Vuoi risparmiare denaro? Allora parti dal cibo: ecco come evitare di sperperare i tuoi soldi con questi terribili (ed evitabili) sprechi alimentari.

Gli sprechi alimentari rappresentano un enorme problema, ben più grande di quanto la maggior parte di noi possa pensare.

In effetti, l’indagine di Coldiretti dello scorso anno è stata abbastanza chiara: nel 2021, abbiamo sprecato 4 milioni di tonnellate di alimenti. E questa è una stima che riguarda solo l’Italia.

Numericamente, queste tonnellate di cibo si traducono in 67 chilogrammi di spreco alimentare per ogni cittadino italiano.

Il che, ovviamente, si traduce in un enorme spreco di soldi per anno.

Si tratta di uno spreco che possiamo comunque evitare. Scopriamo come eliminare gli sprechi alimentari dalla nostra dispensa.

Ecco i segreti per risparmiare denaro eliminando questi terribili sprechi alimentari

Nella maggior parte dei casi, purtroppo, gli sprechi derivano da un’errata valutazione del cibo che abbiamo in frigorifero.

Non sempre, infatti, gettiamo via del cibo che andava realmente buttato, e questo è uno dei motivi più frequenti che comportano spreco alimentare.

Ovviamente, la presenza di muffa o eventuali cattivi odori basta per farci capire che quel determinato alimento deve essere eliminato.

Ma occorrerebbe, prima di tutto, effettuare una corretta valutazione ed evitare di gettare gli avanzi quando sono ancora utilizzabili.

Gli avanzi possono essere utilizzati in fantasiose ricette svuota-frigo, come contorni o aggiunte a zuppe o sformati.

C’è poi un altro segreto che permette di risparmiare sul cibo, che riguarda degli alimenti soggetti a deterioramento. Parliamo di frutta e verdura che, se acquistati freschi, dovrebbero essere consumati in breve tempo. In caso contrario, rischiamo di vederli marcire in frigorifero prima di poterli cucinare.

In questo caso, hai due opzioni. La prima, molto semplice, è quella di acquistare una quantità non eccessiva di prodotti, limitandoti alle dosi quotidiane per te e per la tua famiglia.

Ma sappiamo quanto possa essere deleterio doversi recare a fare la spesa troppo frequentemente: si rischia di spendere ancora di più se ci rechiamo troppe volte presso negozi e supermercati.

Dunque, un secondo metodo che ci aiuterà a combattere gli sprechi alimentari legati a verdura e frutta è congelare gli eccessi.

Si tratta di un’alternativa che permette di far durare questi prodotti più a lungo.

Attenzione alla conservazione per evitare gli sprechi

La riflessione sugli alimenti facilmente deperibili ci permette di introdurre un altro consiglio, che può essere d’aiuto per evitare gli sprechi di alimenti.

Impossibile, in effetti, risparmiare denaro senza assicurarsi della corretta conservazione dei cibi. Anche la mancanza di cura nel conservare correttamente il cibo rappresenta una frequente causa di spreco.

Dunque, se vuoi evitare di sprecare i tuoi soldi e i tuoi alimenti, assicurati innanzitutto di mantenere costantemente la temperatura del tuo frigorifero sotto i 5 gradi.

Inoltre, soprattutto nel caso di cibi già cotti, è necessario evitare di riporli in contenitori aperti. Sigillandoli, dureranno sicuramente di più e il cibo non verrà sprecato.

Attenzione, infine, ad alimenti quali banane, pomodori e mele.

Sembrerebbe che questi prodotti emettano gas e sostanze in grado di far deperire più rapidamente gli altri cibi freschi.

Per risparmiare i tuoi soldi, quindi, separa questi alimenti da tutti gli altri.

Leggi anche: Non buttare i tuoi vecchi vestiti, puoi risparmiare soldi se li porti in questi negozi.

Come interpretare le etichette di scadenza per risparmiare

Un’altra causa di spreco è rappresentata dalle etichette di scadenza, quelle che riportano la scritta “da consumarsi preferibilmente entro”.

Si tratta di una data alla quale dovrai prestare molta attenzione se vuoi risparmiare denaro ed evitare si sprecare cibo.

Le date di scadenza riportate sulle etichette degli alimenti, in effetti, possono essere fuorvianti e possono farti gettare via dei prodotti ancora adatti al consumo.

Questo perché le date riportate sulle etichette, soprattutto nel caso di prodotti freschi, sono da utilizzarsi come dei semplici riferimenti. Non sempre sono correlate alla sicurezza.

La data indicata, infatti, segnala il giorno a partire dal quale le qualità nutrizionali dell’alimento non vengono più garantite. Ma questo non significa che il prodotto sia da buttare.

In caso di prodotti a lunga conservazione, dunque, prima di gettare via un alimento la cui data sull’etichetta è già superata, valutalo con attenzione.

Se il prodotto “scaduto” ti sembra ancora fresco, se non presenta muffe e soprattutto non è a breve scadenza, nulla ti vieta di utilizzarlo e mangiarlo.

Ovviamente, nel caso di prodotti freschi e a breve conservazione, è meglio mantenere prudenza e prestare attenzione.

Infine, per evitare gli sprechi, nel caso in cui tu voglia evitare di utilizzare i prodotti oltre la loro data di scadenza, presta molta attenzione alle date riportate sulle etichette quando fai la spesa.

Se un alimento sta per scadere, non comprarlo o rischi di tradurlo in uno spreco di soldi e cibo.

Leggi anche: Come risparmiare 2.000€ ogni anno con questi trucchi infallibili da usare fin da subito.