Vaccini a più non posso, in Italia abbiamo raggiunto l'87% di vaccinati e oltre, con doppia dose.

Abbiamo vaccinato tutti, fragili, anziani, adulti, adolescenti, stiamo iniziando a vaccinare i piccoli (nonostante una folla di pediatri seri dicano che è pericoloso, che non è il caso, che i bambini del Covid nemmeno se ne accorgono), abbiamo introdotto, green pass, green pass base, super green pass, tra un po' iper, mega, ultra green pass.

Abbiamo tolto ogni vita sociale a chi questo vaccino proprio non lo vuole fare perché non si fida, perché vuole essere libero di decidere, perché vuole ancora autodeterminarsi, perché vuole ancora decidere sul suo corpo e sulla sua vita.

Abbiamo fomentato l'odio tra no vax e pro vax. Abbiamo speso milioni di euro per finanziare campagne promozionali pro vaccino su tutti i media e i mezzi di informazione.

Abbiamo pagato, con soldi pubblici, personaggi famosi che ci hanno promesso che con il Vaccino avremmo Vinto, con la V di vittoria; abbiamo avuto un premier che ha mentito in diretta nazionale dicendo che senza vaccino saremmo morti e avremmo fatto morire, poi ha mentito ancora dicendo che il green pass garantiva luoghi sicuri.

Abbiamo pensato che i tamponi fossero uno strumento diagnostico e che servissero e riconoscere positivi e negativi; poi ad un certo punto non sono serviti più e sono diventati pericolosi, tanto da non poter entrare nemmeno in un ristorante con tampone negativo, ma poi vengono utilizzati per calcolare il numero di contagi e vengono richiesti anche ai vaccinati che vogliono entrare in Italia. Ma com'è possibile? Ma allora servono o non servono questi tamponi?

Abbiamo scoperto di come il Governo abbiamo acquistato a caro prezzo le cure monoclonali, per poi non utilizzarle e regalarle ad altri paesi (perché prendere una decisione del genere se queste cure fanno guarire in un paio d'ore anche i casi gravi?).

Abbiamo scoperto di come il Governo abbia completamente boicottato le terapie domiciliari, per le quali da anni tre mila medici e l'avvocato Erich Grimaldi si battono, avendo salvato oltre 15 mila vita senza ospedalizzazione.

Abbiamo scoperto che vaccinati non vuol dire immuni, abbiamo scoperto che la protezione del vaccino scende oltre il 70% solo dopo cinque mesi (e il green pass dura 9 mesi) e abbiamo scoperto che quando un vaccinato si contagia non c'è modo attualmente di revocargli il green pass e quindi può andare nei posti dove un non vaccinato sano non può entrare, a contagiare urbi et orbi. 

Ma niente: l'unica cosa che serviva davvero era il messia vaccino per ritornare alla normalità, per ritornare a vivere, per riavere LA NOSTRA LIBERTA'. Vaccinatevi per tornare liberi (solo nove mesi però poi scade). E ora come la mettiamo con tutte la bufale che ci avete raccontato?

La bufala del messia vaccino: nessuna libertà e nessun ritorno alla normalità

E ora che vi siete vaccinati, magari avete fatto anche la terza dose o siete in fila per farla, magari avete anche sacrificato i vostri figli adolescenti, o peggio i vostri figli di 5 anni, che succede? Arriva Omicron e i vaccini non bastano, dimostrano tutta la loro falla, fragilità, inutilità e dannosità. 

E di che cosa si parla di nuovo? Di restrizioni, chiusure, lockdown. Incredibile! Ma allora questi complottisti da fucilare, da uccidere, da intubare a crudo, avevano ragione? Ma che ci siamo vaccinati a fare? Ma il Presidente del Consiglio, Speranza, il Governo, ci hanno mentito?

Lo so, è dura da accettare. È come se vi dicessero che i vostri genitori vi vogliono male, il cervello lo rifiuta. Ma per l'amor di Dio fermatevi ed esaminate i fatti.

Omicron: la sola vaccinazione non consentirà di prevenire l'impatto

La probabilità di un'ulteriore diffusione della variante Omicron del Covid nell'Unione europea è "molto alta" e "nella situazione attuale, la sola vaccinazione non consentirà di prevenirne l'impatto".

Sì avete letto proprio bene. È la conclusione dell'Ecdc, Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, che invita a reintrodurre tutte le restrizioni che eventualmente i paesi hanno eliminato. 

ANCORA???????????????? Con tutti sti vaccinati, ancora restrizioni, distanziamento, mascherine, RIMANERE A CASA? Siete seri?

