Ecco 5 facili trucchi per pagare meno l'assicurazione moto!

La polizza RC Moto può diventare un bel problema, specie in fondo all'anno. Per questo ti consigliamo questi cinque semplici trucchi per pagare meno l'assicurazione moto, evitando accuratamente tutti i potenziali trabocchetti che potresti trovare sul contratto.

Image

L'assicurazione moto può costare molto, specie per chi ha comprato un motoveicolo di grossa cilindrata o se ha da poco preso la patente.

Inoltre, con l'attuale aumento dei prezzi secondo ANCMA, molte compagnie giocano sporco, e promuovono offerte che possono essere appetibili nel prezzo, ma del tutto sconvenienti se si va a vedere franchigia, massimali e servizi vari.

Quindi è meglio, sì, risparmiare, ma senza perderci nel lungo periodo

Per tua fortuna ci sono diversi modi per risparmiare al meglio, e portare a casa una polizza RC Moto molto conveniente, anche se si è neopatentati. Ecco per te 5 facili trucchi per pagare meno l'assicurazione moto.

Primo trucco per pagare meno l'Assicurazione moto: offerte online e preventivi facili!

Tra i trucchi per pagare meno l'assicurazione moto c'è quello più immediato, e forse quello più funzionale nella stragrande maggioranza dei casi: cercare le offerte direttamente su Internet.

E questo può convenire in un periodo in cui, nonostante il grande successo della campagna vaccinale, ancora non s'è placato il rischio di contrarre il Covid, anche in un ufficio. Inoltre via online le offerte sono facilmente confrontabili, per questo le compagnie puntano a proporre offerte migliori, anche per fronteggiare la concorrenza.

Però, come sempre, un'offerta vantaggiosa può avere pro e contro: paghi di meno per un servizio, ma rischi di ritrovarti scoperto da una parte.

Per questo conviene anche fare dei preventivi, cioè chiamare o anche solo mandare delle email direttamente ad un consulente assicurativo di quella compagnia e chiedere quale sia la migliore soluzione per il proprio veicolo e per il proprio profilo di rischio.

E questo va fatto con tutte le offerte che sentiamo vantaggiose, altrimenti c'è il rischio che la cifra di quell'offerta ti nasconda eventuali clausole vessatorie o coperture mancanti, che per una moto potrebbe non essere il massimo.

O peggio, potrebbe essere un'offerta il cui prezzo, in caso di neopatentati, o anche per chi è proprio alla prima assicurazione moto, potrebbe aumentare immediatamente. Se non altro, c'è un altro trucco per pagare meno l'Asssicurazione moto, ed è con la Legge Bersani!

Secondo trucco per pagare meno l'Assicurazione moto: richiedi la Legge Bersani!

Altro trucco utile per pagare meno l'assicurazione moto è anche con la Legge Bersani del 2007. Di norma, ad ogni nuovo assicurato viene disposta come classe di merito iniziale il livello 14, specie dal 2020. Non paghi quanto pagheresti con la CU 18, la peggiore classe, quella di chi commette troppi sinistri, però è comunque una classe costosa all'inizio.

Con la formula bonus-malus, potrai ogni anno salire di classe, se non commetti alcun incidente. Altrimenti, se commetti un incidente e ti viene certificata una responsabilità superiore al 50%, scendi di due classi.

Per un neopatentato, o uno alla prima assicurazione moto, pagare una polizza RC Moto di classe 14 significa spendere anche 1200 euro all'anno. Un costo notevole, che può solo aumentare se la cilindrata della moto è alta. 

Per tua fortuna, uno dei trucchi per pagare meno l'assicurazione moto è quella di "ereditare" la classe di merito da un proprio parente o convivente, purché:

  • non abbia già provveduto ad assicurare il mezzo;
  • ha almeno un soggetto assicurato all'interno del proprio nucleo familiare.

Come trucco per pagare meno può funzionare solo per quanto riguarda la classe di merito, non necessariamente sul prezzo. La compagnia potrebbe comunque farti pagare di più, se non hai proprio alcuna storia assicurativa pregressa, e quindi la sicurezza di non aver commesso sinistri o di avere una guida esperta.

Ma questo ovviamente riguarda soltanto la parte del profilo di rischio, che può comunque variare a seconda di sesso, età, anni di esperienza alla guida, e altro ancora.

