Revisione auto: tutti quanti sanno che questa incombenza ci tocca nel momento stesso in cui acquistiamo un'auto nuova. Dobbiamo fare la revisione. La legge prevede che la prima revisione venga effettuata dopo 4 anni, le successive ogni 2 anni. Ma cosa cambia adesso con il coronavirus? Effettuare la revisione alla propria auto è una necessità? Proviamo a vedere.

La norma sulla revisione introdotta il 17 marzo 2020 per il coronavirus prevede che, considerato l'attuale stato di emergenza, autorizza alla circolazione fino al 31 ottobre 2020 tutti quei veicoli la cui revisione dovrebbe essere fatta entro il 31 luglio.

Revisione auto: ecco come dobbiamo comportarci

Diciamo pure che se si parla di revisione auto tutto cade nella discrezionalità e nella sensibilità individuale. E' un po' come chiedere al bambino se per guarire dal raffreddore preferisce un'iniezione o un cioccolatino!!! Al momento è previsto che i centri di controllo siano aperti a discrezione dei titolati delle imprese, ma soprattutto dalla disponibilità degli ispettori. Quindi se i titolari sono disponibili a lavorare in questo periodo, se gli ispettori danno la propria disponibilità, la revisione è garantita.

Ricordiamo, comunque, che salvo cambiamenti di idee dell'ultimo minuto da parte del Governo, carrozzieri, meccanici e gommisti dovrebbero essere aperti e garantire il servizio, nonostante in coronavirus. Sicuramente comunque, dato il calo del traffico, qualche meccanico potrebbe aver deciso di prendersi un periodo di ferie.

Revisione auto: le regole fondamentali

Bene, sorge una domanda importante ed indispensabile. Da buon padre di famiglia, ma soprattutto per non metttere a rischio la mia sicurezza e quella degli altri mentre vado a fare la spesa cosa devo fare? Ricordiamo che l'auto, nonostante il coronavirus è un veicolo che viaggia su strada, e se la manutenzione non è effettuata a tempo ed ora diventa un ulteriore pericolo.

Ecco i punti chiave per effettuare la revisione in questo periodo:

  • le auto la cui scadenza è prevista per marzo, aprile, maggio, giugno e luglio 2020 potranno revisionare il veicolo entro il 31 ottobre 2020;
  • le auto con scadenza agosto 2020 le dovranno revisionare entro il 31 agosto 2020. Lo stesso ragionamento vale per i veicoli la cui revisione scade a settembre e nei mesi successivi.

Nel momento in cui verrà alterata la scadenza della revisione la stessa varrà anche negli anni successivi. In sintesi: se io quest'anno la posticipo ad ottobre, mentre la dovevo fare a marzo, tra due anni la scadenza sarà sempre ad ottobre.

Revisione auto: posso circolare lo stesso?

I eicoli con revisione scaduta possono circolare lo stesso? Quelli con revisione già scaduta potranno circolare fino al 31 ottobre 2020. Quelli la cui revisione scadrà ad agosto e nei mesi successivi no, in quanto tenuti a effettuare la revisione entro i termini previsti dalla legge.

Però, a questo punto, sorge un dubbio. I veicoli che hanno ricevuto una multa a seguito di una revisione scaduta, possono circolare lo stesso? Potranno viaggiare dopo aver regolarizzato la revisione ministeriale. Il problema e se la revisione la potranno fare, perché magari i centri per la revisione sono chiusi.