Torna il bonus bebè per 800 nuovi nati: i fortunati che possono averlo a settembre

Con la sostituzione del bonus bebè e di molte altre agevolazioni per le famiglie ad opera dell’assegno unico, le Regioni mettono in campo nuovi aiuti per supportare le nuove nascite. Anche la Regione Umbria riconferma, nel 2022, la misura per i nuovi nati.

Image

Con la sostituzione del bonus bebè e di molte altre agevolazioni per le famiglie ad opera dell’assegno unico, sono le Regioni a mettere in campo nuovi aiuti economici per supportare le nuove nascite. 

Ci sono, poi, Regioni che hanno deciso di stanziare nuove risorse per le misure a sostegno della genitorialità, rendendole, in qualche modo, ormai strutturali. È il caso del bonus bebè della Regione Umbria che viene riconfermato e rifinanziato anche nel 2022.

La misura non è nuova. Già lo scorso anno Donatella Tesei, presidente della Regione Umbria, aveva portato a un aumento dei fondi a disposizione per la misura allargando la platea dei beneficiari da 300 a 800 famiglie beneficiarie. 

Quest’anno arriva un ulteriore finanziamento: 400.000 euro che, in linea con quanto messo a disposizione anche lo scorso anno, permetteranno alle famiglie di ricevere un importante sostegno economico per affrontare il momento della nascita di un figlio. 

Per il momento, si aspetta la pubblicazione del bando per il bonus bebè della Regione Umbria, ma alcuni requisiti sono già stati comunicati, delineando così la platea di beneficiari per questo nuovo contributo in favore delle famiglie e dei nuovi nati. Inoltre, sempre stando a quanto successo lo scorso anno, è possibile avanzare alcune ipotesi in merito alle modalità di trasmissione della domanda.

Bonus bebè della Regione Umbria: 500 euro per 800 nuovi nati 

In perfetta continuità con il bonus bebè erogato lo scorso anno, la Regione Umbria conferma anche per il 2022 questa misura a sostegno della natalità che ha il preciso obiettivo, assieme ad altre misure in favore delle famiglie, di sostenere i genitori nella crescita dei figli e di garantire sostegni economici per le nuove nascite. 

Così come avvenuto lo scorso anno, grazie anche al contenimento delle spese della macchina regionale, 800 nuovi nati saranno i destinatari del nuovo bonus bebè. La nuova misura si va ad aggiungere ad altri interventi messi in campo per le famiglie come il bonus rette regionale per i bambini da 0 a 6 anni, il bonus per i campi estivi o le borse di studio per gli studenti universitari. 

La regione ha finanziato il bonus con 400.000 euro che permetteranno alle famiglie di affrontare con maggiore serenità l’arrivo di un figlio anche in questo periodo di forti rincari. 

A chi spetta il bonus bebè della Regione Umbria nel 2022

Le risorse stanziate permetteranno di coprire una platea di 800 nuovi nati. In particolare, il bonus verrà riconosciuto per le nuove nascite avvenute tra il mese di ottobre 2021 e il mese di settembre 2022, in continuità con il bonus bebè dello scorso anno (riconosciuto per le nascite da ottobre 2020 a fine settembre 2021). 

Si tratta di un bonus una tantum, cioè di un contributo che verrà erogato una sola volta, a differenza del bonus bebè nazionale che alcune famiglie stanno continuando a ricevere anche dopo l’introduzione del nuovo assegno per i figli a carico e che, nel 2022, non può più essere richiesto. 

Stando alle risorse stanziate, l’agevolazione consisterà in 500 euro riconosciuti ai nuovi nati. 

A breve sarà possibile ricevere tutte le informazioni relative ai requisiti. Da questo punto di vista, ci sono già alcune anticipazioni. 

Cosa si sa sui requisiti e le soglie ISEE per il nuovo bonus bebè 2022

Per il momento, il bonus bebè regionale è stato annunciato, ma il bando contenente tutte le indicazioni per farne richiesta, così come l’elenco dei requisiti non è stato ancora pubblicato. 

Nonostante ciò, ci sono già alcune importanti informazioni che cominciano a delineare la platea dei beneficiari di questa nuova misura. In particolare, è certo che per poter ottenere i 500 euro sarà indispensabile possedere un ISEE in corso di validità. 

Il bonus bebè della Regione Umbria, infatti, verrà riconosciuto alle famiglie in possesso di un ISEE fino a 40.000 euro. 

L’ISEE, in questo caso, risulterà fondamentale per il posizionamento in graduatoria.

Inoltre, l’erogazione del bonus sarà legata agli anni di continuità di residenza in un Comune umbro (anche per la precedente misura era prevista la residenza sul territorio regionale da almeno 5 anni continuativi). 

Quando si potrà fare domanda e come si potrà richiedere 

Come già accennato, al momento manca il bando che chiarirà i requisiti e le modalità di invio della domanda che, come annunciato, potrebbe essere pubblicato durante il mese di settembre. 

Per questo motivo, il consiglio è rimanere aggiornati, visitando periodicamente il sito della Regione in attesa del bando. 

Una volta pubblicato, all’interno del bando ci saranno tutte le indicazioni e i termini entro i quali inviare la domanda. È possibile, stando alle modalità adottate lo scorso anno, che il bonus bebè debba essere richiesto tramite piattaforma telematica. Chiusi i termini per l’invio delle richieste, e probabilmente entro 60 giorni, dovrebbe poi essere pubblicata la graduatoria degli aventi diritto. 

Per confermare tali informazioni, comunque, non resta che aspettare la pubblicazione del bando della Regione.