Il processo in atto di modernizzazione e innovazione del Paese sta portando alla diffusione di termini relativi agli strumenti di pagamento elettronico e d’identità digitale.

Ma quando parliamo di identità digitale, cosa intendiamo realmente?

L’identità digitale o Identity Provider è lo strumento tramite il quale all’utente/soggetto è permesso di accedere con le proprie e personali credenziali agli strumenti e ai servizi messi a disposizione dalla Pubblica Amministrazione.

Attraverso il medesimo meccanismo funziona, ad esempio, l’accesso ai profili degli account social.

Tra le forme di utilizzo dell’identità digitale possono essere considerate:

  • la PEC o posta elettronica certificata
  • la Firma Digitale
  • lo SPID o sistema pubblico d’identità digitale

Nel corso del seguente articolo parleremo espressamente di quest’ultimo punto, facendo riferimento alle modalità di attivazione relative, in particolar modo, a Poste Italiane.

Poste Italiane abilita il servizio SPID attraverso il sistema PosteID

SPID è la tua identità digitale che ti permette di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione e non solo con l’utilizzo delle tue credenziali registrate.

“Il Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) è un’identità digitale composta da una coppia di credenziali (username e password), strettamente personali, con le quali è possibile accedere ai servizi online della pubblica amministrazione e dei privati aderenti.  Semplice, sicuro e veloce, puoi utilizzare SPID da qualsiasi dispositivo: computer, tablet e smartphone ogni volta che, su un sito o un’app di servizi, trovi il pulsante “Entra con SPID”.”

Per tutti coloro che hanno compiuto la maggiore età è possibile attivare SPID scegliendo e, quindi, rivolgendosi a uno dei gestori d'identità digitale abilitati da AgID come Poste Italiane, la quale ha messo a disposizione dei propri clienti il sistema di autenticazione PosteID.

PosteID abilitato a SPID consente di accedere a tutti i servizi abilitati del Gruppo Poste Italiane, un esempio è MyPoste, così come ai servizi sanitari e dell’anagrafe per la richiesta e l’ottenimento dei certificati statali, i quali hanno valenza legale, ma anche per il ritiro delle raccomandate.

Il servizio PosteID abilitato a SPID è rivolto a tutti i cittadini e il suo utilizzo è gratuito, nonostante vi siano diverse modalità di attivazione e, alcune di esse, siano a pagamento.

Infatti, l’attivazione del servizio SPID effettuato presso una delle sedi di Poste Italiane avveniva inizialmente in forma gratuita, mentre ora è richiesto un pagamento pari a 12 euro, iva inclusa.

La procedura di richiesta di attivazione del servizio SPID avviene secondo le seguenti modalità:

  • prenotazione dell'appuntamento presso un ufficio postale

In altri casi, è possibile attivare il servizio gratuitamente tramite SMS associato a BancoPosta o PostePay, Carta d’Identità Elettronica o Carta Nazionale dei Servizi con PIN, Firma Digitale, Lettore BancoPosta e Carta Postamat. 

Eventualmente, l’attivazione può avvenire utilizzando Passaporto Elettronico, Carta d’Identità Elettronica e Bonifico al costo di 10 euro con pagamento digitale effettuabile attraverso PostePay, VISA o MasterCard.

Procedura di attivazione del servizio SPID

Come anticipato, la procedura di attivazione del servizio SPID può essere realizzata in diverse modalità, anche a seconda del gestore di identità digitale a cui si decide di rivolgersi.

Generalmente, l’attivazione dell’identità digitale può essere richiesta da tutti i cittadini residenti in Italia che hanno compiuto la maggiore età attraverso la messa in pratica di semplici step.

Prima di tutto, è necessario preparare un documento di riconoscimento insieme alla tessera sanitaria e ai dati relativi all’indirizzo email e al numero di cellulare.

Di fondamentale importanza, la scelta del gestore d’identità digitale abilitato da AgID a cui fare riferimento tramite l’accesso al sito web ufficiale di riferimento.

Arriviamo, dunque, alla procedura di attivazione che si svilupperà in questa maniera:

  • registrazione dei dati anagrafici e delle credenziali SPID
  • riconoscimento, il quale può avvenire di persona, via webcam, audio-video con bonifico, CIE-CNS o forma digitale attraverso modalità gratuite o a pagamento

Esistono poi tre livelli di sicurezza:

  • 1° livello - accesso ai servizi online tramite credenziali SPID
  • 2° livello - accesso ai servizi online tramite credenziali SPID e codici temporanei OTP divulgati tramite sms o app, utilizzabili su qualunque dispositivo elettronico
  • 3° livello - accesso ai servizi online tramite credenziali SPID e supporti fisici come smart card o dispositivi per la firma digitale remota

Infine, oltre al servizio offerto da Poste Italiane con PosteID, è bene nominare anche gli altri gestori d’identità digitale attualmente abilitati da AgID, ai quali fare riferimento e che sono:

  • Aruba ID: società specializzata in servizi IT di data center, web hosting, e-mail, PEC e registrazione domini
  • InfoCert ID: azienda di consulenza appartenente al Tinexta Group, tra gli operatori leader in area business 
  • Intesa ID: azienda operante nel settore della digitalizzazione per il business
  • Lepida ID: società operante nel settore ICT
  • Namirial ID: azienda produttrice di soluzioni Software e Certification Authority
  • Sielte ID: società operante nel settore dell’impiantistica telefonica
  • SpidItalia: identità digitale fornita da Register.it, azienda che offre servizi di registrazione, protezione e pubblicità online
  • Tim ID: azienda di telecomunicazioni che offre servizi di telefonia, internet e televisivi

Attivazione SPID presso Poste Italiane a pagamento

Le richieste di attivazione dello SPID, esattamente come evidenziato in precedenza, possono seguire diverse modalità.

