Vivere a Milano con 1000€ è possibile, e non serve risparmiare: ecco come

Sembrerà assurdo, ma anche oggi, in piena iperinflazione, si può vivere a Milano anche con 1000 euro al mese. E non serve nemmeno risparmiare: puoi far rientrare tutte le spese e vivere al meglio la capitale economica del Paese. Ecco come fare

Image

Sembrerà assurdo, ma anche oggi, in piena iperinflazione, si può vivere a Milano anche con 1000 euro al mese. E non serve nemmeno risparmiare: puoi far rientrare tutte le spese e vivere al meglio la capitale economica del Paese.

Si parla di una metropoli in cui, anche con l'attuale crisi economica, non mancano né le opportunità di lavorare, né i modi per "risparmiare", tra supermercati, mezzi pubblici, zone residenziali a basso costo e tanto altro.

E questo vale sia per chi è lavoratore, e s'è trasferito da poco, sia per chi è ancora studente, magari part-time. Ma vediamo insieme come vivere a Milano con soli 1000 euro al mese.

Vivere a Milano è possibile anche con 1000€ se sai dove fare la spesa

Per vivere a Milano, se non si sa dove andare a fare la spesa, o dove andare a vivere e quali mezzi utilizzare, può diventare un buco nero per le tue finanze, specie se guadagni poco.

La prima cosa da fare è quella di vedere dove la fare spesa, ovvero in quali supermercati o discount della zona è più conveniente la spesa alimentare.

Attualmente Milano offre marchi come Esselunga, Conad, COOP, ma anche discount come la tedesca Aldi, o l'italiana Todis.

Tra i migliori secondo Altroconsumo ci sono:

  • Iperal di viale Monza 241,
  • Iper Fiordaliso di Rozzano, via Eugenio Curiel 25,
  • Spazio Conad di Rescaldina, via Palmiro Togliatti 4.

Ti consigliamo comunque di fare la spesa in periferia: anche se si parla di supermercati e discount, in centro i prezzi sono molto più alti rispetto alla periferia, anche per le derrate alimentari.

E se ti trovi in difficoltà, ricordati di usare le app online. Ci sono un sacco di applicazioni mobile che puoi usare per trovare le migliori offerte per la tua spesa alimentare, come nel caso di DoveConviene.

E se non vuoi rinunciare al piacere della tavola da ristorante, pizzeria, pub o altro, sempre le app ti possono venire in aiuto.

Vivere a Milano senza rinunciare al ristorante: ecco dove mangiare bene spendendo poco

Con l'attuale crisi economica c'è stato un grande rinnovo degli ambienti a Milano. E per chi ci vive significa non sapere più dove andare a mangiare senza dover dilapidare il proprio stipendio.

Tra i migliori locali dove mangiare bene spendendo poco a Milano ci sono:

  • Macelleria Popolare, Zona Navigli,
  • Ostello Madama, Zona Piazzale Lodi,
  • Osteria dell'Acquabella, Viale Sabotino.

Se vuoi rimanere aggiornato sui locali, basta usare queste due fantastiche app: TheFork e Groupon.

Entrambe permettono di mangiare fuori e spendere anche il 70% in meno.

Non devi nemmeno risparmiare: basta scaricare l'app, caricare la tua posizione GPS e vedere le offerte dei locali. Addirittura, se mangi lì e usi l'app, ricevi dei bonus che puoi convertire in voucher da 20, massimo 50 euro!

Ti ritroveresi a vivere a Milano e a mangiare in un locale del centro senza spendere nulla. Mica male per una città dove la spesa media per un pasto è di 50 euro.

E se non te la senti di andare al ristorante, ma non te la senti di cucinare, sempre le app mobile ti possono venire in soccorso. Con le app take-away come JustEat, Deliveroo, Gloovo e Uber puoi comprare quello che desideri senza dover spendere nulla in servizi e in coperto.

Oppure fatti una girata presso i mercati locali, come il Mercato del Suffragio: con pochi euro potrai farti una pausa pranzo come si deve.

Ecco dove vivere a Milano come studente o lavoratore

Non mancano i posto dove vivere a Milano con uno stipendio da studente part-time o da lavoratore di soli 1000 euro.

Se ti limiti alla periferia, e ad alcuni quartieri, potrai addirittura trovare stanze e appartamenti anche a meno di 500-600 euro al mese, e con canone unico per le bollette. Altrimenti c'è la zona centrale, ma la cifra raddoppia. Non immagineresti mai quanto possa costare una casa nella zona CityLife.

Per rimanere su un buon prezzo, dovrai limitarti a zone come Parco Sempione o Città Studi, oppure Sesto San Giovanni. Sono tutte zone con prezzi al momento decisamente più bassi rispetto alle controparti Navigli, Zona Tortora e le due Milano (2 e 3).

Sennò puoi optare per i comuni limitrofi, come Paderno Dugnano o Gaggiano, o Cernusco sul Naviglio. Sono tutti comuni che permettono prezzi sempre più contenuti. Anche se questo significa essere distanti 10, 20, 40 minuti dal centro.

Anche se si è fuori città, con i mezzi pubblici è facile arrivare in centro. Non dovrai nemmeno usare la macchina!

Vivere a Milano è facile con i mezzi pubblici e col car sharing

Usare la macchina in centro potrebbe non convenire, tra traffico, ZTL e multe facili anche per il minimo errore. Consigliamo caldamente, per chi vuole vivere a Milano con 1000 euro, di limitarsi a usare i mezzi pubblici, o anche servizi come il car-sharing.

La stessa ATM (Azienda Trasporti Milanesi) permette di accedere ad abbonamenti a basso costo, anche per studenti e lavoratori. Solo per i servizi urbani chiede:

  • per l'abbonamento settimanale solo 17 euro;
  • per l'abbonamento mensile solo 36 euro.

Per quanto possa sembrare costoso, si parla di un servizio pubblico che riguarda tutti i mezzi pubblici della città, dal bus al tram, fino alla metro.

Sennò puoi optare per il servizio car-sharing locale, disponibile in tutti i capoluoghi di regione. Milano ha operatori come Enjoy, Leasys, ShareNow, ed E-Vai. Dovrai scaricare l'app specifica (anche dal sito istituzionale) e poi vedere dove è stata parcheggiata recentemente.

Vivere a Milano con 1000€ senza rinunciare allo shopping: ecco come fare

Vivere a Milano anche con soli 1000 euro non significa doversi privare dello shopping. Puoi sempre far visita ai negozi outlet, come East Market in Via Mecenate 84, oppure andare in Viale Mugello, 7, presso la Leon Milano.

O addirittura puoi puntare direttamente ai servizi online, dando un'occhiata a siti come Shein, Zalando, Tankfashion e bonprix. Addirittura Shein ha aperto un proprio negozio pop-up a Milano, così potrai comprare direttamente lì, senza dover aspettare.

Inoltre l'abbigliamento low cost è ormai a portata di tutte le tasche, e la qualità non fa altro che aumentare di anno in anno. Almeno non dovrai piegarti ai "difetti" del fast-fashion: comprare a poco prezzo per vestiti che durano un mese.