Gel o semipermanente: cosa rovina meno le tue unghie? Ecco quale devi scegliere

Amanti delle belle unghie a rapporto: scopri cosa le rovina di meno tra gel e semipermanente. Alcuni dettagli sono fondamentali.

Avere una bella manicure è la priorità di molte persone che vogliono un aspetto curato a partire proprio dalle mani. E non è un settore che interessa solo le donne. Anche molti uomini si sono approcciati a questo ambiente per l’esigenza di avere mani curate, in particolar modo coloro i quali hanno a che fare costantemente con il pubblico.

La manicure prevede l’applicazione di uno smalto e ci sono due tecniche famose ormai particolarmente diffuse. Si può scegliere tra gel o semipermanente: ma che differenza c’è tra le due tecniche e cosa rovina meno le unghie? Scopriamolo insieme.

Le differenze tra i due trattamenti

Per la cura delle tue unghie, puoi optare tra queste due tecniche che hanno come risultato una manicure a lunga durata. Di seguito, scopri le principali differenze tra i due metodi di applicazione dello smalto:

  • gel. Si utilizza lo smalto gel, che ricorda la colla e spesso viene usato per la ricostruzione delle unghie sopra quelle naturali. Maggiore spessore e resistenza sono le sue principali caratteristiche. Dopo aver lasciato asciugare lo smalto con una lampada UV/LED, la manicure può durare fino a trenta giorni

  • semipermanente. In tal caso, viene usato lo smalto semipermanente la cui consistenza è simile a quella dello smalto tradizionale. Caratterizzato da uno spessore minore rispetto al gel, il semipermanente ha anche una durata inferiore (fino a un massimo di due settimane). Anche in questo caso si usa la lampada UV/LED per il fissaggio.

Gel o semipermanente, cosa rovina meno le unghie? Ecco la risposta che non conoscevi

In entrambi i casi bisogna affidarsi a una figura specialistica per evitare danni permanenti alle unghie. Tutti gli strumenti devono essere adeguatamente sterilizzati. E sia il gel sia il semipermanente possono essere ottimi modi per combattere l’onicofagia.

In molti pensano che il gel renda deboli le unghie, ma se viene fatto da una persona esperta, la manicure gel ha il vantaggio di essere molto resistente agli urti. La sua rimozione, non a caso, può essere fatta solo con una figura specializzata. Quindi, si consiglia di evitare metodi fai da te per la rimozione, la cui procedura si rivela piuttosto complessa.

Non solo: anche quando si scelgono gli smalti semipermanenti è necessario affidarsi a figure professioniste. Inoltre, si consiglia di farlo una volta al mese, perché il solvente usato per la rimozione è aggressivo.

Pertanto, non c’è un metodo che rovina meno le unghie: quel che conta è affidarsi a professionisti del settore e avere piccole accortezze, come l’idratazione quotidiana delle unghie. Possono bastare una crema per cuticole o dell’olio. Non solo: in commercio ci sono prodotti specifici da applicare sulle unghie che hanno l’obiettivo di rinforzarle. Si deve curare anche l’alimentazione, consumando prevalentemente verdura e frutta, e bere molta acqua per evitare la disidratazione. In ultimo, quando si utilizzano sostanze nocive, si raccomanda di usare guanti per proteggere le mani e, di conseguenza, le unghie.

Perché il semipermanente indebolisce le unghie?

A differenza di quanto sostengono alcuni falsi miti piuttosto diffusi, lo smalto semipermanente non indebolisce le tue unghie. Anzi, il prodotto contiene un ricompattatore della cheratina dell’unghia, aiutandola così a rafforzarsi.

Insomma, se di tanto in tanto ti concedi una manicure non devi avere paura: le tue unghie non saranno danneggiate, a patto che ti sia affidata a mani esperte. Non solo: è importante non esagerare con il trattamento. Il semipermanente non deve essere applicato in continuazione: basta una volta al mese.

Daniela Attanasio
Daniela Attanasio
Traduttrice e redattrice, classe 1991. Appassionata dell'arte a tutto tondo, nel mio tempo libero mi piace scoprire luoghi nascosti della mia amata Campania e farla scoprire a chi non la conosce attraverso le mie parole e le mie foto. Lo studio delle lingue all'Università mi ha permesso di conoscere e amare culture diverse dalla mia e di ampliare i miei orizzonti. Curiosa per natura, prolissa e attivista, cerco ogni giorno di dare il mio contributo per creare un mondo migliore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
778FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate