Superbonus 110% e Bonus Facciate non saranno gli unici bonus per la propria casa che vedremo nel corso del prossimo anno.

Infatti, ci saranno moltissime agevolazioni che sono state prorogate o istituite dal Governo Draghi per il 2022.

Gli obiettivi? Incentivare il settore dell’edilizia che è stato duramente piegato dalla pandemia da Covid-19.

Infatti, come purtroppo tutti noi sappiamo, la pandemia non ha portato solo ad una profonda crisi sanitaria, ma anche ad un’importante crisi economica. 

Inoltre, il Governo ha deciso di dare una mano alle famiglie in seguito ad una situazione non certo facile.

Ma allora, andiamo ad indagare più nel dettaglio quali saranno i tutti i bonus per la nostra abitazione nel corso del 2022!

Pronti? Allora partiamo subito. 

Bonus abitazione 2022: l’iter complicato

Prima di scoprire quali saranno i bonus che ci accompagneranno nel corso del 2022, andiamo a fare un passo indietro ricordando il complicato iter che ha portato alla formulazione della Legge di Bilancio per il prossimo anno.

Infatti, i bonus casa sono stati quelli più discussi, due in particolare: Superbonus 110% e Bonus Facciate 90%.

Ovviamente, parleremo più nello specifico di entrambe le agevolazioni più avanti, ma spiegare l’iter che ha portato alla loro definizione può ricordare il motivo per il quale siamo stati mesi con il fiato sospeso.

Dunque, parlando di Superbonus 110% tutti ci aspettavamo una proroga certa, senza alcuna sorpresa. 

Come mai? È molto semplice. 

Il Superbonus 110% rispetta in toto i principi e gli obiettivi che si vogliono perseguire per mezzo del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza

Dunque, la proroga era scontata, ma i colpi di scena non sono mancati. 

Invece, quando parliamo di Bonus Facciate 90%, dobbiamo sottolineare che la situazione è stata ancora più assurda.

Infatti, all’interno del Documento Programmatico di Bilancio, tale bonus non è stato nemmeno inserito

Ovviamente si è diffuso un grandissimo malcontento generale in quanto quella del Bonus Facciate è stata una delle agevolazioni preferite dai cittadini italiani nel corso del 2021.

Di conseguenza, il Governo è tornato sui suoi passi e, nella bozza della Legge di Bilancio ha inserito nuovamente il Bonus Facciate, riducendo però la sua percentuale di detrazione fiscale e tagliando un altro importante bonus. 

Ebbene, questo per spiegare che ci troviamo di fronte ad una situazione piuttosto delicata, caratterizzata da cambiamenti continui. 

Che finalmente abbiano trovato una versione definitiva? 

Bonus abitazione 2022: Superbonus 110% e Sismabonus

Eccoli i primi due bonus dei quali vogliamo parlare. Si tratta delle agevolazioni che meglio sembrano essere predisposte per il raggiungimento degli obiettivi individuati all’interno del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. 

Proprio per questo motivo la loro proroga era stata data da subito per certa. 

Tuttavia, come abbiamo affermato nel precedente paragrafo, anche parlando di Superbonus 110% c’è stato un colpo di scena. 

Infatti, stando a quanto sancito inizialmente dal testo della proroga, per le villette unifamiliari non ci sarebbe stata alcuna estensione e la scadenza sarebbe stata fissata al 30 giugno 2022.

Anche in questo caso gli animi si sono accesi ed il Governo Draghi ha proposto una particolare soluzione: fino al 30 giugno 2022 per tutti e dal 1° luglio al 31 dicembre 2022 con ISEE. 

Eppure, anche questa soluzione non piaceva né ai cittadini né al Parlamento e, di conseguenza, gli accordi sono stati discussi nuovamente. 

A cosa siamo giunti ora? Te lo spiego immediatamente. 

Dopo una lunga negoziazione tra maggioranza e Governo, si è giunti a sancire che il Superbonus 110% verrà esteso anche alle villette (o case unifamiliari) per tutti il 2022. 

Non sarà richiesto alcun ISEE, ma un vincolo ci sarà, ovviamente. 

La limitazione è semplice: il 30% dei lavori deve essere realizzato entro e non oltre il 30 giugno 2022. 

