L'inizio di dicembre, come già accaduto in passato, pone subito il classico interrogativo per i percettori del reddito di cittadinanza.

Reddito di cittadinanza: quando sarà pagato a dicembre?

La domanda è sempre la stessa: i pagamenti di quest'ultimo mese dell'anno arriveranno prima o dopo Natale?
In primis è bene ricordare che la ricarica viene effettuata in due date differenti ogni mese, a seconda della situazione in cui si trova il beneficiario.

Per chi riceve il reddito di cittadinanza per la prima volta o per chi attende che ripartano i pagamenti dopo il mese di sospensione che segue i primi 18 mesi del sussidio, la ricarica è effettuata a metà mese.

Reddito di cittadinanza: ecco chi avrà la ricarica prima di Natale

La prima data da segnare sul calendario è quindi quella del 15 dicembre, visto che a partire da tale giorno Poste Italiane provvede a pagare quanti hanno richiesto il reddito di cittadinanza per la prima volta.

Come previsto dalla legge n. 4 del 2019, per chi effettua la domanda del sussidio per la prima volta, il pagamento scatta il giorno 15 del mese successivo a quello della richiesta.

A partire da metà dicembre sarà possibile recarsi presso uno degli uffici di Poste Italiane per il ritiro della card Rdc, che sarà con segnata già completa della prima ricarica.

All'appuntamento di metà mese saranno chiamati anche coloro che hanno già terminato il primo periodo del sussidio e lo hanno richiesto nuovamente.

Come è noto, la durata del reddito di cittadinanza è pari a 18 mesi, trascorsi i quali si potrà presentare una nuova domanda, a patto però di osservare un mese di sospensione.

Chi ha terminato le 18 mensilità ad ottobre, ricevendo nello stesso mese l'ultima ricarica, a novembre non ha avuto alcun pagamento, ma se ha provveduto a presentare la nuova domanda all'Inps, tornerà ad avere nuovamente il reddito di cittadinanza a partire da dicembre, con pagamento il giorno 15.

Reddito di cittadinanza: a chi tocca il pagamento il 27 dicembre

La seconda data da cerchiare sul calendario è quella del 27 del mese, quando avviene il pagamento per i beneficiari del sussidio che già lo ricevono da tempo.

Se il giorno 27 cade di sabato o domenica, allora l'Inps potrà decidere di anticipare o di far slittare più avanti il pagamento che solitamente viene completato entro la fine del mese.

Reddito di cittadinanza: ricarica anticipata prima di Natale?

Parlando di dicembre, si pone l'interrogativo se la ricarica sarà effettuata prima di Natale, come accaduto in passato, quando l'Inps ha dato mandato di anticipare i pagamenti per consentire ai beneficiari di fare con più serenità qualche spesa natalizia.

Quest'anno il giorno 27 cade di lunedì a dicembre, quindi non ci sarebbe alcun ostacolo a far partire i pagamenti da tale data.

Al momento non c'è alcuna indicazioni in merito, ma se l'Inps volesse anticipare la ricarica, allora si può ipotizzare che la stessa avvenga già dal 22 dicembre e prosegua poi il giorno 23.

Non è da escludere che il calendario possa essere modificato in tal modo, con i pagamenti quindi prima di Natale, sulla scia di quanto accaduto nel 2020, quando l'Inps aveva avviato le erogazioni proprio il 22 dicembre.