Il grosso della spesa per l'assicurazione moto viene anche dalla cilindrata del mezzo, però puoi tentare questo altro trucco per pagare meno.

Terzo trucco per pagare meno l'Assicurazione moto: punta sulla piccola cilindrata!

Altro trucco per pagare meno l'assicurazione moto è nell'acquisto di una moto a piccola cilindrata.

Per legge, l'assicurazione moto è obbligatoria per tutti i motocicli con cilindrata superiore a 50 cc, praticamente tutti visto che di norma sono i ciclomotori ad avere una cilindrata sotto i 50 cc.

Però molte volte il costo dell'assicurazione viene influenzato anche dal tipo di cilindrata, anche se non sempre i costi sono così alti tra una categoria e l'altra.

A titolo d'esempio, secondo assicurazioninews.com, tra una moto da 600cc e 1000cc il prezzo va dai 500 euro ai 525 euro annui, in merito all'assicurazione moto. 

Diversamente, tra una moto a 125cc e una da 600cc, la differenza è di ben 200 euro, dato che il costo si aggira sui 300 euro. Non poco, ma che fa ben intendere come la base di una polizza RC Moto cambi radicalmente tra una piccola e grossa cilindrata, così come tra uno con la guida esperta ed un neopatentato.

Altro elemento da tenere in considerazione è anche nei servizi, alcuni dei quali non necessari il più delle volte, ma che, se accettati, faranno lievitare il prezzo dell'assicurazione.

Quarto trucco per pagare meno l'Assicurazione moto: niente servizi aggiuntivi!

Tra i trucchi per pagare meno l'assicurazione moto c'è anche la possibilità di evitare tutti i servizi extra che non fanno assolutamente al caso tuo, ma che la compagnia potrebbe proporti.

Ovviamente non parliamo di servizi essenziali come la responsabilità civile auto, obbligatoria per legge, ma di polizze extra come la Kasko, che garantisce anche in caso di sinistri accidentali.

E' un servizio che può avere senso nel caso di veicoli lussuosi, e specie per chi abita in zone con un'alta frequenza di atti vandalici. Ma praticamente è come pagare il doppio di assicurazione moto, dal momento che il prezzo è calcolato sul 2/3 per mille del valore della macchina, a volte anche molto di più secondo it.motor1.com, esclusi i costi dell'RC auto e di altri servizi.

Altro servizio da evitare è anche per quanto riguarda la black box, prevista anche per le auto. In pratica hai uno sconto se fai inserire dalla compagnia assicurativa un dispositivo di tracciamento GPS, che monitora, oltre al chilometraggio abituale, anche l'uso della tua moto, oltre alle tue abitudini di guida.

Può convenire per l'offerta sconto, ma se violi le clausole contrattuali della black box (chilometraggio in eccesso, consumo eccessivo della macchina, abitudini alla guida scorrette), perdi i vantaggi e ti tocca pagare di più.

E questo può succedere anche nel caso della rateizzazione.

Quinto trucco per pagare meno l'Assicurazione moto: niente rateizzazione!

Il quinto trucco per pagare meno l'assicurazione moto è, paradossalmente, nel pagarla per intero, con tariffa annuale.

Molte compagnie assicurative propongono come offerta vantaggiosa la rateizzazione mensile dell'assicurazione. Così facendo, invece di spendere (a titolo d'esempio) 600 euro, ne spenderai 50 per dodici mesi.

Per certi versi la rateizzazione può convenire nel caso in cui il richiedente non sia disposto a spendere una grossa cifra all'inizio, o nel caso in cui non abbia al momento disponibilità economiche tali da affrontare una spesa simile.

Il problema è che, come con i finanziamenti per i mutui, difficilmente c'è il tasso zero. La compagnia si riserverà di applicare dei servizi aggiuntivi, che andranno ad incidere sulla rata mensile.

Secondo quanto riportato da Sky Tg24 su un calcolo eseguito da Facile.it, con questo sistema le compagnie guadagnano più del 7% sulla polizza. In pratica, la rata da 50 euro passa a circa 53,5 euro, per un totale di 642 euro. In pratica hai perso 42 euro, anche se dilazionato in dodici mesi.

Se vuoi risparmiare, meglio rimanere col pagamento annuale.