Johnson & Johnson è da tempo uno dei titoli più importanti presenti nel nostro portafoglio Top Analisti, il modello che raggruppa oltre 60 società internazionali a dividendo, con oltre 250 cedole accreditate per ogni anno solare. Nonostante le performance storiche di grande successo, le prospettive future per Johnson & Johnson sono ancora brillanti. Negli ultimi giorni, Josh Jennings, analista di Cowen & Co, ha riconfermato il rating a BUY su Johnson & Johnson (JNJ), fissando un obiettivo di prezzo a 170 dollari, pari a +14,79% rispetto all'attuale prezzo delle azioni di 148,1 dollari. Questa società farmaceutica leader opera in 60 paesi con ricavi per 80 miliardi e dividendi in crescita da 58 anni consecutivi. Secondo un recente studio pubblicato dal portale The Motley Fool, (di cui riportiamo un estratto) chi avesse investito in questa grande azienda di successo una somma di 10.000 dollari alla sua prima quotazione in borsa avrebbe accumulato nel tempo una fortuna plurimilionaria:

Il tempo è davvero dalla tua parte!

I Rolling Stones ebbero un grande successo nel 1964 con la canzone "Time Is on My Side". Questa definizione era perfetta. Il tempo è davvero dalla tua parte, almeno quando si tratta di investire. Vent'anni prima che Mick Jagger, Keith Richards e il resto della band pubblicassero quella canzone, Johnson & Johnson quotava le sue azioni alla Borsa di New York. La data era il 24 settembre 1944. Il prezzo iniziale di ogni azione J&J era pari a 37,50 dollari. Con un investimento iniziale di 10.000 dollari si potevano quindi acquistare 266 azioni, con un resto di 25 dollari (10.000 / 37,50 = 266,6 azioni).

J&J si è comportata molto bene negli anni successivi. Talmente bene, che già tre anni dopo, nel 1947 la società assegnava gratuitamente 1 azione nuova ogni vecchia posseduta. In questo caso, le 266 azioni iniziali sarebbero raddoppiate a 532 azioni. Nei successivi quattro anni, Johnson & Johnson ha deliberato altre tre assegnazioni gratuite del 5%. All'inizio del 1959, ha completato una ulteriore scissione azionaria, con gli azionisti che hanno ricevuto 2,5 azioni per ogni azione posseduta. L'ultimo grande dividendo azionario di J&J, è arrivato nel 1967, con una assegnazione gratuita del 200%. Nel corso dei  tre decenni successivi, il gigante sanitario ha completato due ulteriori split di azioni nel rapporto di 3 per 1 e quattro split azionari nel rapporto di 2 per 1. Grazie a questi dividendi e alle numerose scissioni azionarie (che sono state alimentate dai prezzi sempre crescenti delle azioni di J&J), chi avesse mantenuto le 266 azioni iniziali di J&J fino ad oggi, avrebbe accumulato un totale di ben 663.120 azioni, e quell'investimento iniziale di 10.000 dollari avrebbe oggi un valore di oltre 98,2 milioni di dollari! (663120 azioni X 148,1 usd = 98.208.072 dollari). Sì, il tempo è sicuramente dalla nostra parte con gli investimenti su società leader in borsa.