Le small cap alla lunga vincono? Mettendo a confronto le diverse categorie Morningstar in cui vengono raccolti i fondi che puntano sulle società a piccola capitalizzazione, parrebbe proprio di sì. Quella specializzata sugli strumenti dedicati alle small cap europee, ad esempio, in 10 anni ha segnato + 13% (in euro). Risultato che lascia al palo i segmenti dedicati alle altre capitalizzazioni.

Nelle tabelle in basso abbiamo messo a confronto alcune categorie Morningstar che suddividono le capitalizzazioni e, per ognuna, abbiamo elencato i fondi small cap con Analyst rating (per tutte la fonte è Morningstar Direct). Le prime tabelle sono quelle dedicate al Vecchio continente.

Un discorso analogo a quello europeo si può fare se si guarda all’andamento (in dollari) delle categorie Usa.

Ma il trend non cambia se si allarga l’orizzonte a livello globale (in euro).

Ci sono diversi motivi che possono spiegare l’andamento delle piccole e medie imprese. Ad esempio, nella maggior parte dei casi si tratta di aziende che lavorano sui mercati domestici o, al massimo, regionali. In questo modo non sono soggette ai capricci dell’economia mondiale, ma possono approfittare del buon andamento delle aree di riferimento. Spesso, poi, si tratta di società poco indebitate: molte, soprattutto in Europa, sono guidate a livello familiare, con obiettivi di lungo periodo, una gestione dei bilanci prudente e interessi allineati a quelli degli investitori.