Come prevenire gli infortuni in montagna e cosa fare in caso di incidenti? Consigli utili

Come prevenire gli infortuni in montagna: ecco in che modo evitare incidenti e cosa fare in caso di malori, cadute e altri problemi durante le escursioni.

come prevenire infortuni in montagna

Una semplice e rigenerante gita in montagna può diventare pericolosa se non si mettono in atto alcune accortezze. Sapere come prevenire infortuni in montagna permette invece di trascorrere in tranquillità le proprie vacanze montane, godendo dell’aria fresca e pulita a contatto con la natura ad alta quota.

Secondo l’ultimo rapporto dell’Osservatorio Italiano del Turismo Montano, quest’anno ben il 15,2% degli italiani hanno deciso di trascorrere le proprie vacanze in montagna.

Sempre più italiani, infatti, scelgono di passare le proprie ferie sulle Alpi o sugli Appennini, approfittando del relax e delle varie attività che la montagna offre.

Escursioni, arrampicate o semplici passeggiate però possono diventare un vero e proprio pericolo e rovinare la vacanza. In questo articolo scopriremo come prevenire gli infortuni in montagna e cosa fare nel dettaglio in caso di incidenti.

Come prevenire gli infortuni in montagna: gli incidenti più frequenti

Solo nel 2022, il Soccorso Alpino e Speleologico ha registrato 10.367 infortuni, circa il 10% in più dell’anno precedente.

Di questi, gli infortuni più frequenti che sono stati registrati in ordine crescente sono:

  • cadute e scivolate

  • incapacità di svolgere l’attività di svago

  • malori.

Questo significa che qualsiasi attività svolta ad alta quota, se non si presta l’adeguata attenzione, può diventare pericolosa: anche durante una semplice passeggiata in montagna si può incorrere ad un infortunio.

Il terreno in montagna è sconnesso e questo può bastare per provocare una caduta improvvisa durante il proprio cammino.

Le articolazioni più coinvolte negli infortuni di montagna sono quelle legate alle ginocchia ed alla spalla. E le conseguenze possono anche essere gravi, comportando lesioni o lussazioni.

Una semplice distorsione al ginocchio può compromettere seriamente il menisco (creando un blocco articolare) ed i legamenti, con conseguenza instabilità all’articolazione. La lesione alla spalla può provocare la cosiddetta lussazione ovvero un infortunio articolare in cui l’omero esce dalla scapola, con forte dolore annesso.

Come prevenire gli infortuni in montagna: l'importanza della preparazione fisica

Prestare molta attenzione è il primo consiglio per chi si chiede come prevenire gli infortuni in montagna. Ovviamente una buona preparazione muscolare potrebbe fare la differenza durante le attività ad alta quota.

Gli esperti di solito consigliano di svolgere un buon allenamento prima di partire in vacanza in montagna, in modo da rafforzare adeguatamente la muscolatura del proprio corpo.

Per esempio, se si prediligono attività come la camminata, i muscoli coinvolti saranno quelli della gamba e del ginocchio. E allenare il quadricipite permetterà di avere un maggior controllo sul movimento della gamba: di conseguenza, l'articolazione sarà maggiormente stabile.

Per quanto riguarda i muscoli relativi alla spalla il discorso si complica, in quanto sarebbe necessaria una preparazione più complessa con allenamenti mirati. In generale, possiamo dire che dedicare alcuni minuti al giorno svolgendo il riscaldamento muscolare può aiutare l’apparato muscolo-scheletrico ad affrontare semplici attività durante la vacanza in montagna.

Anche lo stretching può influire nel prevenire gli infortuni in montagna, migliorando la flessibilità e l’elasticità dei muscoli.

Alcune abitudini serali per la crescita muscolare, che coinvolgono il riposo e l’alimentazione, possono avere ripercussioni positive sulla salute in generale e prevenire fastidiosi infortuni, oppure agevolandone il recupero.

Inoltre, bisogna saper scegliere quale attività svolgere ad alta quota e quale percorso è più adatto alle proprie condizioni fisiche, evitando escursioni troppo impegnative rispetto alla propria preparazione fisica e muscolare.

Cosa fare in caso di infortunio in montagna?

Ora che sappiamo come prevenire gli infortuni in montagna, cerchiamo di capire cosa fare in caso di incidenti intercorsi nonostante le accortezze.

La prima cosa da fare è mettere a riposo l’articolazione coinvolta. Utilizzare del ghiaccio direttamente sulla zona colpita e somministrare farmaci anti-infiammatori possono dare sollievo se l'infortunio non è grave.

Qualora si trattasse di un infortunio più grave, come una lussazione della spalla o un blocco dell’articolazione, il consiglio invece è quello di recarsi al pronto soccorso più vicino.

Valutare i danni effettivi potrebbe, nella maggioranza dei casi, evitare spiacevoli complicazioni o danni a livello permanente. Una volta risolto il trauma, l’articolazione potrebbe necessitare di fisioterapia per garantirne il massimo recupero.

Altri consigli utili

Dopo aver capito come prevenire gli infortuni in montagna e cosa fare in caso di incidenti, è utile conoscere altri consigli per vivere un’esperienza in montagna lontano da imprevisti e infortuni.

Innanzitutto, prima di iniziare l’escursione, è bene avvisare amici, familiari o conoscenti, istruendoli in merito ai dettagli del tragitto scelto.

Inoltre, è opportuno sia scegliere la giusta attrezzatura in base all’attività da svolgere ad alta quota, sia un abbigliamento appropriato, con tessuti leggeri ma resistenti adatto a tutte le condizioni climatiche.

Utilissimo, infine, portare sempre con sé un kit di primo soccorso con farmaci, cerotti, pomate per punture di insetti e disinfettante.

 

Leggi anche: Incendi: cosa sono le diossine, quali i pericoli per la salute e come eliminarle