Sei uno dei partecipanti al cashback di Stato e stai attendendo con ansia l’accredito del super premio? Sei sicuro di averne diritto, ma non hai ancora ricevuto nessun pagamento? Non preoccuparti, la Consap ha già pubblicato alcune comunicazioni sul suo sito ufficiale, spiegando come il ritardo del pagamento potrebbe essere dovuto ai tempi di accredito bancario.

Che cosa significa? Nonostante il termine ultime per l’invio dei bonifici sia fissato ad oggi, 30 novembre 2021, moltissimi utenti lamentano il fatto di non aver ricevuto ancora nulla. Se quindi i rimborsi fino a 150 euro sono stati correttamente erogati a tutti gli aventi diritto entro il mese di agosto, che fine ha fatto il pagamento del super cashback da 1.500 euro?

Qualcuno inizia a chiedersi se si tratti di una fregatura, ma la Consap ha esposto le motivazioni dei ritardi, introducendo anche una nuova data per il pagamento del super cashback. Ecco le ultimissime novità.

Super cashback: cos’è e come funziona?

Ricordate il super cashback? Questa misura non è attualmente in vigore, in quanto sospesa dal decreto del 30 giugno 2021, di pari passo con il cashback di Stato. Sembrava vi sarebbe stato un grande ritorno nel 2022, ma invece l’ipotesi è ormai stata accantonata.

Il cashback è un bonus che ha permesso a moltissimi utenti di spendere il proprio denaro con metodi virtuali (pagamento con carte di credito, debito, bancomat, applicazioni dedicate), riuscendo ad accumulare un rimborso del 10% per ciascun acquisto effettuato.

Il Portafoglio virtuale ha poi conteggiato tutte le transazioni effettuate nell’arco dei sei mesi di programma, arrivando a definire la percentuale di rimborso spettante, che è stata erogata sol agli utenti che hanno effettuato almeno 50 operazioni.

Per i baluardi che invece sono riusciti a realizzare il maggior numero di transazioni nell’arco del semestre, a novembre sarebbe dovuto arrivare un super premio da 1.500 euro. Il bonus super cashback premia tutti coloro che si sono distinti per un numero elevatissimo di transazioni effettuate, scalando la classifica dei primi 100 mila cittadini in Italia.

Super cashback: chi ha diritto al premio da 1.500 euro?

Ma chi ha diritto al super cashback, ovvero al pagamento di un premio da 1.500 euro? Semplice, per averne diritto occorre aver partecipato assiduamente al programma Italia Cashless e aver collezionato un buon numero di transazioni.

Con la pubblicazione della classifica finale, abbiamo scoperto che per rientrare tra i primi 100 mila cittadini che avranno diritto al cashback occorre aver eseguito almeno 787 operazioni dal 1° gennaio 2021 al 30 giugno 2021.

Soddisfatte queste due condizioni, al vincitore del super cashback dovrebbe essere arrivata anche una notifica sull’applicazione IO o su un’altra applicazione utile per il cashback di Stato:

Congratulazioni, hai diritto al Super Cashback! Complimenti, sei tra i 100 mila partecipanti in testa alla classifica Super Cashback e hai diritto a un rimborso di 1500 Euro! (…)

Grazie per aver partecipato!

Super cashback, quando arriva il pagamento?

Ma qual è la data di pagamento del super cashback? Stando al regolamento, il super premio da 1.500 euro dovrebbe essere erogato direttamente sull’IBAN indicato in sede di registrazione (o successivamente) entro il 30 novembre 2021. 

Ad oggi, però, moltissimi utenti aventi diritto al super premio non hanno ancora ricevuto nulla e stanno iniziando a chiedersi se si tratti di una fregatura. Nulla di tutto ciò.

Nello stesso messaggio inoltrato ai vincitori era precisato anche:

Riceverai un messaggio quando sarà effettuato il bonifico sull’IBAN che hai già comunicato.

Dunque tutti i vincitori del premio saranno opportunamente contattati non appena l’erogazione sarà avvenuta.

Perché non ho ancora ricevuto il pagamento?

Se sei tra i primi 100 mila italiani che hanno effettuato almeno 787 operazioni e hai diritto al super cashback, dovrai attendere ancora qualche giorno. Il pagamento – così riporta il regolamento – dovrà avvenire entro il 30 novembre 2021, ma occorre fare una precisazione.

Come ha comunicato Consap sul sito ufficiale lo scorso 29 novembre 2021:

In merito al rimborso del c.d. supercashback si informa che sono in corso di finalizzazione le procedure amministrative relative all'erogazione dei pagamenti spettanti agli aventi diritto. Pertanto già nei prossimi giorni Consap potrà procedere al completamento degli accrediti.

“Nei prossimi giorni” potrebbe significare anche dalla prossima settimana, considerando i tempi bancari da attendere. Ma non preoccuparti: se hai diritto al super cashback riceverai il tuo premio.

Non ho ricevuto il super cashback: occhio ai tre elementi…

Il pagamento del super cashback potrebbe arrivare con qualche giorno di ritardo, questo è assodato, ma sei sicuro di averne diritto e di aver inserito correttamente tutti i dati richiesti per l’erogazione del super premio da 1.500 euro? 

