiscono anche l’assegno unico che riceveranno il pagamento del reddito di cittadinanza in anticipo.

Vediamo quindi quali sono le date da segnare in rosso sul calendario e come cambia il pagamento del reddito di cittadinanza per le famiglie che percepiscono anche l’assegno unico per i figli a carico.

Reddito di cittadinanza novembre 2021: le date di pagamento

Come siamo soliti ricordare, le date di pagamento del reddito di cittadinanza sono due: le prima riguarda i nuovi percettori del beneficio economico, mentre la seconda riguarda i nuclei familiari che hanno già percepito il RdC anche dei mesi precedenti.

Dunque, anche per il mese di novembre le date di pagamento del reddito di cittadinanza sono due:

  • entro il 15 novembre verrà erogata la ricarica RdC per i nuovi nuclei familiari che hanno inoltrato la richiesta del beneficio per la prima volta nel mese di ottobre, e per tutti coloro che hanno richiesto il rinnovo del sussidio dopo le prime 18 mensilità (considerando ottobre come mese di sospensione);
  • entro il 27 novembre (o comunque prima della fine del mese) le erogazioni verranno effettuate anche a tutti i nuclei familiari che hanno già beneficiato del reddito di cittadinanza anche nei mesi precedenti, oppure per coloro che hanno richiesto il rinnovo del beneficio a settembre e hanno ottenuto la prima ricarica entro il 15 ottobre.

Il 27 novembre, però, cade di sabato che è considerato un giorno festivo: per tale motivo, i pagamenti potrebbero essere anticipati al 26 o al 25 del mese corrente.

Ma l’introduzione dell’assegno unico potrebbe sballare le date di pagamento: chi otterrà il reddito in anticipo e quando verrà effettuata la ricarica?

Reddito di cittadinanza e assegno unico: quando viene accreditato?

Al 31 ottobre 2021 è scaduto il termine per la richiesta degli arretrati dell’assegno unico dal mese di luglio, ma per i percettori del Reddito di cittadinanza poco importa. 

Infatti, questi nuclei familiari non devono presentare alcuna domanda per ottenere il sussidio mensile, che viene riconosciuto in automatico dall’INPS a tutte le famiglie con figli fino a 18 anni a carico. A differenza della ricarica RdC, inoltre, l’importo è interamente prelevabile.

Per quanto riguarda le erogazioni, nei mesi scorsi si sono susseguite diverse date, ipotesi e notizie che hanno portato soltanto caos sul pagamento dell’assegno unico ai percettori del reddito di cittadinanza. Cerchiamo di mettere in chiaro il calendario dei pagamenti INPS.

Come spiega chiaramente un articolo del Giornale.it, le date da tenere in considerazione per il pagamento dell’assegno unico e del reddito di cittadinanza sono tre:

  • per chi compila una nuova domanda per ottenere il reddito di cittadinanza, il versamento avverrà a partire dal 10 di ogni mese;
  • per chi ha già fatto domanda, l'erogazione del sussidio avverrà il 20 del mese;
  • per le famiglie che hanno diritto all’assegno unico per i figli, il pagamento del bonus mensile aggiuntivo avverrà il 27 del mese.

Dunque, se si dovesse ripetere il calendario dei mesi precedenti, a ottenere l’anticipo sul pagamento sarebbero proprio i nuclei beneficiari dell’assegno unico, il cui pagamento è atteso per il 27 del mese. La ricarica del reddito, invece, verrebbe anticipata a partire dal 20 novembre.

Reddito di cittadinanza: come verificare il pagamento?

Qualsiasi cosa accada, è sempre possibile verificare l’avvenuto pagamento del reddito di cittadinanza e dell’assegno unico. Come fare?

Accedendo al sito dell’INPS tramite le proprie credenziali SPID, CIE o CNS, è possibile consultare la propria area riservata nel servizio dedicato. In questo modo non ci saranno più segreti sul pagamento del reddito e dell’assegno unico.