Soffri di crampi notturni alle gambe e non sai il perché? Ecco quando c’è da preoccuparsi

Soffri di crampi notturni alle gambe e non sai perché ti succede? Le cause sono molteplici e alcuni rimedi fanno al caso tuo.

Di notte il nostro corpo entra in una fase di riposo in cui cerca di recuperare tutte le energie spese durante la giornata e ricaricarsi per quella che verrà. Tuttavia, proprio quando si vorrebbe riposare e concedersi una bella dormita, capita di soffrire di crampi notturni alle gambe: ma perché succede?

I crampi colpiscono principalmente le gambe, i polpacci, le cosce e i piedi. Per alcuni non si tratta di un semplice fastidio, ma di un dolore che crea qualche spiacevole conseguenza nella gestione della quotidianità notturna.

In questo articolo riportiamo le domande e risposte più chieste dalla nostra comunità.

Sommario:

  1. 1.

    Crampi notturni alle gambe, perché succede? Ecco le possibili cause

  2. 2.

    Quando preoccuparsi dei crampi?

  3. 3.

    Cosa mangiare per evitare i crampi alle gambe?

  4. 4.

    Che vitamina manca quando vengono i crampi?

  5. 5.

    Cosa fare quando ci sono i crampi notturni?

Crampi notturni alle gambe, perché succede? Ecco le possibili cause

I crampi sono contrazioni muscolari involontarie, momentanee e che compaiono all’improvviso. Il dolore solitamente è localizzato nella zona colpita. I muscoli sono contratti, ma non compaiono edemi o rossori. Durano qualche minuto e questo porta la persona che ne soffre a svegliarsi e a non riposare a sufficienza durante la notte, con possibili ripercussioni l’indomani mattina.

Le cause sono disparate. In particolare, possono essere responsabili di crampi notturni:

  • i disturbi della circolazione

  • un’infiammazione a tendini e legamenti, come tendinite e fascite plantare

  • la sindrome delle gambe senza riposo

  • le posture scorrette

  • le malformazioni strutturali, come piedi piatti o il ginocchio recurvato

  • il diabete

  • l’anemia

  • la celiachia

  • la gravidanza

  • l’ipertiroidismo

  • l’insufficienza renale

  • le vene varicose

  • alcune infezioni batteriche

Ci possono essere anche altre cause più rare, come:

  • trombosi venosa profonda

  • tromboflebite

  • chetoacidosi diabetica

  • morbo di Parkinson

  • pancreatite

  • aterosclerosi

Possono provocare crampi alcuni farmaci diuretici o quelli per ridurre i livelli di colesterolo. Il problema riguarda spesso persone anziane, sportivi e donne incinta, ma non solo: possono soffrirne anche soggetti con problemi circolatori, chi conduce una vita troppo sedentaria o ha scarse riserve di sali minerali.

Quando preoccuparsi dei crampi?

All’origine dei crampi ci possono essere cause diverse. Alcune sono molto comuni, come l’assunzione di alcol, che durante la notte può comportare disidratazione, e la sindrome delle gambe senza riposo, che colpisce chi ha uno stile di vita principalmente sedentario e presenta la necessità di muovere gli arti inferiori accompagnata da formicolii.

Meno comuni, invece, cause come anemia, celiachia, gravidanza, ipotiroidismo, trombosi venosa profonda e aterosclerosi. Anche lo stress può causare questo tipo di disturbo, così come l’assunzione di determinati farmaci. In ogni caso, se il problema sussiste e compare piuttosto frequentemente, si consiglia di rivolgersi a una figura specialistica per fare ulteriori approfondimenti.

Cosa mangiare per evitare i crampi alle gambe?

Evitare questi episodi è possibile nella maggior parte dei casi, quando si tratta di cause comuni. In particolare, si deve prediligere un’alimentazione ricca di minerali, come banane, legumi, latte, anguria, patate dolci, papaya e avocado, che presenta numerosi benefici.

Inoltre, si consiglia una corretta idratazione, soprattutto in estate quando le temperature sono alte. Mantenere il corpo idratato aiuta i muscoli a contrarsi correttamente.

Che vitamina manca quando vengono i crampi?

Come detto in precedenza, l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale nella prevenzione dei crampi notturni alle gambe. Solitamente, ci si può aiutare consumando cibi ricchi delle seguenti vitamine. In particolare:

  • potassio, si trova in verdura, frutta e cereali integrali

  • sodio, si trova in alimenti conservati, come prosciutto crudo, tonno, formaggi stagionati

  • magnesio, che si trova in cereali integrali, frutta secca e legumi

  • calcio, da assumere grazie a latte, verdura e legumi

  • vitamina B, contenuta in molta frutta e verdura

Cosa fare quando ci sono i crampi notturni?

Ci sono una serie di azioni da mettere in atto per alleviare il dolore che colpisce le gambe. In particolare:

  • massaggiare la zona interessata rilassando la gamba

  • sollevare le gambe per consentire una corretta circolazione del sangue

  • se colpisce il piede o il polpaccio, provvedere a distenderlo delicatamente

  • fare un bagno caldo usando il sale, il quale aiuta a sciogliere l’acido lattico

Daniela Attanasio
Daniela Attanasio
Traduttrice e redattrice, classe 1991. Appassionata dell'arte a tutto tondo, nel mio tempo libero mi piace scoprire luoghi nascosti della mia amata Campania e farla scoprire a chi non la conosce attraverso le mie parole e le mie foto. Lo studio delle lingue all'Università mi ha permesso di conoscere e amare culture diverse dalla mia e di ampliare i miei orizzonti. Curiosa per natura, prolissa e attivista, cerco ogni giorno di dare il mio contributo per creare un mondo migliore.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate