La corsa del settore Salute in Usa non è stata sufficiente per farlo uscire dal tutto dal radar degli investitori a caccia di rendimento. L’indice Morningstar Healthcare nel corso del 2019 ha guadagnato il 22% (in dollari). Un progresso che non è servito fargli superare il resto del mercato americano che, nello stesso periodo, è cresciuto del 31%.

Indice Morningstar Healthcare a confronto con il paniere US equity

Dati in dollari

Fonte: Morningstar Direct

Il segmento avrebbe potuto fare meglio. “Le incertezze riguardo a possibili cambiamenti nel sistema sanitario americano sono cresciute dopo che i politici hanno iniziato a fare dichiarazioni sull’argomento con l’approssimarsi dell’anno elettorale (il 2020, Ndr)”, spiega Damien Conover, analista di Morningstar. “Le crescenti paure riguardo a possibili cambiamenti del sistema sanitario hanno aumentato le incertezze sul settore. Questo, a sua volta, ha pesato sulla performance dell’healthcare”.

L’healthcare è caro

Nonostante la corsa sia stata in qualche modo frenata, il settore è leggermente sopravvalutato. “I titoli che copriamo con la nostra ricerca trattano a un rapporto prezzo/fair value di 1,05 (dato al 31 dicembre 2019, Ndr)”, dice l’analista. “I buy non sono molti. Solo il 12% delle società che seguiamo ha un rating di 5 stelle”.

Farmaci tradizionali e biotech sono le occasioni