Se credi siano stati commessi degli errori o se vuoi avere la certezza che tutto sia stato inserito correttamente, Consap invita a controllare almeno tre elementi essenziali per ricevere il pagamento prima di presentare reclami. 

Anzitutto, ti sei ricordato di inserire il codice IBAN all’interno dell’applicazione che hai utilizzato per il cashback di Stato? Se la risposta è negativa, affrettati a inserire le coordinate del conto sul quale intendi ricevere l’accredito. 

Ma anche se la risposta è positiva, il secondo passo è quello di controllo: assicurati di aver inserito tutte le cifre del codice IBAN nel modo e nella sequenza corretti. Assicurati che il conto indicato sia ancora attivo.

Infine, se il pagamento del super cashback è stato disposto proprio l’ultimo giorno disponibile per l’erogazione – ovvero al 30 novembre 2021 – è assolutamente normale che tu non abbia ancora ricevuto nulla. In un siml caso, tieni d’occhio il tuo conto anche nei prossimi giorni.

Super cashback: premio in ritardo. La nuova data di erogazione

Non è ancora detto che i vincitori del super cashback abbiano ricevuto il premio da 1.500 euro, ma il pagamento è in corso (secondo quanto comunicato da Consap). I tempi si sono allungati pe rla questione della pubblicazione della classifica finale e per lungaggini burocratiche.

Se non hai ancora ricevuto il pagamento, ricorda che decorre un tempo massimo di 10 giorni tra la disposizione del bonifico e il relativo accredito sul conto corrente indicato. 

Dunque, se il bonifico venisse disposto da Consap proprio l’ultimo giorno utile, ovvero il 30 novembre 2021, riceverai il pagamento al più tardi entro il 10 dicembre 2021.

Certo una grande delusione per tutti coloro che speravano di ottenere il super premio in tempo per acquistare i regali di Natale sfruttando gli sconti del Black Friday o del Cyber Monday. Possiamo, invece, sperare che il super premio arrivi almeno sotto forma di “gratifica natalizia”.

Il cashback prosegue: ecco come ottenere i rimborsi!

Il decreto legge del 30 giugno 2021 ha sospeso il cashback di Stato, mentre nella Manovra il Governo non intende confermare la misura per il 2022. Nonostante questo, è ancora possibile ottenere il cashback e i rimborsi, ma non dallo Stato! 

Sulla scia di quanto accaduto nei primi mesi dell’anno, moltissime applicazioni di pagamento hanno tratto dal cashback i punti di forza, proponendo dei programmi simili che gli utenti possono sfruttare per ottenere dei rimborsi. 

Non solo: anche alcuni istituti di credito stanno applicando questo cashback sia alle carte di pagamento sia ai conti correnti. Quali sono le offerte da non lasciarsi scappare? Vediamo le principali…

Postepay cashback

In che cosa consiste il cashback introdotto da Postepay? Nel periodo compreso tra il 1° ottobre e il 31 dicembre 2021, spendendo almeno 10 euro si può ottenere un euro di rimborso cashback per ogni transazione eseguita con codice Postepay. Il limite di rimborso giornaliero che si può accumulare è pari a 10 euro.

Blu American Express

Il servizio offerto da Blu American Express consiste nello sfruttare la propria carta di credito per ottenere fino al 10% di cashback sui primi 1.500 euro spesi. Il cashback passerà poi a una percentuale fissa dell’1%.

Attenzione ai costi! Il primo anno di servizio è offerto gratuitamente, mentre a partire dal secondo anno – se si intende ancora aderire – occorrerà pagare una somma pari a 3 euro al mese.

BBVA

Questo gruppo bancario spagnolo permette a tutti i cittadini di aprire un conto corrente con carta di debito a zero spese, godendo persino del Gran Cashback del 10%. Come funziona?

Gli utenti che decidono di aderire potranno ottenere un rimborso fino a un massimo di 50 euro sugli acquisti effettuati nel primo mese dall’apertura del conto corrente.

Revolut

Infine, anche i possessori di carte Revolut potranno accedere al cashback, ovvero vincere premi su un gran numero di marchi selezionati. 

Cashback di Stato: l’addio è definitivo, ma…

Come abbiamo visto, la possibilità di ottenere il cashback è reale anche nei prossimi anni: certo è che il cashback di Stato, così come lo abbiamo conosciuto nei primi sei mesi del 2021 non tornerà più.

Uniamo diversi fattori: la mancanza di risorse da destinare alla misura (tra rimborsi e premi per tutti i numerosi utenti del programma), il numero di furbetti che hanno tentato di aggirare il programma, e il fatto che il cashback tenda a favorire le famiglie più agiate del Nord Italia; il Governo ha preso una decisione.

Il cashback di Sato non tornerà nel 2022, come molti speravano. Ma al suo posto è stato introdotto il bonus bancomat per le Partite Iva. In che cosa consiste?

Per tutti i lavoratori autonomi che decideranno di acquistare, noleggiare e utilizzare un dispositivo in grado di accettare i pagamenti elettronici (con carte, bancomat o applicazioni di pagamento) o un dispositivo di ultima tecnologia in grado di comunicare direttamente con l’Agenzia delle Entrate, è a disposizione un credito di imposta pari a 320 euro e 160 euro, per un totale di 480 euro.

Per conoscere i dettagli sul nuovo bonus bancomat da 480 euro senza ISEE puoi leggere i nostri articoli dedicati.