Reddito di Cittadinanza, si può avere anche sotto i 26 anni di età: solo in questi 3 casi

reddito-cittadinanza-si-può-avere-anche-sotto-i-26-anni-di-eta-solo-in-questi-3-cosi

Reddito di Cittadinanza in fase di modifica. Non tutti lo sanno ma è possibile averlo anche sotto i 26 anni solo in questi tre casi. Ecco tutti gli aggiornamenti a riguardo.

Che il Reddito di Cittadinanza non vada giù al governo Meloni ormai è cosa nota. Dalle prime battute della campagna elettorale i maggiori esponenti della coalizione di centro destra hanno preso una netta posizione sull’abolizione del sussidio posto in essere dal Governo Conte.

Netta è stata la posizione del Governo durante la presentazione della bozza della Legge di Bilancio 2023 sul Reddito di Cittadinanza che sarà definitavamente abolito dal 2024 lasciando il posto presumibilemente a due misure.

Una sicuramente di contrasto alla povertà e sostegno alle fasce più deboli della popolazione e l’altra di politica attiva del lavoro. Cosi facendo, secondo il governo Meloni verranno ristabiliti gli originari presupposti della misura che passerà ad essere non soltanto uno strumento assistenzialistico ma anche uno strumento attivo per la ricerca di lavoro,

Numerose le modifiche introdotte nella Manovra 2023 per quanto riguarda il Reddito di Cittadinanza. Infatti la prima novità riguarda la riduzione del tempo di erogazione che passa dagli attuali 18 mesi ad 8 mesi senza alcuna possibilità di rinnovo, per determinate categorie.

Quindi a partire dal 1° Gennaio fino al 31 dicembre 2023, la misura si ridurrà ad 8 mesi.

Attenzione. Non per tutti. La nuova modifica verrà applicata soltanto a chi è occupabile, ossia coloro che hanno maggiori probabilità di trovare lavoro.

Cosi come sono state strutturate le modifiche hanno numerose falle, soprattutto per i casi e el eccezioni per i quali la riduzione a 8 mesi si applica.

Ma oltre alle modifiche apportate dalla Legge di Bilancio, ci sono molte cose che non si sanno sul reddito di cittadinanza. Una fra tutte e che si può richiedere anche sotto i 26 anni, ma soltanto in 3 casi.

Vediamo nel dettaglio quali sono e tutti gli aggiornamenti a riguardo.

Reddito di Cittadinanza, si può avere anche sotto i 26 anni di età: solo in questi 3 casi

Reddito di Cittadinanza non è mai piaciuto al governo Meloni. la misura introdotta dal governo Conte ha avuto negli ultimi anni notevoli modifiche.

Il sussidio nato per sostenere le famiglie sotto la soglia di povertà assoluta è stata introdotta per la prima volta nella Legge di bilancio 2019 ed è stata disciplinata nel Decreto-Legge 28 gennaio 2019 n 4 recante "Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni".

Successivamente, la Legge di Bilancio 2020 (Legge 27 dicembre 2019, n. 160) ha confermato la misura.

Per poter accedere al Reddito di Cittadinanza sono necessari alcuni requisiti e va detto che coloro che hanno un età inferiore ai 26 anni per beneficiare del reddito di cittadinanza deve uscire dal carico familiare e ciò è possibile solo in 3 casi.

Ma come si fa ad uscire dal nucleo familiare se under 26?

Soltanto 3 sono i casi in cui si può uscire dal carico familiare. Per uscire dal carico familiare ci sono 3 modi:

La prima è avere un reddito personale superiore ai 4.000 euro, per i soggetti under 24. La cifra si attesta a 2.840,51 euro, per coloro che hanno un’età compresa tra i 24 a 26 anni.

La seconda opzione è essere coniugato e terza opzione è avere figli.

Quando allora un figlio maggiorenne si considera non a carico ai fini IRPEF dei genitori?

Quando costituisce nucleo familiare autonomo e ha un reddito superiore a 4.000 euro fino a 24 anni e fino a 2.840,51 euro da 24 a 26 anni, è spostato oppure ha figli.

Qualora non rientri in questi 3 casi descritti e comunque fino al compimento dei 26 anni di età e vive da solo risulta sempre a carico dei familiari.

Stessa cosa se non ha un reddito tale da farlo uscire dal nucleo familiare. In questi casi rientrano ancora nell’ISEE dei genitori e di conseguenza non potrà richiedere il Reddito di Cittadinanza.

Reddito di cittadinanza, questo un caso concreto

Tizio, in cerca di lavoro, ha 22 anni e vive in una residenza diversa dalla sua famiglia di origine. Può Tizio chiedere il reddito di cittadinanza?

Purtroppo la risposta è negativa. Tizio avendo 22 anni e senza alcun reddito risulta ancora a carico fiscalmente dei propri genitori e di conseguenza non può fare ISEE a se, perchè facente ancora parte del nucleo familiare di origine.

Reddito di cittadinanza, questi i requisiti generali

E bene ricordare però che per accedere alla misura è necessario possedere altri requisiti previsti quali il possesso della cittadinanza italiana o UE ed essere residenti in Italia da almeno 5 anni.

Oltre a questi requisiti dovranno essere disoccupati o inoccupati, ed avere un reddito da lavoro inferiore alla soglia di povertà Istat di 780 euro ed una soglia ISEE non superiore ai 9300 euro.

Ma non tutti sanno che il Reddito di Cittadinanzasi può richiedere se si ha meno di 26 anni. Ma attenzione solo in casi eccezionali.

Coloro che hanno un’età compresa tra i 18 e i 25 anni possono richiedere ed ottenere il reddito solo se hanno un titolo di qualifica personale riconosciuto e spendibile in Italia e nell’Unione Europea, hanno un diploma di scuola superiore spendibile nel mondo del lavoro oppure frequentano un corso o percorso di formazione per il conseguimento dei titoli o qualifiche richieste.