Scegliere di risparmiare per le vacanze può non essere un’impresa facile. Le abitudini dei viaggiatori sono molto cambiate infatti anche a causa della pandemia. A questo proposito scrive eunews.it:

“Per l’estate 2021, oltre la metà degli italiani, come spiega un’infografica dell’Università Niccolò Cusano sulle vacanze elaborata su dati di Istat e autorevoli istituto demoscopici, ha confermato di andare in vacanza, mentre circa 10 milioni di persone hanno affermato di non potersi permettere la vacanza per problemi economici. Tra chi riesce a trascorrere un periodo di ferie, il 63,6% andrà fuori regione e il 33% rimarrà nella regione di residenza”. 

Il tutto poi è stato ancora reso più complicato dall’introduzione del Green Pass, argomento caldo di questi ultimi giorni che sta imponendo ai viaggiatori, ma non solo, ulteriori limitazioni. 

Scrive il Post.it:

“Dal primo luglio, all’interno dell’Unione Europea è possibile circolare senza particolari restrizioni grazie al cosiddetto “Green pass”, che vale per chi è vaccinato, chi ha fatto un tampone negativo da poco o chi è guarito dalla COVID-19. Nonostante questo, però, a chi ha in programma un viaggio in Europa conviene informarsi quotidianamente su eventuali normative introdotte nel paese in cui andrà, per non rischiare di arrivare impreparato al momento della partenza: per esempio, Malta aveva aderito al “Green pass”, ma a metà luglio ha deciso di vietare l’ingresso ai turisti che hanno con sé soltanto il risultato negativo del tampone”. 

Ad ogni modo, se si dispone di tutti i documenti e i certificati richiesti da una determinata nazione, tra i quali anche il Green Pass, è possibile organizzare le proprie vacanze secondo un’ottica di risparmio. In quest’articolo vedremo come tutto questo è possibile. 

Scegliere gli ostelli per risparmiare 

Gli ostelli sono le strutture meno care in assoluto per poter trascorrere le vacanze. Grazie alle loro diverse fasce di prezzo sono accessibili anche ai giovani studenti viaggiatori.

Se ad esempio scegliete di trascorrere un periodo di vacanze in città il modo migliore per risparmiare è quello di scegliere l’ostello più vicino alla città ad un prezzo contenuto. Gli ostelli in centro città hanno un prezzo leggermente più alto rispetto a quelli fuori città però è anche vero che ciò che viene risparmiato sulla struttura viene speso nei biglietti dei mezzi di trasporto per poter raggiungere la città. Scegliere invece un ostello in centro città si rivela essere la scelta migliore poiché consente di raggiungere le principali attrattive a piedi. 

Di solito gli ostelli dispongono di diverse camere che variano a seconda della fascia di prezzo. Ci sono infatti i dormitori misti con bagno in comune che sono quelli che costano di meno, i dormitori divisi in maschi e femmine, e le camere singole con bagno privato che costano chiaramente di più. 

Vediamo adesso un altro modo per poter risparmiare durante le vacanze!

Risparmiare sul cibo: evitare ristoranti e fast food

Mangiare nei ristoranti può essere un’esperienza interessante per poter conoscere e gustare i sapori del luogo. Tuttavia è importante saper scegliere dove andare. Quando si approda per la prima volta in una nazione diversa dalla nostra può essere complicato perché non ci si sa come muovere. Molti ristoranti infatti propongono i loro piatti tipici a prezzi decisamente più alti della media sfruttando l’ingenuità e la curiosità dei turisti. 

Se una città o una nazione ha il proprio piatto tipico, questo sicuramente viene preparato e riproposto in più ristoranti. La cosa migliore è sempre confrontare le varie fasce di prezzo mentre si svolge il tour della città e leggere le recensioni. Se siete invece dei turisti particolarmente intraprendenti potreste chiedere consiglio alle persone che vivono nel luogo che state visitando. Essendo persone che vivono nella città da molto tempo sono sicuramente in grado di consigliare un punto di ristoro con un buon rapporto qualità-prezzo. 

In molti paesi inoltre è molto diffuso il cosiddetto cibo da strada, che consente di gustare piatti tipici ad un prezzo nettamente inferiore rispetto ai ristoranti. 

Un altro modo per poter risparmiare è sicuramente evitare i fast food. Le più celebri catene di fast food infatti sono ormai diffuse anche in Italia perciò meglio optare o per il cibo da strada oppure per i supermercati. 

Se valutate inoltre l’idea di alloggiare in un ostello, dovete sapere che molte di queste strutture dispongono di un piano cottura e di tutto il necessario per poter cucinare. I soldi risparmiati possono essere impiegati per poter pagare i biglietti di musei e delle principali attrattive del luogo. 

Dal momento che abbiamo parlato di musei vediamo come è possibile risparmiare sul prezzo dei biglietti!

Biglietti per i musei: risparmiare con l’abbonamento

Molte grandi città mettono a disposizione delle tessere da acquistare che funzionano come dei normalissimi abbonamenti. Solitamente questi abbonamenti comprendono i musei più importanti della città che sono quelli che i turisti visitano maggiormente durante le loro vacanze

Una cosa importante è anche controllare bene i prezzi dei biglietti. In molti musei i biglietti per i bambini rientranti in una determinata fascia d’età sono gratuiti. Al museo del Louvre per esempio sono esonerati dal pagamento del biglietto le persone con la fascia d’età compresa tra i 18 e i 25 anni residenti nell’Unione Europea e i ragazzi sotto i 18 anni! 