Il nostro è uno strano paese: non importano i dati, non importa la realtà, non importa la curva epidemiologica, non importa l'occupazione delle terapie intensive. Ciò che conta è prorogare lo stato d'emergenza, trasformare l'eccezionalità in normalità, l'emergenza in normalità, i pieni poteri di un organo politico in normalità e l'eccezione in prassi. Oggi importa abusare del potere per ricattare e punire. Proprio come in una dittatura 3.0

Per i casi probabili o confermati di Omicron (ripetiamolo ancora una volta, che per gli immunologi sudafricani che l'hanno sequenziata è poco più di un raffreddore che si manifesta con naso che cola e gola che gratta, stop) "dovrebbe essere data priorità alla ricerca dei contatti, indipendentemente dallo stato vaccinale. I test rimangono uno strumento importante (Ma non ci avevano detto che i tamponi non servivano nemmeno per avere il super lasciapassare?) e le persone con sintomi dovrebbero essere testate indipendentemente dal loro stato vaccinale". Infine isolamento e quarantena per le persone positive.

Sembra un film di Fantozzi, invece è la realtà: il vaccino non basta e non ci ridarà alcuna libertà

Sembra un film fantozziano e invece è la realtà. Siamo ripiombati nel 2020, con quasi il 90% di vaccinati e tantissimi, innumerevoli  morti per effetti post vaccino. È il colmo, è il paradosso, è incredibile, non ho più aggettivi per descrivere quest'assurda situazione. Servirà tutto questo a far risvegliare le coscienze di chi pensava davvero di poter risolvere tutto con un vaccino imperfetto come questo?

Ammon, direttrice ECDC, continua dicendo che tutto questo serve ovviamente, per salvare le festività. Ma certo, ci crediamo. Poi ovviamente con la prossima variante, ci toccherà invece salvare l'estate. Se non l'avete ancora capito, dall'emergenza non si uscirà più, perché l'emergenza conviene a pochi, ma quei pochi sono quelli che contano davvero nel mondo.

Ops. Omicron buca i vaccini (Sono mesi che diciamo che è impossibile rincorrere un virus che muta per sua natura con i vaccini)

La soluzione per un virus che muta in continuazione non è il vaccino, è la cura. La cura e l'immunità naturale molto più forte di quella artificiale e che dura per sempre. 

E la giostra ricomincia (o forse non si è mai fermata) e la cronaca quotidiana ricomincia: Omicron diventerà dominante, è più trasmissibile, ci sono aumenti di casi, la variante si diffonde, si ritengono probabili ricoveri e decessi anche tra vaccinati (nnamo bene) eccetera, eccetera.

Panico, paura, terrore. Così si tiene sottomesso un popolo. Un popolo dormiente. Ma se il popolo, finalmente, si dovesse risvegliare da questo torpore? 

Nonostante tutto: bisogna incrementare con i vaccini!

Ma, paradossalmente, nonostante tutto, la direttrice dell'Ecdc ha la faccia tosta di affermare come se nulla fosse che si "dovrebbero intensificare gli sforzi per aumentare la vaccinazione completa nelle persone non ancora immunizzate o solo parzialmente vaccinate, nonché per somministrare le dosi di richiamo a tutti gli aventi diritto il prima possibile". Ma, in che senso? Direbbe Verdone.

E Dulcis in fundo, Ammon conclude con un'affermazione davvero ottimistica: "Prossimi mesi saranno difficili, gli Stati pianifichino immediatamente l’aumento della capacità di assistenza sanitaria".

Il nuovo gioco del terrore in Europa si chiama Omicron: nulla possono i vaccini

E ci risiamo, è urgente che i governi mettano in atto azioni forti (forti quanto?) per “ridurre la trasmissione” e “alleviare il pesante fardello sui sistemi sanitari”, proteggendo così i più vulnerabili nei prossimi mesi ( e ci risiamo con i vulnerabili). Questo perché? Perché in Europa tra fine anno e inizio 2022, prenderà definitivamente piede la Omicron!!! E ci siamo giocati anche il 2022, nell'ottica dell'emergenza infinita come nuova normalità

L'ECDC ripropone tutte le misure del 2020, di quando di vaccino nemmeno si parlava, ovvero:  mascherine, smartworking, distanziamento, non assembramenti, restare a casa, ventilazione negli spazi chiusi.  Sembra che una macchina del tempo ci abbia riportato improvvisamente a marzo 2020.

Ma nonostante ormai sia chiaro che la vaccinazione non serva perché viene facilmente bucata dalle varianti, perché non immunizza e non sterilizza il virus, paradossalmente il consiglio finale è sempre lo stesso: “La vaccinazione rimane una componente chiave dell’approccio multilivello necessario per ridurre l’impatto di Omicron, affrontando anche la circolazione in corso della variante Delta”, e quindi bisogna continuare a vaccinare. 

Ursula von der Leyen si è detta preoccupata, non ci sta dormendo la notte, poverina e la commissaria alla Salute Stella Kyriakides ha aggiunto che gli Stati membri “devono prendere le giuste decisioni basate sulla scienza e con la salute pubblica come priorità e che gli stati devono assicurarsi che le misure di sanità pubblica vengano rafforzate e che le vaccinazioni vengano rapidamente aumentate". Ma a che pro aumentare le vaccinazioni, scusatemi, prodotte sulla base di un virus (quello di Wuhan) che praticamente non esiste più? Non ci è dato sapere. 

Iniziate a dire la verità, per favore. Iniziate a dire la verità al popolo, perché quando esploderà sarà una bomba atomica.