Oltre alla questione villette, possiamo tenere a mente le altre novità apportate dalla proroga. 

Quali? Partiamo! 

Innanzitutto possiamo citare la sua proroga fino al 2025, dove di anno in anno si ridurrà la percentuale di detrazione, passando dal 110% al 65%. 

Altra importante notizia che dobbiamo necessariamente citare quando parliamo di Superbonus 110% e di Sismabonus riguarda la proroga fino al 2025 dell’utilizzo di queste agevolazioni in tutti quei territori colpiti dagli eventi sismici del 2009.

Bonus abitazione 2022: il Bonus Facciate (60%)

Un altro bonus che è stato molto dibattuto è il Bonus Facciate 90%. 

Infatti, come abbiamo visto, inizialmente questa misura non era stata inserita nel Documento Programmatico di Bilancio, provocando il malcontento di moltissime persone. 

Eppure, dopo un po’ la proroga del Bonus Facciate è arrivata, anche se non come in molti se la sarebbero aspettata. 

Infatti, dobbiamo abbandonare l’idea di parlare di Bonus Facciate 90%, ma dobbiamo iniziare a concepire il Bonus Facciate 60%.

Hai capito bene, nel corso del prossimo anno la percentuale di detrazione sarà drasticamente ridotta di ben 30 punti in percentuale. 

Tuttavia, se consideriamo i costi che derivano dagli interventi oggetto del Bonus Facciate (come anche del Superbonus 110%) ci rendiamo conto che anche una percentuale di detrazione ridotta garantisce comunque un validissimo aiuto. 

Ma oltre a questi due bonus che, come sappiamo, sono stati al centro dell’attenzione per molto tempo, quali sono gli altri Bonus abitazione 2022? Andiamo a scoprirli.

Bonus abitazione 2022: agevolazione per ascensori o montacarichi

Quando parliamo di agevolazioni per la casa previste per il 2022 non possiamo certo fermarci qui. 

Infatti, è stato introdotto un bonus del 75% per tutti coloro che decidono di abbattere le barriere architettoniche. 

Si tratta di una detrazione che viene corrisposta per un periodo totale di cinque anni ed è, come ormai sappiamo, composta da 5 rate da pari importo. 

Ovviamente, essendo un’agevolazione che avremo nel corso del prossimo anno, è bene ribadire che coprirà le spese sostenute nel 2022. 

Ma come funziona? C’è un tetto massimo di spesa? Lo vediamo subito!

Ebbene sì, il tetto massimo di spesa lo abbiamo quando parliamo di agevolazione per ascensori o montacarichi. 

  • Infatti, per le abitazioni unifamiliari, quindi le villette di cui parlavamo prima nel paragrafo dedicato al Superbonus 110%, il tetto massimo previsto è di 50 mila euro. 
  • Invece, quando facciamo riferimento agli appartamenti di piccoli condomini, il tetto massimo di spesa è di 40 mila euro.
  • Infine, per le abitazioni di grandi condomini (quindi condomini con più di otto unità abitative) la cifra massima è di 30 mila euro. 

Ma a cosa serve questo nuovo bonus? Ebbene, esso viene utilizzato per l’installazione di ascensori o montacarichi.

Tuttavia, l’obiettivo è quello di estendere tale bonus a tutte le automazioni presenti all’interno dei palazzi in modo da sostituire tutti gli impianti ormai obsoleti.

Bonus abitazione 2022: come comprare mobili e impianti di depurazione dell’acqua!

Eccoci arrivati ad altri due importati bonus con cui avremo a che fare anche nel corso del prossimo anno.

Esatto, abbiamo detto anche perché non si tratta di due agevolazioni nuove di zecca. 

La prima, parlando di mobili, fa riferimento al Bonus Mobili ed Elettrodomestici che si presenterà anche nel 2022, seppur ridotto. 

Tuttavia, si tratta di una riduzione che viene sentita meno dai cittadini italiani che si aspettavano di peggio. 

Ebbene, nel corso del 2022 si potrà usufruire del Bonus Mobili ed Elettrodomestici che assicura una detrazione fiscale del 50% su una spesa massima ammessa di 10mila euro.

Invece, parlando di depurazione dell’acqua, è bene ricordare la proroga del Bonus Idrico fino al 2023.