Per poter essere informati sui prezzi e sugli orari di visita è utile consultare il sito Internet del museo che si intende visitare durante le vacanze. Quasi tutti i musei infatti dispongono di un sito da consultare. Questo ci permette di capire quando un museo è aperto e quanto costa un biglietto. Inoltre, molti musei scelgono di far entrare gratis i loro visitatori in un determinato giorno della settimana oppure a partire da un determinato orario, spesso in tarda serata, il che è un ottimo modo per poter risparmiare. 

Vediamo adesso come risparmiare nell’organizzazione delle vacanze e quali sono i vantaggi e gli svantaggi di organizzare un viaggio da soli oppure tramite l’agenzia!

Vacanze fai da te o agenzia? Pro e contro

I turisti più intraprendenti e risparmiatori al momento dell’organizzazione delle loro vacanze si trovano davanti ad un bivio: meglio organizzare il viaggio da soli oppure lasciarsi guidare dall’agenzia di viaggi?

Non è semplice rispondere dal momento che entrambe le opzioni comportano sia dei vantaggi che degli svantaggi per le nostre vacanze

Scegliere di organizzare il viaggio da soli è decisamente meglio per poter risparmiare dal momento che è possibile programmare tutte le tappe e tutti i luoghi dove si vorrà alloggiare durante le proprie vacanze. Tuttavia, in caso di voli o prenotazioni cancellate, non è possibile contare sull’aiuto di nessuno ma solo su sè stessi. Se siete dei viaggiatori esperti gli imprevisti di certo non vi spaventeranno ma se siete alle prime armi questo potrebbe turbare la tranquillità delle vostre vacanze.

Scegliere l’agenzia è sicuramente più costoso dal momento che è necessario pagare i costi del servizio che viene offerto. Inoltre le agenzie spesso propongono dei pacchetti ai quali non si possono apportare modifiche. Nel caso però di imprevisti, l’agenzia è in grado di avvisarvi e di guidarvi verso una soluzione che possa salvare le vostre vacanze

Se non siete dei viaggiatori esperti, per le prime vacanze potrebbe essere utile affidarsi ad un’agenzia. Per evitare di spendere per dei pacchetti costosi e poco personalizzabili è bene recarsi in agenzia già con le idee chiare su dove si vuole andare, quale mezzo di trasporto si vuole prendere e il luogo in cui alloggiare durante le vacanze. L’agenzia non vi può dire di no e, in alcuni casi, è possibile addirittura risparmiare nel caso in cui l’agenzia disponga di convenzioni con compagnie aeree. 

Vediamo adesso quali sono i mezzi di trasporto più economici per le vacanze!

Mezzi di trasporto: quali scegliere per risparmiare

Qual è il mezzo di trasporto da scegliere per poter risparmiare? La risposta è: dipende. Dipende infatti qual è il luogo di destinazione, quanto tempo durano le vacanze, quanti bagagli si posseggono, se si viaggia in famiglia ecc. Per le mete più brevi sarebbe meglio prediligere l’auto oppure il treno ma entrambi i mezzi comportano dei vantaggi o degli svantaggi.

L’auto consente di viaggiare in autonomia senza dover dipendere da qualcun altro, ma bisogna tener presente i costi della benzina e dei pedaggi che possono pesare sulle vacanze.

Il treno può essere scomodo perché molto affollato però non comprende i costi aggiuntivi di un viaggio in macchina. Il prezzo del treno però varia a seconda della disponibilità di posti, della fascia oraria, del tipo di treno ecc. Se si sceglie infatti di viaggiare nel weekend il prezzo del biglietto sarà più altro rispetto ad un biglietto acquistato per viaggiare nei giorni lavorativi.

La cosa migliore da fare se si vuole risparmiare per le vacanze è sicuramente confrontare i prezzi del treno e dell’auto. 

Per calcolare i costi del vostro viaggio in auto il sito viamichelin.it, disponibile anche come app, fa sicuramente al caso vostro. Viamichelin offre diverse alternative per un tragitto e in ogni alternativa informa sui costi del viaggio, della benzina e caselli. Inoltre vi suggerisce i maggiori luoghi di interesse, ristoranti e alberghi. 

Per le lunghe destinazioni è invece preferibile di gran lunga l’aereo dal momento che molti luoghi sono difficilmente accessibili con la macchina e con il treno il costo sarebbe decisamente troppo elevato a causa della presenza di moltissimi scali. Un’ottima risorsa dove poter acquistare i biglietti dell’aereo è sicuramente Skyscanner. Si tratta di un sito che confronta le fasce di prezzo dei biglietti delle varie compagnie aeree proponendo l’offerta migliore!

Souvenir: quali scegliere

Una volta arrivati nel luogo dove trascorrere le vacanze potrebbe essere utile prendere un po' di tempo prima di scegliere di acquistare eventuali souvenir. Il modo migliore per risparmiare è sicuramente quello di comprare meno souvenir possibile. Ma come? La scelta dovrebbe ricadere infatti su oggetti che difficilmente troviamo altrove. 

Altra cosa importante è sicuramente quella di scegliere dei souvenir utili, che hanno una funzione, come per esempio delle tazze originali!