Le migliori occasioni d’investimento nell’healthcare continuano a essere Made in Usa. Questo nonostante le performance degli ultimi 12 mesi dicano che i titoli statunitensi abbiano reso più dell’indice globale del settore (Morningstar Global Healthcare).

L’apprezzamento del comparto nel suo insieme, realizzato nel corso del 2017, ha fatto salire il rapporto Prezzo/Fair value medio a 1,07, ma alcuni segmenti di mercato, come quello dei distributori di farmaci, presenta buoni tassi di sconto.

Rapporto prezzo fair value settore medical distribution

Dati in dollari aggiornati all'8 gennaio 2018

Fonte: Morningstar

Le aziende appartenenti a questa industria, che è caratteristica del sistema americano, fanno da collegamento tra le case produttrici e i fornitori di servizi sanitari, che si avvalgono di intermediari per rendere economicamente più efficiente l’acquisto di farmaci. AmerisourceBergen e Cardinal Health sono leader indiscussi del settore e i loro titoli sono scambiati a tassi di sconto elevati.

Le due aziende controllano il 90% del mercato domestico e questo permette loro di realizzare economie di scala che sarebbero inarrivabili per qualsiasi nuovo operatore del settore e dunque di avere margini di profitto superiori alla media. Inoltre, a loro favore gioca anche il trend demografico, con il progressivo invecchiamento della popolazione a sostenere la crescita delle vendite.

ABC può contare su un’importante partnership con Walgreens (la più grande catena di farmacie americana), che è stata recentemente estesa anche alla fornitura di farmaci generici, ed è fortemente esposta alla crescente domanda dei farmaci biologici, utilizzati in particolare per la cura di patologie croniche (come il cancro o le artriti).