Nel caso di Poste Italiane, il servizio può essere attivato sia presso uno sportello dirigendosi fisicamente in una delle apposite sedi oppure tramite procedura online.

Per quanto concerne il servizio messo a disposizione dagli sportelli, Poste Italiane ha deciso di convertirlo in una modalità a pagamento al costo di 12 euro.

Tale mossa ha sollevato non poche critiche, soprattutto in relazione alle persone più anziane, nonostante la decisione sia stata presa per motivi e scopi ben precisi, ossia far traslare le relazioni e i servizi del cittadino con la Pubblica Amministrazione su Internet, favorendo la digitalizzazione e scongiurando condizioni che possano facilitare la diffusione del virus Covid-19.

“Poste Italiane solo dal primo novembre si è adeguata al mercato applicando, per le nuove sottoscrizioni, un costo per le attivazioni dello SPID tramite operatore.”

Tra le modalità online offerte da Poste Italiane ne esiste, in particolare, una comoda e non troppo macchinosa che è quella del riconoscimento audio-video con bonifico.

Il riconoscimento audio-video con bonifico non è vincolato alla presa di appuntamenti per fissare delle videochiamate e permette di verificare l’identità del soggetto/utente attraverso un bonifico nominale al costo di 1 euro, il quale verrà rimborsato dal gestore d’identità digitale.

Ecco l’iter da seguire:

  • utilizzo dell’app PosteID
  • registrazione video: mostrare un documento di riconoscimento e la tessera sanitaria, leggendo il codice ricevuto via sms o app
  • bonifico: utilizzare un conto corrente italiano intestato o cointestato al soggetto/utente, inserendo come causale il codice ricevuto da Poste Italiane

SPID Poste Italiane: i risultati raggiunti

Secondo i dati del Governo Italiano, così come ci fa sapere Sky TG24, è emerso un incremento del 61,5% sulle erogazioni delle identità digitali, infatti, al 24 ottobre ne sarebbero state registrate quasi 26 milioni.

Tra i vari gestori d’identità digitale abilitati da AgID, Poste Italiane è quello che ha rilasciato il maggior numero di credenziali digitali, ben l’80% circa.

Tale successo è stato sicuramente favorito dalla possibilità di recarsi agli sportelli presenti nei 12.700 uffici postali italiani per l’attivazione dello SPID in forma totalmente gratuita, almeno fino al 1°novembre, data che ha segnato il passaggio al servizio a pagamento di 12 euro, iva inclusa.

“Il servizio di attivazione delle identità digitali per Poste Italiane era previsto a pagamento dal giugno 2020, responsabilmente l’azienda ha prolungato il periodo di gratuità proprio a causa della pandemia così come fatto per altri servizi indispensabili a favore dei cittadini sempre gratuiti, come la piattaforma per le prenotazioni dei vaccini e le consegne logistiche.”

Tuttavia, è tutt’ora possibile affidarsi alle operazioni gratuite tramite modalità online, valutare le proposte offerte dagli altri gestori d’identità digitale oppure consultare l’elenco degli sportelli pubblici all’interno del sito ufficiale del Governo Italiano, i quali consentono ai cittadini di verificare la propria identità presso le sedi fisiche e completare il riconoscimento e l’attivazione dello SPID grazie a un file che verrà divulgato attraverso l’indirizzo email personale.

Conclusioni su SPID Poste Italiane

Nonostante le molte critiche mosse contro la decisione di Poste Italiane di convertire il servizio SPID a pagamento, tramite modalità presentata presso uno degli sportelli fisici, siamo giunti alla conclusione che questa non sia stata un’iniziativa introdotta di punto in bianco, ma che in realtà sia vincolata a come era stata progettata l’operazione sin dal principio.

È bene ricordare che l’attivazione dello SPID non è obbligatoria per i cittadini, sebbene sia di fondamentale importanza per relazionarsi con i servizi online erogati dalla Pubblica Amministrazione.

Il primo passo da compiere è la scelta del gestore d’identità digitale al quale affidarsi, appunto per questo è consigliabile informarsi sulle modalità di erogazione delle credenziali digitali e prendere in considerazione tutti i “vincoli” correlati per convenire all’operazione ritenuta più comoda e adatta per se stessi.

Infine, una delle problematiche che spesso viene evidenziata è quella relativa alla privacy del soggetto/utente: ti allego, di conseguenza, il link inerente alla Privacy Policy & Note Legali diffusa dal Governo Italiano.